Tutto sulle agevolazioni per lavorare in proprio e l'autoimpiego: come iscriversi e fare domanda?

Se si è stanchi di attendere un lavoro che non arriva è anche possibile lavorare in proprio, perché no? Non si è informati e si ha paura di sbagliare con la richiesta delle agevolazioni e non si sa da dove iniziare? Leggete qui le informazioni base e la documentazione da spedire.

Se si è stanchi di attendere un lavoro, una possibile assunzione mentre si lavora con un contratto a tempo determinato, di aspettare che il proprio stipendio raggiunga un importo con il quale sia possibile sostenersi, la soluzione potrebbe essere anche quella di guardare da un'altra parte. D'altronde un saggio proverbio dice che "non si può pretendere di cambiare la propria situazione se si continuano a fare sempre le stesse cose". Ecco. Si attende un'assunzione, un contratto di lavoro, perché allora non crearselo da soli?

Non è facile essere informati completamente su tutti i contributi e incentivi per lavorare in proprio o accedere alle agevolazioni per l'auto-impiego ma vi sono delle informazioni importanti e primarie da conoscere e con le quali è possibile cominciare a farsi un'idea più chiara sulla soluzione di crearsi una propria attività lavorativa, accedere al credito, registrarsi nei siti in cui è possibile fare domanda di contributi per il lavoro autonomo, scaricare la domanda di partecipazione e gli allegati. Continuate a leggere e avrete la soluzione che cercate.

Le agevolazioni per LAVORARE IN PROPRIO: QUALI?

Per lavorare in proprio e accedere alla propria nuova posizione lavorativa è possibile richiedere due tipologie di agevolazioni che permettono entrambe di sostenere l'avvio della propria attività non solo economicamente ma anche attraverso il sostegno con servizi e altre forme di mezzi:

  • agevolazioni finanziarie con l'erogazione di un capitale;
  • servizi a sostegno della fase prima di realizzazione e avvio del progetto.

Scegliere le AGEVOLAZIONI FINANZIARIE per lavorare in proprio: QUALI?

Se si scegliere di fare domanda per la prima tipologia di agevolazione, ovvero per le agevolazioni finanziarie , si richiede dunque un capitale che ha delle condizioni di erogazione e modalità di rimborso differenti in base all'attività lavorativa e alle particolarità del progetto. In linea generale, è possibile ottenere tre tipologie di agevolazioni finanziarie che si contraddistinguono per la percentuale di capitale concesso:

  • contributo a fondo perduto;
  • finanziamento a tasso agevolato a copertura del 100% degli investimenti.

Le AGEVOLAZIONI FINANZIARIE per lavorare in proprio: FINANZIAMENTO

Se si ha accesso al finanziamento a tasso agevolato è possibile ottenere un capitale complessivo dell'importo pari al costo degli investimenti, permettendo anche a coloro che non hanno un fondo di accedere a questa tipologia di agevolazione per lavorare in proprio. Questa tipologia di finanziamento a tasso agevolato, ammette un capitale erogabile per gli investimenti pari al 50% del totale delle agevolazioni finanziarie ammissibili, con un importo massimo di 15.494 euro.

Questa tipologia di finanziamento permette di fruire di un tasso di interesse agevolato pari al 30% del tasso vigente alla data di stipula del contratto, rimborsabile con un piano di ammortamento della durata di 5 anni con rate trimestrali di importo costante, che permettono di non avere sorprese nell'importo della rata. Inoltre, le rate sono posticipate per cui si aumentano i vantaggi e le agevolazioni nella restituzione.

Le AGEVOLAZIONI FINANZIARIE per lavorare in proprio: FONDO PERDUTO

Se, invece, si ha la possibilità di accedere al contributo a fondo perduto, è possibile ottenere una parte di capitale che non si ha l'obbligo di restituire. Il capitale massimo erogabile con questa tipologia di contributo è pari alla differenza tra gli investimenti ammissibili e l'importo del finanziamento a tasso agevolato, che non può superare l'importo di 5.164,57 euro.

Le AGEVOLAZIONI FINANZIARIE: SPESE AMMISSIBILI

Le agevolazioni finanziarie permettono di sostenere le spese di avvio della propria attività e della propria ricerca di lavorare in proprio, ammettendo nel computo del capitale di investimento le seguenti spese di investimento e di gestione:

  • acquisto di attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti;
  • acquisto di beni immateriali a utilità pluriennale;
  • acquisto materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti;
  • spese di interventi di ristrutturazione di immobili, entro il 10% del valore degli investimenti.
  • spese per utenze e canoni di locazione immobili;
  • oneri finanziari AD ESCLUSIONE del mutuo agevolato);
  • prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati.

Le AGEVOLAZIONI FINANZIARIE: SPESE NON AMMISSIBILI

Le agevolazioni finanziarie permettono di sostenere TUTTE le spese di avvio della propria attività ad eccezione delle spese indicate nell'elenco sottostante:

  • spesa per l'IVA;
  • attrezzature e macchinari usati;
  • spese sostenute in seguito alla data di presentazione della domanda di agevolazioni;
  • beni vincolati all'esclusiva attività per cui è stata concessa l'agevolazione.

Le AGEVOLAZIONI FINANZIARIE: SIMULAZIONI. Tabella I

Qui di seguito si propongono tre tabelle in cui si mostrano tre esempi di finanziamento agevolato per lavorare in proprio e gestire la propria posizione nell'auto-impiego: nella tabella I si simula l'investimento maggiore, di importo pari a 25.000 euro; nella II tabella un investimento di 18.500 euro, medio rispetto alle somme richieste per sostenere l'avviamento della propria attività; nella terza tabella è possibile valutare la convenienza di richiedere una piccola agevolazione:

INVESTIMENTO PER LAVORARE IN PROPRIO SPESE AMMISSIBILI PER LA GESTIONE TIPOLOGIA AGEVOLAZIONI EROGABILI CAPITALE EROGABILE
25.000 EURO 10.000 EURO FINANZIAMENTO A TASSO AGEVOLATO 15.082,29 EURO
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER INVESTIMENTI 9.917,72 EURO
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA GESTIONE
5.164,57 EURO

Le AGEVOLAZIONI FINANZIARIE: SIMULAZIONI. Tabella II

Ecco la tabella di simulazione di richiesta di agevolazioni per lavorare in proprio per un investimento pari a 18.500 euro.

INVESTIMENTO PER LAVORARE IN PROPRIO SPESE AMMISSIBILI PER LA GESTIONE TIPOLOGIA AGEVOLAZIONI EROGABILI CAPITALE EROGABILE
18.500 EURO 7.000 EURO FINANZIAMENTO A TASSO AGEVOLATO 11.832,29 EURO
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER INVESTIMENTI 6.667.72 EURO
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA GESTIONE
5.164,57 EURO

Le AGEVOLAZIONI FINANZIARIE: SIMULAZIONI. Tabella III

Ecco la tabella di simulazione di richiesta di agevolazioni per lavorare in proprio per un investimento pari a 9.000 euro.

INVESTIMENTO PER LAVORARE IN PROPRIO SPESE AMMISSIBILI PER LA GESTIONE TIPOLOGIA AGEVOLAZIONI EROGABILI CAPITALE EROGABILE
9.000 EURO 3.500 EURO FINANZIAMENTO A TASSO AGEVOLATO 6.250,00 EURO
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER INVESTIMENTI 2.750,00 EURO
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA GESTIONE
3.500,00 EURO

Le AGEVOLAZIONI con SERVIZI DI SOSTEGNO: FUNZIONAMENTO

Oltre alla scelta di agevolazioni finanziarie per sostenere il proprio lavoro autonomo, è possibile sceglie anche i servizi di sostegno che non comprendono l'erogazione di un capitale ma di un aiuto e sostegno specialistico durante la fase di realizzazione e di avvio del progetto. I servizi di sostegno prevedono assistenza tecnica e gestionale, gratuita, erogati da Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione d'investimenti e lo sviluppo d'impresa SpA, per la durata di un periodo massimo di un anno.

I servizi di sostegno costituiscono un'agevolazione importante per il soggetto che, nella prima fase di realizzazione della sua attività lavorativa, non necessita tanto di un sostegno economico, ma di un accompagnamento per rafforzarne le proprie competenze in ambito gestionale e nella fase di start up del proprio progetto, comprendendo:

  • seminari informativi, a livello regionale;
  • servizio di informazione e orientamento presso le proprie sedi territoriali;
  • un foglio di calcolo per quantificare l'importo dei contributi concedibili e valutare la rata.

Le AGEVOLAZIONI per LAVORARE IN PROPRIO: EROGAZIONE DEL CAPITALE

Il capitale concesso con le agevolazioni finanziarie è erogato in base al contratto stipulato tra Invitalia e il soggetto beneficiario, calcolando l'importo della rata da rimborsare e la durata del piano di ammortamento che non può superare i cinque anni. L'erogazione dell'agevolazione avviene in due modalità:

  • capitale con erogazione anticipata pari al 40% del totale;
  • capitale con erogazione a saldo.

NOTA BENE: la modalità di erogazione del capitale a saldo avviene inun'unica soluzione in seguito al completamento degli interventi, sulla base delle fatture pagate. Tutti gli investimenti devo essere fatti entro 6 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento.

Le AGEVOLAZIONI per LAVORARE IN PROPRIO: GESTIONE DEL CAPITALE

Con l'ottenimento dell'agevolazione finanziaria per lavorare in proprio è possibile richiedere un anticipo fino al 40% del totale complessivo delle spese previste e il saldo del capitale è erogato dietro presentazione delle fatture saldate. Inoltre è da ricordare che la richiesta di rimborso dei costi di gestione del primo anno di attività deve essere presentata entro 18 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto.   

Le AGEVOLAZIONI per LAVORARE IN PROPRIO: COME RICHIEDERLE?

Per richiedere le agevolazioni finanziarie e i servizi di sostegno è importante seguire l'iter espresso nella tabella sottostante, cliccando e scaricando i documenti richiesti o registrandosi nelle pagine dove richiesto:

PROCESSO DI RICHIESTA AGEVOLAZIONE E SERVIZI DI SOSTEGNO PER LAVORARE IN PROPRIO DOCUMENTAZIONE E ISCRIZIONE
PRIMA FASE REGISTRAZIONE
SECONDA FASE COMPILAZIONE DOMANDA
TERZA FASE COMPILAZIONE ALLEGATI
INVIO TRAMITE RACCOMANDATA A.R INVITALIA AUTOIMPIEGO, via Pietro Boccanelli 30 00138 Roma
INVESTIMENTO PER LAVORARE IN PROPRIO SPESE AMMISSIBILI PER LA GESTIONE TIPOLOGIA AGEVOLAZIONI EROGABILI CAPITALE EROGABILE
18.500 EURO 7.000 EURO FINANZIAMENTO A TASSO AGEVOLATO 11.832,29 EURO
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER INVESTIMENTI 6.667.72 EURO
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA GESTIONE
5.164,57 EURO

Articolo letto 7.195 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Per consentire l'erogazione ed il monitoraggio delle campagne pubblicitarie erogate tramite text-link vengono utilizzati alcuni sistemi di tracciamento che consentono di rilevare i click effettuati sui text-link stessi e, eventualmente, la lead effettuata tramite compilazione della form presente nella pagina di destinazione. In relazione a queste operazioni scaturisce una contitolarità tra la società ClickADV s.r.l. con sede in Via dell'Unione Europea n. 6/A-6/B, 20097 San Donato Milanese (MI) - email: privacy@payclick.it e la società cliente società cliente Signor Prestito S.P.A. con sede in Viale Delle Nazioni, n. 9 - 37135 Verona (VR) - email: privacy@signorprestito.it. Puoi ottenere maggiori informazioni prendendo visione della specifica informativa privacy

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO