Hai tutti i requisiti per richiedere l'assegno sociale nel 2015? Scopri se è vero e conosci tutte le informazioni al riguardo

Tutto quello che è necessario conoscere sull'assegno sociale per il 2015: quali sono i requisiti? Chi può beneficiarne? Tutti i focus e gli approfondimenti sui redditi e gli importi erogati.

L'assegno sociale può essere considerato un sostituto della pensione sociale. A partire dal 1° gennaio 2006, è stata garantita una prestazione economica in favore di quei cittadini che si trovano in condizioni poco favorevoli e disagiate, ovvero per tutti coloro che hanno redditi non superiori alle soglie previste annualmente dalla legge.

Il diritto all'assegno sociale è subordinato al reddito personale di ogni cittadino non coniugato, oppure a quello cumulato, in caso di cittadini coniugati (reddito di un coniuge + reddito di un coniuge).

In questa sede si desidera focalizzare l'attenzione sulle caratteristiche, i requisiti degli assegni sociali, ma anche sulle modalità e sugli importi che contraddistinguono tale previdenza economica, nel 2015.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DELL'ASSEGNO SOCIALE?

L'assegno sociale si caratterizza per la provvisorietà, in quanto le verifiche sul reddito vengono fatte annualmente.

Inoltre, tale previdenza non è reversibile ai familiari superstiti ed è inesportabile, dunque non può essere esportato a parenti residenti in uno stato estero; nel caso in cui il titolare soggiornasse fuori dai confini nazionali per un periodo di tempo superiore ai trenta giorni, l'assegno sociale viene sospeso: un volta decorso un anno dalla sospensione, la prestazione viene revocata.

In ultimo, l'assegno sociale non è soggetto alle trattenute IRPEF.

QUALI SONO I REQUISITI PER BENEFICIARE DELL'ASSEGNO SOCIALE ANCHE NEL 2015?

L'assegno sociale Inps viene erogato a coloro i quali hanno raggiunto i sessantacinque anni di età; tale prestazione assistenziale non si basa sui contributi versati, in quanto viene concessa agli anziani con basso reddito.

Va da sè che non tutti possono inoltrare la richiesta di assegno sociale, in quanto è necessario che vengano soddisfatti i seguenti requisiti, ovvero:

  • aver raggiunto i 65 anni (e tre mesi) di età;
  • essere cittadino italiano o cittadino dell'UE (residenti in Italia);
  • esser cittadino extracomunitario in possesso del permesso di soggiorno CE per i soggiornanti di lungo periodo;
  • avere la residenza in Italia
  • essere sprovvisto di reddito, o meglio di essere in possesso di un reddito di importo inferiore ai limiti stabiliti dalla legge
  • aver soggiornato legalmente ed in via continuativa all'interno del territorio italiano per almeno dieci anni (requisito introdotto a partire dal 1° gennaio 2009).

UNA PRECISAZIONE SUL REDDITO

Nel caso in cui il richiedente non è coniugato, la dichiarazione del redito lordo annuo per il 2015 non deve essere superiore a 5.830,76€.

Nel caso in cui il richiedente è coniugato il limite di reddito è chiaramente raddoppiato, ovvero pari a 11.661,52€, con riferimento alla dichiarazione del reddito lordo annuo di entrambi i coniugi.

FOCUS: VIDEO SUI REQUISITI NECESSARI PER RICEVERE L'ASSEGNO SOCIALE NEL 2014

COME INOLTRARE LA RICHIESTA PER L'ASSEGNO SOCIALE PER L'ANNO 2015?

La domanda per l'assegno sociale deve essere inoltrata esclusivamente per via telematica ai seguenti recapito Inps:

  • online, direttamente dal portale www.inps.it, in questo caso è necessario essere dotati di codice PIN;
  • via telefono, contattando il numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile a pagamento;
  • mettendosi in contatto con i patronati o gli intermediari dell'Istituto, usufruendo dei servizi telematici.

QUANDO VIENE EROGATO L'ASSEGNO SOCIALE? QUALE È L'IMPORTO DELL'ASSEGNO SOCIALE PER IL 2015?

Nel caso in cui risultino soddisfatti i requisiti previsti dalla legge, l'emissione dell'assegno sociale decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda.

L'importo dell'assegno sociale per l'anno 2015 è pari a 448,52€ che vengono erogati in tredici mesi, per un totale annuo di euro 5.830,76€. In qualsiasi caso l'importo mensile dell'assegno non può superare un importo di 448,52€.

Hanno il diritto a beneficiare dell'assegno sociale in misura intera i seguenti soggetti:

  • gli individui non coniugati che non possiedono alcun reddito;
  • gli individui coniugati che possiedono un reddito familiare inferiore all'importo annuale dell'assegno.

Invece, hanno diritto all'assegno sociale in misura ridotta i seguenti soggetti:

  • gli individui non coniugati che hanno un reddito inferiore all'importo annuo dell'assegno;
  • gli individui coniugati che hanno un reddito familiare inferiore al doppio dell'importo annuo dell'assegno.

QUALI SONO I REDDITI DEL RICHIEDENTE CHE VENGONO CONTEGGIATI AI FINI DELL'ATTRIBUZIONE DELL'ASSEGNO SOCIALE?

Qui di seguito si fornisce una tabella che consente di consultare in maniera semplice e immediata i redditi del richiedente e del coniuge che vengono conteggiati per l'attribuzione dell'assegno sociale.

I REDDITI CHE VENGONO CONSIDERATI 

I REDDITI CHE NON VENGONO CONSIDERATI

  • redditi assoggettabili all'IRPEF, al netto dell'imposizione fiscale e contributiva;
  • redditi esenti da imposta;
  • redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d'imposta (vincite derivanti dalla sorte, da giochi di abilità, da concorsi a premi, corrisposte dallo Stato, da persone giuridiche pubbliche e private);
  • redditi soggetti ad imposta sostitutiva (interessi postali e bancari; interessi dei BOT,CCT e di ogni altro titolo di Stato; interessi, premi ed altri frutti delle obbligazioni e titoli similari, emessi da banche e società per azioni; etc.);
  • redditi di terreni e fabbricati;
  • pensioni di guerra;
  • rendite vitalizie erogate dall'INAIL;
  • pensioni dirette erogate da Stati esteri;
  • pensioni ed assegni erogati agli invalidi civili, ai ciechi civili, ai sordi;
  • assegni alimentari corrisposti a norma del codice civile.
  • i trattamenti di fine rapporto e le anticipazioni sui trattamenti stessi;
  • il reddito della casa di abitazione;
  • le competenze arretrate soggette a tassazione separata;
  • le indennità di accompagnamento per invalidi civili, ciechi civili e le indennità di comunicazione per i sordi;
  • assegno vitalizio erogato agli ex combattenti della guerra 1915/1918;
  • arretrati di lavoro dipendente prestato all'estero.

PER CONCLUDERE: FOCUS LA PENSIONE È ASSEGNO SOCIALE ART.38 COSTITUZIONE ITALIANA

Articolo letto 1.770 volte

Dott.ssa Sara Tomasello
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO