Prestiti senza garante: quali prestiti è possibile richiedere, i requisiti, il rimborso e tutti i consigli per non sbagliare

Non è inusuale che nella richiesta di un prestito o mutuo l'ente di credito richieda la presenza di un garante che paghi per noi nel caso di insolvenza. Sì, perché questo è il suo ruolo. Ma come si fa se non si ha un garante? Ecco i prestiti che si possono richiedere comunque.

Se si ha bisogno di un prestito personale o di un mutuo per l'acquisto della prima casa, non è inusuale che l'Istituto bancario richieda, oltre ai requisiti personali e reddituali, la presenza di un garante, di un terza persona che, nel caso di mancato pagamento, di insolvenza o di difficoltà di corrispondere le rate per le più svariate motivazioni, possa pagare per noi. La figura del garante deve essere, dunque, una figura molto vicina a noi, considerata l'importanza, e anche la pericolosità, di sottoscrivere un tale contratto.

Non è, infatti, scontata la possibilità di poter fruire di un garante, motivo per cui si esclude e si riducono le possibilità di ottenere il finanziamento. Come fare allora se non si ha un garante? È possibile richiedere un prestito personale, un finanziamento, un mutuo anche se non si ha questa figura al proprio fianco? Vediamo insieme i dettagli di tutte le tipologie di prestiti che è possibile ottenere, e per i quali si ha maggiore possibilità di accettazione e accesso al credito, i requisiti, le condizioni della richiesta, la documentazione e le eventuali altre garanzie da esibire all'Istituto di credito a sostituzione del garante.

Prestiti senza garante: COME SOSTITUIRLO?

La prima cosa importante da sapere è che, in linea generale, l'Istituto bancario che non richiedere la presenza di un garante per accedere al credito richiede una forma di sostituzione di questa figura, in quanto ogni ente di credito ha l'obiettivo di garantirsi la restituzione/recupero del capitale erogato. A tal fine richiede al soggetto delle garanzie che, se non sono terze persone come il garante, appartengono alla tipologia di beni materiali, come per esempio è un immobile da sottoporre a ipoteca del valore uguale o superiore alla somma richiesta.

In ogni caso, questa forma di garante è da considerare solo nel caso di prestiti, finanziamenti o mutuo, per i quali è richiesta una somma di denaro elevata (differente è il caso di un prestito personale di 5.000 euro, per esempio, in cui la somma è ridotta e più facilmente recuperabile). Il garante costituisce una garanzia necessaria per l'Istituto bancario se il soggetto che richiede il prestito personale non ha una condizione reddituale sufficiente, un contratto di lavoro atipico, ha una retribuzione non adeguata ai fini del finanziamento o è un neoassunto.

Prestiti senza garante: CHI è il GARANTE?

Nella sottoscrizione di un prestito personale è una figura essenziale se non si possiedono i requisiti reddituali per accedere al prestito, ma chi è esattamente? Conoscendo le caratteristiche della figura del garante sarà anche più facile ricercare le soluzioni per sostituirlo e ottenere il prestito desiderato:

IL GARANTE

Il garante è una figura che ha la reale possibilità di corrispondere il debito del soggetto che sottoscrive il prestito: il contratto di lavoro a tempo indeterminato è il requisito maggiormente richiesto.

Prestiti senza garante: TIPOLOGIE

Se non si ha un garante al quale richiedere di garantire per noi la reale restituzione del credito, è possibile optare per altre soluzioni specifiche di prestito che per caratteristiche e condizioni di accesso non richiedono la presenza di un garante. Sul mercato finanziario esistono numerose tipologie di prestito personale senza garante:

  • cessione del quinto dello stipendio o pensione;
  • prestito delega;
  • piccolo prestito ricaricabile;
  • carta di credito;
  • finanziamento finalizzato;
  • prestito cambializzato.

Prestiti senza garante: CESSIONE del QUINTO e PRESTITO DELEGA

Ogni tipologia di prestito personale sopra elencato non necessita della presenza di un garante, in quanto le condizioni di sottoscrizione prevedono la garanzia di un reddito, come per esempio è il caso della cessione del quinto o del prestito delega, in cui la rata, che rispettivamente non può essere superiore a 1/5 e 2/5 dello stipendio al netto, è detratta direttamente dalla retribuzione da parte del datore di lavoro che la versa all'Istituto di credito. In questo caso il garante per l'ente di credito è lo stesso datore di lavoro che non può rifiutarsi nell'accettare la forma della cessione del quinto (può invece rifiutare di accettare il prestito delega) versando le rate dovute.

Prestiti senza garante: CARTA DI CREDITO e PICCOLO PRESTITO

Le altre forme di credito, come il piccolo prestito ricaricabile, la carta di credito o il finanziamento finalizzato non prevedono la figura del garante per la ridotta entità della somma prestata e facilmente recuperabile. Si tratta di piccole somme che possono arrivare anche a 5.000 euro, si pensi per esempio a un finanziamento finalizzato all'acquisto di un prodotto di alta tecnologia, un pc, un computer. Vi sono, inoltre, da considerare i fattori reddituali e la propria retribuzione mensile ma in linea generale queste forme di prestito personale non richiedono un garante.

Prestiti senza garante: PRESTITO CAMBIALIZZATO

Un caso differente è quello del prestito cambializzato che non prevede la figura del garante, in quanto la forma di rimborso utilizzata è la cambiale, dal titolo esecutivo. Ciò significa, infatti, che in caso di insolvenza o mancato pagamento, anche di una/due rate, il bene è pignorato. Questa è garanzia per l'Istituto di credito di recuperare il capitale erogato con il finanziamento: l'ente di credito di rifà direttamente sul bene acquistato con il denaro erogato con il prestito personale.

La cambiale è il mezzo di credito e allo stesso tempo il garante della restituzione del prestito personale erogato. Con la sottoscrizione delle cambiali per il pagamento/rimborso del finanziamento, queste diventano le rate mensili,  e il modo con il quale l'Istituto bancario, in caso di mancato pagamento degli importi dovuti, può avanzare delle procedure di pignoramento del bene o, se non pignorabile, richiedere il pagamento attraverso altri beni di pari valore. Questo è il motivo per il quale questa forma di prestito non prevede il garante.

Prestiti senza garante: ALTRE FORME DI GARANZIA in sostituzione del GARANTE

Nel caso in cui le forme di prestito personale o finanziamento non siano adatte a risolvere la propria situazione finanziaria e si abbia la necessità di ottenere una quota superiore rispetto a quelle consentite senza garante, come detto nella premessa, è possibile tentare di sostituire la figura del garante con altre forme di garanzia, come per esempio la titolarità di beni mobili e immobili, che possono essere esibiti all'Istituto bancario in seguito al calcolo del loro valore sul mercato.

Uno dei beni che potrebbe sostituire la figura del garante nella certezza della restituzione del capitale erogato, è l'esibizione di un immobile di proprietà, un terreno, un box, un garage, di valore uguale o superiore alla somma richiesta. Questa soluzione può essere adottata per l'accesso al credito di somme che superano 50.000 euro: in caso di insolvenza, l'ente di credito può rifarsi sull'immobile o terreno, spingendo per la vendita del bene.

IL CANONE DI AFFITTO!

La garanzia del canone di affitto nella restituzione del credito è molto spesso utilizzata anche dai soggetti senza busta paga (lavoratori con una retribuzione mensile non certificata, con contratti atipici o di collaborazione).

Una seconda opportunità da sfruttare per l'ottenimento di un prestito personale o finanziamento senza garante è quella del canone di affitto. Il ricevimento di un canone di locazione per un immobile o un box è da considerarsi una garanzia di reddito aggiuntivo e, in base alla durata del contratto e dall'importo ricevuto, costituisce una reale garanzia su cui rifarsi. Si consideri, inoltre, la titolarità dell'immobile che, al momento della presenza di affittuari non è possibile esibire come garanzia ma vi è la possibilità di considerare la somma del canone come un reddito da investire per corrispondere le rate del finanziamento.

Prestiti senza garante: GARANZIA DEI BENI DI VALORE

Una terza possibilità per accedere al credito è quella di mettere in pegno degli oggetti di valore che, valutati nel loro valore, permettono di ottenere una somma liquida per le nostre esigenze di spesa. Questa forma di garanzia appartiene alla tipologia di prestiti su pegno, spesso utilizzati da soggetti senza busta paga, come sopra riportato, che rimangono esclusi dal credito. Con questa particolare forma di prestito personale senza garante è possibile dare in pegno gioielli, beni di valore di qualsiasi tipologia.

Il soggetto che sottoscrive il prestito cede il proprio bene dello stesso valore del capitale che richiede come finanziamento e che in caso di mancato pagamento potrà essere venduto all'asta per recuperare la somma erogata. L'Istituto bancario stima il bene in proporzione al valore commerciale del momento e eroga la liquidità corrispondente: il bene è il pegno, il garante della restituzione del denaro prestato, in base alle condizioni e caratteristiche del prestito esposte nella seguente tabella:

PRESTITO SU PEGNO GARANTE DURATA DEL PRESTITO
LIQUIDITA' IN BASE AL VALORE DEL BENE CEDUTO BENE CEDUTO DA 3 A 6 MESI

Prestiti senza garante: PICCOLO PRESTITO RICARICABILE

Con l'esaurimento delle possibilità di avere una garanzia da adottare per ottenere un prestito personale, se si ha la necessità di avere una piccola somma liquida, è anche possibile optare per una carta di credito o per la sottoscrizione di un piccolo prestito ricaricabile su carta prepagata. Non sono sicuramente le tipologie di prestiti senza garante tra le più convenienti, considerando che il tasso di interesse applicato può arrivare fino all'11% ma costituiscono le forme di prestito e finanziamento di ampio e facile accesso senza il bisogno di avere un garante.

Prestiti senza garante: A CHI RIVOLGERSI?

Per comprendere meglio e farsi un'idea più dettagliata sulle reali possibilità di ottenere un prestito o finanziamento senza garante, si consiglia di consultare la tabella seguente n cui sono elencati tutti gli Istituti bancari che concedono questa forma di prestito, le tipologie e le caratteristiche del finanziamento, in modo da scegliere quello maggiormente adatto alle proprie esigenze e condizioni di spesa:

ISTITUTI CHE OFFRONO PRESTITI SENZA GARANTE CONDIZIONI E CARATTERISTICHE
POSTE ITALIANE
AGOS DUCATO
FINANZIAMENTI PERSONALI
FINDOMESTIC
UNICREDIT
FINDOMESTIC
FINALTEL PRESTITI PERSONALI

Articolo letto 6.735 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Per consentire l'erogazione ed il monitoraggio delle campagne pubblicitarie erogate tramite text-link vengono utilizzati alcuni sistemi di tracciamento che consentono di rilevare i click effettuati sui text-link stessi e, eventualmente, la lead effettuata tramite compilazione della form presente nella pagina di destinazione. In relazione a queste operazioni scaturisce una contitolarità tra la società ClickADV s.r.l. con sede in Via dell'Unione Europea n. 6/A-6/B, 20097 San Donato Milanese (MI) - email: privacy@payclick.it e la società cliente società cliente Signor Prestito S.P.A. con sede in Viale Delle Nazioni, n. 9 - 37135 Verona (VR) - email: privacy@signorprestito.it. Puoi ottenere maggiori informazioni prendendo visione della specifica informativa privacy

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO