Prestiti in 24 ore per cattivi pagatori

Prestiti in 24 ore per cattivi pagatori, a chi rivolgersi e la valutazione merito creditizio che è essenziale per ottenerli da parte degli istituti di credito. La cessione del quinto, inoltre, è l'ultima spiaggia per i prestiti in 24 ore per cattivi pagatori, ecco perché e come fare.

Tutti coloro che hanno bisogno di un prestito spesso sperano non solo di ottenerlo dalla banca o dalla società finanziaria, ma anche di poter sfruttare un'erogazione rapida. L'ideale sarebbe quello di chiedere ed ottenere un prestito con un solo giorno di attesa, ovverosia in 24 ore, anche se magari in passato ci sono stati problemi con altri finanziamenti al punto da finire nella lista dei cattivi pagatori. Ma chi in realtà in Italia propone prestiti in 24 ore per cattivi pagatori?

Prestiti in 24 ore per cattivi pagatori, tutte le info

Prestiti in 24 ore per cattivi pagatori, a chi rivolgersi 

Ebbene, sulla carta tutti possono recarsi in banca, presso un'agenzia di una società finanziaria, oppure anche online, al fine di chiedere un prestito in 24 ore, dal lavoratore dipendente al pensionato e passando per il protestato e, appunto, per il cattivo pagatore. Spetterà poi alla banca valutare il merito creditizio del cliente e, anche in base alla documentazione reddituale presentata, decidere o meno se concedere il credito.

Prestiti in 24 ore per cattivi pagatori, la valutazione del merito creditizio 

Nella valutazione del merito creditizio la banca, accedendo alle banche dati, si accorgerà del fatto che in passato il cliente è stato un cattivo pagatore, ragion per cui presentandosi presso la filiale di un istituto di credito è bene subito far presente da un lato di voler accedere ad un prestito in 24 ore, e quindi ad erogazione rapida, e dall'altro che comunque in passato, magari spiegando le cause, ci sono stati dei problemi nel rispettare le scadenze relative a rate di mutui, finanziamenti, prestiti e/o di qualsiasi altro prodotto di accesso al credito come ad esempio il leasing finanziario.

Prestiti in 24 ore per cattivi pagatori, cosa serve 

Per chiedere ed ottenere prestiti in 24 ore, anche per cattivi pagatori, l'iter è quello standard ed è rappresentato dalla presentazione dei documenti di riconoscimento a livello anagrafico e fiscale, ovverosia la carta di identità ed il codice fiscale. Per avviare l'istruttoria anche il cattivo pagatore deve presentare la documentazione reddituale, ovverosia la busta paga, il cedolino della pensione o il modello Unico. Il reddito del richiedente deve essere idoneo e compatibile con l'importo del prestito richiesto e con l'ammontare della rata mensile in base al piano di ammortamento concordato, altrimenti la banca o la società finanziaria potrebbe rifiutarsi di concedere il credito. Se il reddito è adeguato, ma la banca si rifiuta di concedere il prestito essendo stati in passato dei cattivi pagatori, allora la situazione spesso si può sbloccare con un garante che in passato è stato sempre un soggetto solvibile, e che quindi funge da fideiussore.

Prestiti in 24 ore per cattivi pagatori, come sanare la propria posizione 

Chiedere ed ottenere prestiti in 24 ore in generale non è semplice visto che di norma molte banche e società finanziarie si concedono qualche giorno per l'esame e l'esito della pratica di istruttoria. Detto questo, ci sono comunque mediatori creditizi che concedono il credito anche in 24 ore specie se la banca o la società finanziaria permette di chiedere ed ottenere il prestito con procedura 100% online. Pur tuttavia, la condizione di essere dei cattivi pagatori può essere limitante e discriminante al fine di ottenere il prestito, ragion per cui la soluzione migliore per agevolare la concessione del credito è quella di saldare i debiti pregressi e scaduti, e richiedere successivamente la cancellazione del proprio nominativo quale cattivo pagatore nelle centrali rischi. Altrimenti, come sopra detto, per un cattivo pagatore la strada per cercare di ottenere un prestito è quella dell'esibizione di garanzie reali.

Prestiti in 24 ore per cattivi pagatori con la cessione del quinto 

Per una banca essere cattivi pagatori rappresenta un problema ai fini dell'erogazione del credito che, in particolare, quasi sempre porterà l'istituto di credito a chiedere quante più garanzie possibili. Detto questo, la strada per l'accesso al credito può farsi meno in salita puntando sui prestiti in 24 ore per cattivi pagatori con la cessione del quinto. Questa formula è ben apprezzata dalle banche, al fine di concedere prestiti anche ai cattivi pagatori, per due ragioni ben precise: i prestiti in 24 ore per cattivi pagatori con la cessione del quinto dello stipendio o della pensione prevedono l'obbligo di stipula di una copertura assicurativa; la rata dei prestiti in 24 ore per cattivi pagatori con la cessione del quinto viene incassata direttamente dalla banca attraverso la decurtazione in busta paga o sulla prestazione pensionistica. Il che significa che il contraente, anche se questo è cattivo pagatore, sui prestiti in 24 ore per cattivi pagatori con la cessione del quinto non dovrà saldare le rate del prestito con un bonifico o con il bollettino postale in quanto l'addebito mese dopo mese sarà in automatico fino alla scadenza del piano di ammortamento.

Prestiti in 24 ore con la cessione del quinto ai soggetti non bancabili 

I prestiti in 24 ore con la cessione del quinto, nel complesso, sono ideali per l'accesso al credito ai cosiddetti soggetti non bancabili, Trattasi, nello specifico, di cattivi pagatori, protestati e di persone che in passato hanno avuto problemi di morosità e/o di insolvenza nel pagare le rate di mutui, prestiti e finanziamenti al punto che nessuna banca è più disposta a concedere credito se non con forme più gestibili, in termini di presidio di rischio, come quella relativa proprio alla cessione del quinto con società come ad esempio la Findomestic.

Articolo letto 938 volte

Filadelfo Scamporrino
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Per consentire l'erogazione ed il monitoraggio delle campagne pubblicitarie erogate tramite text-link vengono utilizzati alcuni sistemi di tracciamento che consentono di rilevare i click effettuati sui text-link stessi e, eventualmente, la lead effettuata tramite compilazione della form presente nella pagina di destinazione. In relazione a queste operazioni scaturisce una contitolarità tra la società ClickADV s.r.l. con sede in Via dell'Unione Europea n. 6/A-6/B, 20097 San Donato Milanese (MI) - email: privacy@payclick.it e la società cliente società cliente Signor Prestito S.P.A. con sede in Viale Delle Nazioni, n. 9 - 37135 Verona (VR) - email: privacy@signorprestito.it. Puoi ottenere maggiori informazioni prendendo visione della specifica informativa privacy

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO