Contributi regionali prima casa Lombardia: l'agevolazione per RIDURRE LA RATA con la RIDUZIONE del TASSO DI INTERESSE

Con l'agevolazione per la prima casa della Regione Lombardia è ora possibile per le giovani coppie che hanno acceso un mutuo fare la richiesta di riduzione della rata, abbattendo il tasso di interesse di almeno 2 punti. Vediamo i dettagli di questo particolare contributo prima casa.

Anche la Regione Lombardia nell'ambito della necessità di favorire l'incremento del settore immobiliare e dell'acquisizione della proprietà di un'abitazione, si propone di erogare delle agevolazioni che permettano un accesso al credito e al mutuo prima casa con maggiore faciltà. Le agevolazioni per la richiesta di un mutuo o di incentivi per l'acquisto della prima casa sono destinate alle giovani coppie che, per mancanza di sufficienti garanzie, non hanno un diretto accesso ai finanziamenti di somme ingenti come quelle per l'acquisto di un immobile abitativo.

A tal proposito la Regione Lombardia, in collaborazione con Finlombarda S.p.A. e ABI Lombardia, e con quest'ultima sottoscrivendo il 3 luglio 2012 un protocollo d'intesa, ha messo a disposizione un fondo quale contributo complessivo di 4,5 milioni di euro, con il fine di abbattere fino a 2 punti percentuali il tasso di interesse applicato sulle rate semestrali del mutuo. Con un'equa distribuzione dei Fondi agli Istituti bancari convenzionati, la Regione Lombardia permette di aumentare la possibilità di accesso al mutuo delle giovani coppie, diventando la regione stessa la garanzia della regolare restituzione del denaro.

NOTA BENE: l'ente di credito ha un maggiore fondo di garanzia che viene dato direttamente dalla Regione tramite il fondo messo a disposizione, tutelando il tasso di interesse e la sua riduzione. Per chi volesse avere maggiori informazioni,si consiglia anche di consultare il sito sull misura del tasso di interesse di riferimento, in conformità con le disposizioni dell'Unione Europea.

Mutuo prima casa della Regione Lombardia: CARATTERISTICHE

La particolare agevolazione per l'accesso al mutuo della Regione Lombardia permette di ottenere un riduzione dell'importo rata, riducendo il tasso di interesse applicato anche di 2 punti di percentuale per i primi 5 anni del piano di ammortamento. In questo modo, il particolare contributo permette di agevolare il saldo del capitale finanziato. Per ottenere questa vantaggiosa agevolazione sul mutuo è però necessario che il finanziamento sia intestato a uno o a entrambi i coniugi e che sia stato stipulato tra il 01/06/2013 e il 31/12/2013. Inoltre il mutuo scelto deve avere una durata superiore ai 20 anni, in base alla tabella qui di sotto riportata:

AGEVOLAZIONE MUTUO PRIMA CASA REGIONE LOMBARDIA CARATTERISTICHE MUTUO PIANO DI RIMBORSO
RIDUZIONE DELLA RATA CON LA RIDUZIONE DEL TASSO DI INTERESSE STIPULATO TRA IL 01/06/2013 e il 31/12/2013 SUPERIORE A 20 ANNI
RIDUZIONE DELLA RATA PER I PRIMI 5 ANNI DEL PIANO DI RIMBORSO
INTESTATO A UNO O ENTRAMBI I CONIUGI
LIMITE DI 150.000 EURO

Mutuo e Contributi prima casa della Regione Lombardia: REQUISITI

Il mutuo e i contributi per l'acquisto della prima casa della Regione Lombardia costituiscono una vantaggiosa agevolazione per l'acquisto della prima casa e permettono di fruire di un tasso di interesse ridotto di 2 punti percentuali rispetto alle altre soluzioni di mutuo offerte dagli altri Istituti bancari. Per poter richiedere questa soluzione di contributo o mutuo regionale, è importante avere dei determinati requisiti personali, come descritto nello schema seguente:

  • giovani coppie sposate tra il 1° giugno e il 31 dicembre 2013;
  • non aver compiuto 40 anni;
  • non essere proprietario di un altro immobile nella regione Lombardia;
  • reddito ISEE tra 9.000 e 40.000 euro;
  • contratto di lavoro anche atipico;
  • residenza nella Regione Lombardia da almeno 5 anni;
  • essere titolare di un mutuo con uno degli Istituti convenzionati per il bando di agevolazione 2013.

Mutuo e Contributi prima casa della Regione Lombardia: REQUISITI IMMOBILE

Per ottenere i contributi o l'accesso alla riduzione della rata del mutuo tramite la riduzione del tasso di interesse, non solo il soggetto che presenta la domanda di agevolazione deve possedere dei requisiti personali, am anche l'immobile residenziale, quale prima casa, deve avere determinate caratteristiche, come esposto nella tabella seguente che ha l'intendo di riassumere i punti principali per meglio valutare se la vostra abitazione possiede determinate caratteristiche e può rientrare nella richiesta del mutuo della Regione Lombardia:

MUTUO PRIMA CASA REQUISITI IMMOBILE
AGEVOLAZIONE PER GIOVANI COPPIE VENDITA DA TERZI TRA IL 01/06/2013 E IL 31/12/2013
MATRIMONIO TRA IL 01/06/2013 E IL 31/12/2013 PRIMA CASA
FINO A 40 ANNI ESSERE DI PROPRIETA' DI UNO O ENTRAMBI I CONIUGI
PREZZO FINO A 280.000 EURO

Mutuo prima casa della Regione Lombardia: ISTITUTI BANCARI CONVENZIONATI

Per richiedere e ottenere il mutuo agevolato della Regione Lombardia è necessario, come detto precedentemente, avere determinati requisiti personali ma anche essere titolari di un mutuo prima casa con uno degli Istituti bancari convenzionati con Finlombarda S.p.A., ai quali l'accessione del finanziamento deve essere già stata richiesta e in corso prima della presentazione della domanda di agevolazione con i contributi regionali. Questa tipologia di mutuo ha infatti il fine di ridurre la rata, o meglio il tasso di interesse, del mutuo tradizionale, consentendo di avere una maggiore possibilità di corrispondere in modo regolare l'importo del capitale dovuto.

Mutuo e Contributi prima casa della Regione Lombardia: A CHI PRESENTARE DOMANDA?

Per ottenere l'agevolazione nella rata del mutuo prima casa della Regione Lombardia è necessario presentare domanda entro il 28 febbraio 2014 presso uno degli Istituti bancari convenzionati con Finlombarda S.p.A, come sopra riportato, con in allegato i moduli disponibili nei siti della Direzione Generale Casa di Finlombarda e dell'ABI - Associazione bancaria Italiana. Qui di seguito si propone la domanda di richiesta dell'agevolazione della rata mutuo, da copiare e presentare con certificazione ISEE, che si ricorda non deve essere superiore ai 40.000 euro, certificato di matrimonio e documento d'identità:

MODELLO DI DOMANDA

 Domanda di ammissione all'erogazione di mutui in favore di giovani coppie con contributo in conto interessi ai sensi delle Deliberazioni di Giunta Regionale n. IX/3301 del 18/04/2012 e n. X/210 del 31/05/2013

 Parte riservata al Richiedente

Spett.le

Banca ………………………

 

Il sottoscritto________________________________, Cod. Fisc. _______________, nato/a a _______________ prov. ____, il _______________, residente a _______________ prov. ____, via / piazza _______________, tel. ________________,

 

E/O

 

la sottoscritta _________________________________, Cod. Fisc. _______________, nato/a a _______________ prov. ____, il _______________, residente a _______________ prov. ____, via / piazza _______________, tel. ________________,

ai sensi degli articoli 46 e 47 del d.P.R. 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall'articolo 76 del D.P.R. 445/2000, per le ipotesi di dichiarazioni mendaci e falsità in atti,

 

DICHIARA/NO

di avere preso visione e di conoscere i contenuti di cui alla DGR IX/3301 del 18/04/2012 e alla DGR X/210 del 31/05/2013 a valere sul "Fondo per l'accesso alla prima casa a favore delle giovani coppie" e del "Regolamento operativo per l'accesso alle agevolazioni a valere sul Fondo per l'accesso alla prima casa a favore delle giovani coppie";

- che nessuno dei componenti della coppia ha compiuto il 40esimo anno di età

- di avere contratto matrimonio in data________________

- (compilare solo in caso di dichiarazione resa solo da uno dei componenti della coppia) con il coniuge ________________;

- Di impegnarsi a contrarre matrimonio entro il 31 dicembre 2013, celebrato con rito civile o religioso concordatario,

- (compilare solo in caso di dichiarazione resa solo da uno dei componenti della coppia) con il coniuge ____________________________;

- Che in data______________________ ha/hanno acquistato l'alloggio sito in via ______________________ a ______________________ adibito a prima casa e che tale acquisto è comprovato da Atto notarile;

- Che ha/hanno presentato domanda per trasferire la residenza nell'alloggio oggetto di agevolazione. all'indirizzo indicato al punto precedente, al più entro sessanta (60) giorni dall'Atto notarile di acquisto;

- Che presenterà/ranno la domanda per trasferire la residenza nell'alloggio oggetto di agevolazione. all'indirizzo indicato al punto precedente, al più entro sessanta (60) giorni dall'Atto notarile di acquisto;

 - Che è / sono residente / i in Regione Lombardia da almeno cinque (5) anni;

- Che non ha / hanno usufruito di altre agevolazioni per le stesse finalità previste da questo contributo ad eccezione dell'ammissione al "Fondo per l'accesso al credito per l'acquisto della prima casa da parte delle giovani coppie o dei nuclei familiari monogenitoriali con figli minori con priorità per quelli i cui componenti non risultano occupati con rapporto di lavoro a tempo indeterminato istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della gioventù a decorrere dal 1° Settembre 2008";

- Che non possiede / possiedono altro alloggio nel territorio della Regione Lombardia;

CHIEDE/ONO

la concessione del contributo in conto interessi ai sensi di quanto previsto dalle DGR IX/3301 del 18/04/2012 e X/210 del 31/05/2013 a valere sul "Fondo per l'accesso alla prima casa a favore delle giovani coppie"

DICHIARA/NO

Che la dichiarazione ISEE allegata tiene in considerazione:

  • il reddito complessivo IRPEF relativo all'anno ______ del/della sottoscritto/a e del coniuge / dei sottoscritti;
  • il patrimonio immobiliare posseduto alla data del 31.12.2012 dal/la sottoscritto/a e del coniuge / dai sottoscritti;
  • il patrimonio mobiliare posseduto alla data del 31.12.2012 dal/la sottoscritto/a e del coniuge / dei sottoscritti;
 

ed ESPRIME/ONO IL CONSENSO

In relazione alle disposizioni recate dal decreto legislativo 196/2003 e alla correlata informativa resa dalla banca finanziatrice, a che i dati personali riguardanti la coppia e il contratto di finanziamento con la banca vengano comunicati a Regione Lombardia e a Finlombarda S.p.A., che potranno trattarli per le finalità istituzionali, connesse o strumentali, e potranno altresì comunicarle ad ogni altro soggetto interessato alla gestione degli interventi agevolativi richiesti.

Data, ____________________                                           

_________________________

Firma del Richiedente

_________________________

Firma del Richiedente

Allegati:

- Certificazione ISEE relativa all'anno ______ dei coniugi;

- Certificato di matrimonio (in caso di matrimonio già celebrato);

- Copia dei documenti in corso di validità e codici fiscali dei coniugi.

Articolo letto 3.346 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Per consentire l'erogazione ed il monitoraggio delle campagne pubblicitarie erogate tramite text-link vengono utilizzati alcuni sistemi di tracciamento che consentono di rilevare i click effettuati sui text-link stessi e, eventualmente, la lead effettuata tramite compilazione della form presente nella pagina di destinazione. In relazione a queste operazioni scaturisce una contitolarità tra la società ClickADV s.r.l. con sede in Via dell'Unione Europea n. 6/A-6/B, 20097 San Donato Milanese (MI) - email: privacy@payclick.it e la società cliente società cliente Signor Prestito S.P.A. con sede in Viale Delle Nazioni, n. 9 - 37135 Verona (VR) - email: privacy@signorprestito.it. Puoi ottenere maggiori informazioni prendendo visione della specifica informativa privacy

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO