Prestiti alle famiglie:la domanda è in calo, tutti i dati in merito

Il barometro CRIF continua a registrare dati relativi al decremento della domanda inerente la richiesta di prestiti da parte delle famiglie italiane, che sempre meno si rivolgono agli istituti di credito nell'ambito della richiesta di finanziamenti.

Le famiglie italiane stentano nel farsi avanti per la richiesta di un prestito. Questo non sorprende data la presa di coscienza, all'interno di una situazione di crisi sempre più grave, tra disagio occupazionale e continue spese a cui fare fronte, sul non essere in grado di fornire le garanzie adeguate alla restituzione dello stesso, garanzie che vedono sempre più pretese da parte degli istituti bancari.

Secondo il Barometro CRIF, la società indipendente specializzata in sistemi di informazioni creditizie, la domanda di richiesta prestiti da parte delle famiglie italiane ha infatti fatto registrare, nello scorso mese di Agosto 2013 ma così come nei mesi precedenti, un calo pari ad un valore del -4% rispetto al 2012.

Un forte decremento che trova riscontro anche nel totale delle rivelazioni condotte da inizio anno, su cui si registra una flessione consolidata del -2,3% rispetto al 2012 ma addirittura del -15,1 % rispetto al 2009.

I dati nello specifico

Attraverso le rilevazioni CRIF, si può notare come nello specifico i prestiti finalizzati abbiano registrato un -5% rispetto allo stesso periodo preso in oggetto per l'anno precedente.

I prestiti personali hanno invece registrato un -2%.

L'andamento costante in calo caratterizza anche il dato relativo all'importo medio dei prestiti richiesti, conferma inerente motivazioni cautelari prese da parte delle famiglie italiane, caratterizzanti i comportamenti di consumo e di ricorso al credito.

Entrando nel dettaglio, all'interno dei primi 8 mesi dell'anno 2013 ovvero da Gennaio ad Agosto, l'importo medio delle richieste relative a prestiti personali maggiormente finalizzati è stato registrato sulle

  • 7.517 Euro

pur con una richiesta del 52,8% per un importo inferiore ai 5.000 Euro. L'importo medio relativo a prestiti finalizzati è stato invece pari a

  • 4.385 Euro

mentre l'importo medio relativo alla richiesta di prestiti personali è stato di

  • 11.213 Euro

Tabella riepilogativa inerente il calo della domanda di prestiti da parte delle famiglie dal 2008 ad Agosto 2013

PRESTITI

Var. % su anno precedente ponderata
(a parità di gg. lavorativi)

2008

-4%

2009

-8%

2010

-3%

2011

-4%

2012

-4%

Gennaio 2013

+5%

Agosto 2013

-4%

Le tendenze delle famiglie italiane

Negli ultimi anni, a causa come detto ma anche senza bisogno di rimarcarlo, della grave crisi in cui versa il Paese, le famiglie italiane si sono trovate obbligatoriamente di fronte al pensare e agire sul come riorganizzare le proprie uscite, rinviando progetti e acquisti a periodi migliori che, sfortunatamente, sembrano non giungere mai.

L'orientamento nei confronti delle richieste di credito è stato quindi direzionato verso soluzioni in grado di gravare meno difficoltosamente e pesantemente sul reddito disponibile, opzione dunque diretta al privilegio nei confronti di importi maggiormente leggeri e scadenze a lungo termine

Conseguentemente risulta dunque in discesa la domanda in favore dell'acquisto di beni e servizi durevoli e costosi poichè parallelamente è diminuita la percentuale di cittadini disposti ad indebitarsi per comrare qualcosa.

Articolo letto 398 volte

Dott.ssa Elisabetta Berra
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO