Prestiti online-il fenomeno dell'usura sopravvenuta

Andiamo andiamo a richiedere dei prestiti online, con assoluta certezza, faremmo bene a conoscere nel migliore dei modi il fenomeno dell'usura sopravvenuta. Un dato sconosciuto ai più ma che si rivela sempre molto importante.

Sono in molti a credere che l'interesse elargito sui mutui, quello sui prestiti, quello sul leasing e su tutte le altre cessioni del quinto dello stipendio o, magari, della pensione sia un esborso giusto. Alla fine, tutto coloro che si rivolgono a una banca al fine di ottenere un finanziamento non ottengono questa impressione in ogni singolo caso. Ovviamente, se questo è giusto o meno, non è un argomento nato per essere posto nel momento in cui si va a parlare dei tanto odiati tassi di interesse.

La questione nasce nel momento in cui gli stessi si discostano dalle medie più consuete espresse dal mercato e, ancora, quando diventa fattibile determinare se gli allontanamenti risultano essere eccessivi. In queste situazioni è possibile trovarsi davanti a conseguenze del tutto diverse, ovviamente  a seconda dei casi. L'argomento in auge ha ottenuto grande risalto grazie a Plus24. In data primo febbraio, il magazine, ha parlato della questione dell'usura sui tassi di interesse mettendo in luce i pericoli di quanto siano illegali i tassi realizzati da soggetti provenienti del circuito legale (a cominciare dalle banche e dalle finanziarie), ovviamente come causa di fenomeni strettamente collegati all'ordinarietà delle questioni affrontate dai vari investitori e non soltanto delle questioni provenienti da un ambiente necessariamente criminale.

Ma quando il tasso è da definirsi illegale?

Vi siete mai chiesti se un tasso di interesse assolutamente legale nel momenti in cui il finanziamento viene concesso può, in seguito,  divenire illegale? Oppure, al contrario, un finanziamento può rivelarsi essere da subito una vera e autentica usura anche quando, in realtà, è in piena regola? La risposta, anche piuttosto scontata, è sì per entrambi i casi. Nel primo caso ci troviamo davanti a  un'usura sopravvenuta. Nel secondo caso, invece, stiamo parlando di un'usura del tutto preventiva.

Per capire meglio ciò di cui stiamo parlando, non dobbiamo fare altro che dare un'occhiata alla accurata definizione fornita da Giuseppe Romano. Definizioni di Consultique per questi due fenomeni: «L'usura preventiva, altrimenti detta originaria, viene a verificarsi nel momento in cui la data viene stipulata nel finanziamento attraverso il Taeg (tasso annuo effettivo globale) e, quest'ultimo,  supera il tasso soglia (conosciuto con il nome di "Tsu", sarebbe a dire il tasso medio dei prestiti che viene rilevato all'interno del trimestre dalla Banca d'Italia – nonché il tasso effettivo globale medio o, in alternativa, il Tegm – ovviamente accresciuto di una percentuale enorme fissata dalla legge, ndr). Ancora, poi, veniamo a trovarci in presenza di un'usura preventiva nel momento in cui il tasso di mora è superiore al Tsu. In questi casi si intendono usurari tutti quegli interessi che oltrepassano il limite deliberato dalla legge nell'attimo in cui, quest'ultimi, sono promessi o, in ogni caso, consentiti, con qualsiasi titolo. Ovviamente, anche a titolo di interessi moratori (presentato dalla Corte costituzionale il 25 febbraio 2002 n. 29 e D.L. n. 394 del 2000, art. 1, comma 1). Nel momento in cui pervengono interessi usurari, la clausola viene annullata e non sussiste più alcuna forma di interesse (art. 1815 c.c.)».

In che momento scatta l'usura sopravvenuta


Il Dottor Romano prosegue la sua spiegazione: «l'usura sopravvenuta, all'opposto, viene a sussistere nel momento in cui i tassi concordati superano largamente i tassi soglia in un momento susseguente alla stipula. Tutto questo a causa della diminuzione di questi ultimi e, ovviamente, per tutte le mutate condizioni del mercato (Per fare un esempio: tutti coloro che hanno un mutuo a tasso fisso e si trovano davanti a un repentino crollo dei tassi di interesse).

Nel caso in cui gli interessi inizialmente stabiliti vengono a trovarsi al di sotto del ben noto tasso soglia e, quest'ultimi, superino il suddetto limite nel corso del rapporto, questo conduce all'inopponibilità del cliente e dei tassi eccedenti.

Il suddetto limite e anche il tasso, quindi, dovrebbe essere diminuito fino al limite del tasso di soglia ottenuto nel corso delle varie operazioni.  Tutti i principi sopraelencati devono obbligatoriamente essere applicati anche durante i rapporti nati prima della entrata in vigore della legge sull'usura (legge 108/1996). Senza contare anche il momento in cui entriamo in relazione con i contratti stipulati tra le parti e anche entrando in relazione con probabili titoli giudiziali conseguiti». Insomma, il discorso è articolato ma, comprenderlo, si rivela essere fondamentale per tutti i nostri finanziamenti.

L'importanza dell'informarsi sempre

Appare anche superfluo ribadire quanto sia fondamentale la necessità d'informazione in materia di Prestiti. I prestiti personali, provenienti o meno dal web, rappresentano un oscuro labirinto per la maggior parte delle persone. Sono in pochi a conoscere i passaggi giusti, i cavilli legali, le speculazioni che, sempre, si celano alle loro spalle. Stipulare un prestito, senza ombra di dubbio, è un passaggio che richiede molta attenzione, molta cura e la giusta dose di consapevolezza. Questo fattore diviene ancora più importante all'interno del fenomeno dell'usura sopravvenuta. Questo, certamente, potremmo definirlo quasi un banco di prova per qualsiasi richiedente. In Italia, poi, il fattore truffa sembra celarsi dietro qualsiasi angolo.

La cosa più importante è acquisire più nozioni possibile e, prima di firmare qualsiasi documento, occorre ottenere sempre tutte le informazioni necessarie per non finire invischiati in un pulviscolo di truffe autorizzate e non. Fortunatamente, i tempi sono molto cambiati da quando, un tempo, tutte le informazioni necessarie, nella migliore delle ipotesi, erano relegati in qualche biblioteca polverosa. I benefici apportati da internet, in questo caso, permettono di ottenere tutte le risposte giuste, tutti i consigli irrinunciabili, in pochissimi istanti.

Il segreto sta tutto nell'avviare la ricerca giusta su Google e, quando quest'ultima sarà ultimata, il rischio di incappare in qualche problema verrà azzerato e rimarranno solo certezze e tranquillità. La nostra speranza è che questo articolo vi sia stato d'aiuto e che, in futuro, quando andrete a richiedere il vostro prestito personale, potrete apporre la vostra firma con sicurezza senza il timore di incappare in nessuno problematica. Non ci rimane che salutarvi e rimandarvi alla prossima guida utile sul mondo dei prestiti online. Una soluzione ottimale che, con certezza, richiede sempre le dovute conoscenze.

Articolo letto 590 volte

Vinicio Marchetti
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Per consentire l'erogazione ed il monitoraggio delle campagne pubblicitarie erogate tramite text-link vengono utilizzati alcuni sistemi di tracciamento che consentono di rilevare i click effettuati sui text-link stessi e, eventualmente, la lead effettuata tramite compilazione della form presente nella pagina di destinazione. In relazione a queste operazioni scaturisce una contitolarità tra la società ClickADV s.r.l. con sede in Via dell'Unione Europea n. 6/A-6/B, 20097 San Donato Milanese (MI) - email: privacy@payclick.it e la società cliente società cliente Signor Prestito S.P.A. con sede in Viale Delle Nazioni, n. 9 - 37135 Verona (VR) - email: privacy@signorprestito.it. Puoi ottenere maggiori informazioni prendendo visione della specifica informativa privacy

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO