Il prestito veloce INPDAP per dipendenti e ex dipendenti pubblici ma anche per protestati: fino a 30.000 euro e oltre

Il prestito veloce INPDAP è dedicato ai dipendenti e ex dipendenti pubblici, ma anche ai soggetti segnalati Crif possono accedere a questa tipologia di credito apportando ulteriori garanzie: in 24 o 48 ore è possibile ottenere fino a 30.000 euro con un tasso di interesse vantaggioso.

Un finanziamento è quello che ci serve in caso di spese urgenti da sostenere, spese improvvise, costi non calcolati: proprio perché sopraggiunti in un periodo in cui NON si aveva davvero l'intenzione di "spendere" non si ha la disponibilità economica. La necessità di una somma liquida in pochi giorni è la sola soluzione. Ma come fare se la maggior parte degli Istituti bancari impiega dai 3 ai 5 giorni lavorativi per la concessione e erogazione del capitale? Nessun problema se si sceglie un prestito veloce (anche senza busta paga o reddito dimostrabile) che permette di ottenere un capitale in un periodo di tempo dalle 24 alle 48 ore.

Grazie a una tempistica di erogazione molto ridotta, che consente di sopperire alle spese impreviste, il prestito veloce si inserisce tra le tipologie di finanziamenti in grado di soddisfare le svariate esigenze economiche in continuo movimento. E proprio per questo motivo anche gli Istituti finanziari si impegnano giornalmente per ricercare la soluzione di finanziamento maggiormente in grado di risolvere più tipologie di problematiche possibile: il prestito veloce Inpdap è uno di questi prestiti. In un tempo massimo di 48 ore è in grado di erogare sul conto corrente postale o bancario del beneficiario la somma richiesta.

Il prestito veloce Inpdap: CARATTERISTICHE

Il Prestito veloce Inpdap è una forma di finanziamento che consente di ottenere la somma liquida di cui si ha bisogno in poche ore con un tasso di interesse vantaggioso. Da un minimo di 24 a un massimo di 48 ore è possibile avere sul proprio conto corrente bancario o postale un capitale fino a 30.000 euro con un tasso di interesse applicato sulle rate di 3,90%.

ATTENZIONE: il tasso di interesse del prestito veloce Inpdap è variabile in base alla modalità di finanziamento e di restituzione del capitale scelta: il valore del 3,90% è quello rilevato se, per requisiti, retribuzione o contratto lavorativo, si ha la possibilità di accedere alla cessione del quinto.

La possibilità di detrarre la rata direttamente dallo stipendio o dalla pensione comporta una maggiore garanzia per l'Istituto bancario nella concessione del capitale, mostrandosi più propenso all'accettazione del credito, riducendo anche le tempistiche di verifica della documentazione e dei requisiti, e applicando dei tassi di interesse inferiori, in quanto i rischi di insolvenza sono inferiori. E' infatti lo stesso datore di lavoro a prelevare la somma dovuta, che non può comunque mai superare 1/5 dello stipendio al netto, e versare l'importo direttamente all'ente erogatore del prestito.

Il prestito veloce Inpdap: TABELLA RIASSUNTIVA

Per comprendere meglio e ricapitolare, osserva anche la tabella seguente in cui sono evidenziati i caratteri principali del prestito veloce Inpdap:

PRESTITO VELOCE INPDAP RATA E TEMPI DI EROGAZIONE DEL CAPITALE
MODALITA' DI RESTITUZIONE
PRESTITO PERSONALE CON RATE MENSILI CON BOLLETTINO POSTALE O BONIFICO
  • EROGAZIONE DALLE 24 ALLE 48 ORE;
  • TASSO VANTAGGIOSO;
  • RATA E CAPITALE VARIABILE FINO ALLE 30.000 EURO.
  • BOLLETTINO POSTALE;
  • BONIFICO BANCARIO.
CESSIONE DEL QUINTO
  • EROGAZIONE DALLE 24 ALLE 48 ORE;
  • TASSO DI INTERESSE DEL 3,90%;
  • CAPITALE FINO ALLE 30.000 EURO;
  • RATA NON SUPERIORE A 1/5 DELLO STIPENDIO AL NETTO;
  • PIANO DI RIMBORSO FINO A 10 ANNI.
DETRAZIONE DELLA RATA SULLO STIPENDIO DA PARTE DEL DATORE DI LAVORO.

Il prestito veloce Inpdap: CHI PUO' RICHIEDERLO E QUANTO?

Il Prestito veloce Inpdap è una soluzione di finanziamento per i dipendenti o ex dipendenti pubblici: il capitale erogato è variabile in base alla situazione creditizia del soggetto richiedente, anche se in linea generale, la somma massima concessa è di 30.000 euro.

COSA C'E' DA CONSIDERARE: Si intende segnalare la somma massima di capitale di 30.000 euro in quanto, se il soggetto richiedente il prestito veloce Inpdap, è stato segnalato precedentemente alla Centrale Crif, inserito nella lista dei cattivi pagatori o è stato protestato, la somma liquida è comunque concessa, ma il capitale è inferiore rispetto alle altre tipologie di categorie lavorative. La somma di 30.000 euro costituisce dunque il capitale concesso con il prestito veloce Inpdap a tutte le categorie, senza distinzione.

Il prestito veloce Inpdap: ottenere più di 30.000 euro SE PROTESTATO

Il prestito veloce Inpdap, come abbiamo visto nel paragrafo sopra, permette di ottenere una somma massima generale di 30.000 euro, ma se si è un soggetto segnalato al Crif, le possibilità di avere una somma liquida di tal valore si riducono. Sopratutto se si richiede una somma superiore ai 30.000 euro. E' però possibile, in questa condizione, apportare maggiori garanzie nella regolare restituzione del capitale finanziario. Una buona soluzione è quella di avvalersi di un garante o di un fideiussore, titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato, che si assume il compito di saldare il debito contratto in caso di insolvenza.

Se non si ha la possibilità di avere una terza persona che garantisca per noi, se non si desidera "chiedere il favore", in quanto la figura del garante implica un legame di alta responsabilità di fronte all'ente erogatore del prestito, che può avanzare prestese verso questi in caso di mancato pagamento, un'altra soluzione è quella di apportare la garanzia di un immobile di proprietà di valore superiore o pari alla somma finanziata. In caso di impossibilità nel pagamento, l'Istituto bancario può avanzare delle azioni per la vendita dell'immobile per recuperare il capitale erogato con il prestito.

UNA TABELLA PER RICAPITOLARE: REQUISITI E CAPITALE nel prestito veloce INPDAP

Qui di seguito si propone una tabella che ricapitola i destinatari del prestito veloce Inpdap, la somma massima erogabile e le possibilità per coloro che desiderano ottenere una somma maggiore della soglia prestabilita di avere comunque il capitale necessario apportando delle ulteriori garanzie alla regolare restituzione della somma finanziata:

DESTINATARI DEL PRESTITO VELOCE INPDAP CAPITALE MASSIMO EROGABILE RICHIESTA SOMMA OLTRE I 30.000 EURO
DIPENDENTI o EX DIPENDENTI PUBBLICI

CAPITALE MASSIMO EROGABILE VARIABILE IN IN BASE ALLA RETRIBUZIONE MENSILE:

  • FINO A 30.000 EURO [1]
  • (ANCHE) OLTRE I 30.000 EURO.

POSSIBILE CON:

  • PIANO DI RIMBORSO TRADIZIONALE CON BOLLETTINI O BONIFICO BANCARIO;
  • CESSIONE DEL QUINTO CON PIANO DI RIMBORSO FINO A 10 ANNI.
CATTIVI PAGATORI O PROTESTATI FINO A 30.000 EURO

ULTERIORI GARANZIE:

  • GARANTE o FIDEIUSSORE;
  • IMMOBILE DI PROPRIETA' DI VALORE PARI O SUPERIORE ALLA SOMMA EROGATA.
MODALITA' DI RIMBORSO:
  • CESSIONE DEL QUINTO;
  • PIANO DI RIMBORSO FINO A 10 ANNI.

[1] La somma di 30.000 euro è una stima generale del capitale massimo erogabile con il prestito veloce Inpdap.

Il prestito veloce Inpdap con CESSIONE DEL QUINTO: QUALI I VANTAGGI?

Il Prestito veloce Inpdap prevede l'erogazione di un capitale in un arco di tempo dalle 24 alle 48 ore al massimo, con tassi ridotti per ogni tipologia di lavoratore. Ma il tasso di interesse più vantaggioso è quello applicato alle rate mensili di chi sceglie la restituzione del capitale attraverso la cessione del quinto: 3,90% è la percentuale media applicata sull'importo delle rate mensili che sono detratte direttamente dalla retribuzione o dalla pensione.

Il prestito veloce Inpdap con cessione del quinto prevede una rata mensile di importo non superiore a 1/5 della retribuzione, che corrisponde al 20%: il soggetto percepisce dunque il proprio stipendio o pensione al netto della trattenuta dovuta al prestito senza dover corrispondere il pagamento attraverso bollettini postali o un bonifico mensile. La somma infatti viene detratta direttamente dal datore di lavoro che la versa all'ente erogatore del finanziamento. Il piano di rimborso segue la normativa in materia di prestito con cessione del quinto, disponendo di un tempo massimo di 10 anni, pari a 120 rate mensili.

Con il prestito veloce Inpdap con cessione del quinto è possibile ottenere anche una somma maggiore ai 30.000 euro, fermo restando la presenza di alcuni requisiti: primo fra tutti la propria condizione redditizia, che come abbiamo visto, non deve essere intaccata da una segnalazione al Crif.

Il prestito veloce Inpdap con CESSIONE DEL QUINTO: REQUISITI

Per ottenere il prestito veloce Inpdap con cessione del quinto è necessario possedere, all'atto della sottoscrizione del contratto, i seguenti requisiti:

  • età anagrafica dai 18 ai 70 anni;
  • residenza sul territorio italiano;
  • retribuzione mensile con contratto o pensione.

Il prestito veloce Inpdap con CESSIONE DEL QUINTO: DOCUMENTAZIONE

Per ottenere il prestito veloce Inpdap con cessione del quinto è necessario presentarsi all'Istituto bancario al quale si desidera richiedere il prestito e esibire la seguente documentazione:

  • documento d'Identità in corso di validità;
  • codice fiscale;
  • certificazione della propria posizione reddituale;
  • ultima busta paga;
  • cedolino pensione.

Il prestito veloce Inpdap con CESSIONE DEL QUINTO: TABELLA RIASSUNTIVA

Qui di seguito si propone una tabella riassuntiva con le caratteristiche, i requisiti, il capitale massimo erogabile, le rate e il piano di ammortamento del prestito veloce Inpdap per comprendere meglio i dettagli del finanziamento e come richiederlo:

PRESTITO VELOCE INPDAP CON CESSIONE DEL QUINTO REQUISITI DOCUMENTAZIONE
CAPITALE FINO A 30.000 EURO (O OLTRE) ETA' DAI 18 AI 70 ANNI DOCUMENTO D'IDENTITA' E CODICE FISCALE
RATA MENSILE FINO A 15 DELLO STIPENDIO O PENSIONE RESIDENZA SUL TERRITORIO ITALIANO CERTIFICAZIONE DELLA PROPRIA CONDIZIONE REDDITUALE
PIANO DI RIMBORSO FINO A 120 RATE RETRIBUZIONE MENSILE O PENSIONE ULTIMA BUSTA PAGA O PENSIONE

Articolo letto 4.063 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO