La guida di Credem per la scelta del mutuo: i primi step e i documenti necessari per il mutuo

Tutto quello che un cliente desidera sapere da una banca in merito alla scelta di un mutuo. La guida attenta di Credem per i propri clienti riassunta in pochi passaggi: gli step preliminari e i documenti utili per inoltrare la richiesta di credito bancario.

La scelta di un mutuo costituisce sempre un'operazione complessa che può trasformarsi in rischiosa se non vengono valutate determinate caratteristiche e clausole. Per aiutare la propria clientela a scegliere il finanziamento in maniera appropriata alle proprie esigenze, Credem fornisce  gratuitamente una guida online, in modo tale da indirizzare verso al giusta via anche coloro i quali non possiedono molte conoscenze in merito ai prodotti bancari.

Qui di seguito si desidera fornire i passi essenziali, consigliati da Credem per scegliere al meglio il proprio mutuo.

PRIMA DI COMINCIARE

Prima di iniziare il discorso e fornire le linee guida per raccapezzarsi all'interno del mondo dei mutui di Credem, la stessa banca propone ai propri clienti un questionari per comprendere di quale tipologia di mutuo è in cerca il navigatore interessato.

Qui è disponibile un questionario preliminare per comprendere se il cliente è più interessato ad un mutuo finalizzato all'acquisto di una casa o per sostenere un mutuo esistente.

Per facilitare tale scelta, Credem fornisce una tabella riassuntiva comprendente tutte le caratteristiche e i vantaggi dei mutui offerti. In particolare, si sofferma sulle seguenti dichiarazioni:

  • sulla durata dei mutui che si aggira tra un minimo di cinque anni ad un massimo di trent'anni;
  • sulla periodicità delle rate, che solitamente è mensile, trimestrale o semestrale;
  • sulla finalità dei mutui, che può riguardare ad esempio l'acquisto, la costruzione, la ristrutturazione, o la sostituzione di una casa o surroga;
  • sulla parcella del notaio in caso di surroga, che è di competenza della banca;
  • sul piano di ammortamento
  • sugli interessi passivi, i quali vengono automaticamente inviati mediante una dichiarazione, da utilizzare ai fini delle detrazioni fiscali.

IL PRIMO STEP: L'ANALISI DELLE PROPRIE ESIGENZE

La guida fornisce precisi step da seguire per individuare il mutuo che fa al caso proprio. Si parte proprio dall'ANALISI DELLE PROPRIE ESIGENZE.

Nel caso in cui si scegliesse di accedere ad un mutuo ipotecario è indispensabile valutare i seguenti fattori:

  • quale sia il valore della casa che si desidera acquistare;
  • se si possiede già una parte di risparmi accantonati da utilizzare per l'acquisto della casa
  • quale sia la cifra che si desidera chiedere per l'acquisto della casa.

Per fare in modo che la propria scelte non sia affrettata, è opportuno valutare il bilancio della propria famiglia, valutando e confrontando le entrate e le uscite, in modo tale da determinare l'importo da destinare al pagamento delle rate del mutuo e di conseguenza scegliere l'offerta che fa al caso proprio.

Nel momento in cui si procede con la valutazione del mutuo, è importante anche considerare anche il fattore tranquillità, ovvero comprendere se il mutuo prescelto consente di proteggere ciò che di più una persona ha di caro o ciò che ha impegnato come ipoteca del mutuo: è opportuno attenzionare il piano tutela offerto dalla banca.

SECONDO STEP IL MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE DEL MUTUO

Una volta valutati gli elementi sopra indicati e scelto il mutuo adatto alle proprie esigenze, è arrivato il momento di recarsi in filiale per la sottoscrizione del contratto.

Al fine di non lasciare il proprio cliente sprovvisto delle informazioni necessarie, Credem fornisce un documento che fa chiarezza in merito a tutti i documenti necessari per attivare un mutuo. Qui di seguito si riporta tutta la documentazione presente sul sito credem.it , suddividendola per tipologia.

DOCUMENTI PERSONALI

Documento di identità in corso di validità;

Codice Fiscale;

Certificato di residenza;

Stato di famiglia (datato non oltre 30 giorni);

Estratto dall'atto di matrimonio con regime patrimoniale (in caso di separazione/divorzio anche sentenza/omologa dell'atto);

Se il cliente è di cittadinanza non italiana: permesso o carta di soggiorno in corso di validità;

Per i non clienti: estratto del conto corrente degli ultimi tre mesi;

Fotocopie assegni/bonifici utilizzati per l'acconto /saldo dell'operazione.

DOCUMENTI ATTESTANTI IL REDDITO

Per i lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato o per i pensionati

Ultime 3 buste paga consecutive o cedolino pensione anno in corso;

Ultimo mod 2011/CUD o 730/UNICO.

Per i lavoratori autonomi, per i liberi professionisti o per i soci in affari

Ultime due dichiarazioni dei redditi personali (Modello Unico) con ricevuta versamento imposte e comunicazione ricevimento da parte Ag. Entrate e ultime due dichiarazioni delle società di persone;

Bilanci della Ditta Individuale o società di persone (se obbligate a redigerlo);

Ultima dichiarazione IVA completa di ricevuta di versamento;

Certificato iscrizione C.C.I.A.A. (visura camerale) solo per lavoratori autonomi e liberi professionisti.

DOCUMENTI TECNICI PER L'EROGAZIONE DI UN NUOVO MUTUO

Finalizzato all'acquisto di un immobile

Preliminare di compravendita o rogito;

Atto di provenienza (precedente atto di compravendita dell'immobile portato a garanzia);

Planimetria - Scheda catastale NCEU con pertinenza (box, cantine);

Domanda di condono edilizio con ricevuta oblazione (se presente);

Convenzione sottostante immobile soggetto a edilizia convenzionata o zona PEEP (se presente).

Finalizzato alla costruzione di un immobile

Atto di acquisto del terreno (rogito);

Concessione edilizia nuova costruzione e/o Dichiarazione inizio attività (DIA);

Progetto costruzione approvata dal Comune;

Preventivo costi di costruzione (computo metrico);

Convenzione sottostante immobile soggetto a edilizia convenzionata o zona PEEP (se presente).

Finalizzato alla ristrutturazione di un immobile

Preliminare di compravendita o rogito;

Atto di provenienza (precedente atto di compravendita dell'immobile portato a garanzia);

Planimetria - Scheda catastale NCEU con pertinenza (box, cantine);

Domanda di condono edilizio con ricevuta oblazione (se presente);

Concessione edilizia nuova costruzione e/o Dichiarazione inizio attività (DIA);

Progetto costruzione approvata dal Comune;

Preventivo costi di costruzione (computo metrico);

Convenzione sottostante immobile soggetto a edilizia convenzionata o zona PEEP (se presente).

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per avere maggiori informazioni in merito all'argomento trattato, si consiglia di consultare il seguente link: guida mutuo.

Articolo letto 624 volte

Dott.ssa Sara Tomasello
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO