Sono disoccupato: come faccio a richiedere un prestito senza busta paga? Tutte le migliori offerte

Sei disoccupato e hai bisogno di contanti? Nessun problema! Molti sono gli istituti bancari disposti a concedere denaro anche a coloro i quali non hanno un contratto a tempo indeterminato. Quali sono le migliori offerte? Quali sono le garanzie alternative da poter presentare?

La precarietà lavorativa dei tempi moderni ha portato ad una crescente necessità di cambiamento di rotta, non solo nella vita di tutti i giorni, ma anche nei sistemi ben più complessi, come ad esempio quelli bancari.

Gli istituti di credito si sono adeguati alla contemporaneità: i prestiti non sono più concessi a fronte di fideiussioni tradizionali, ma vengono erogati anche con garanzie alternative.

La busta paga, che per tanto tempo ha rappresentato l'unica sicurezza per ottenere un finanziamento, adesso viene affiancata da ipoteche immobiliari, firma del garante e tutte quelle altre possibili garanzie che anche coloro i quali non hanno un reddito sicuro e fisso possono permettersi.

Persino i disoccupati, gli studenti, le casalinghe possono accedere al credito, richiedendo un prestito senza busta paga.

Pagare le bollette ogni mese, oppure le tasse universitarie può rappresentare un ostacolo per molti italiani, coinvolti e stravolti dalla crisi economica: la mancanza di un lavoro certo è la principale causa di questo trambusto.

Dal mese di maggio 2014, le banche che concedono prestiti anche senza busta paga sono in netto aumento e in futuro tale crescita sarà sempre maggiore.

SONO DISOCCUPATO: COME FACCIO A RICHIEDERE UN PRESTITO BANCARIO? QUALI SONO LE GARANZIE CHE POSSO PRESENTARE IN ALTERNATIVA ALLA BUSTA PAGA?

Richiedere un prestito nel caso in cui il cliente non possedesse una busta paga non è un dramma: infatti, le banche sono disposte ad accettare altre tipologie di garanzie.

Per richiedere un prestito, un disoccupato deve fare attenzione a valutare attentamente tutti i preventivi elaborati dalle banche: è opportuno non limitarsi a pochi campioni, ma il numero, in questo caso, fa la differenza. Infatti, il cliente sarà in grado, anche senza l'aiuto di un esperto, di individuare il prestito che fa al caso proprio: è necessario valutare attentamente i costi e tassi di interesse.

Per richiedere un preventivo alle banche non è necessario recarsi direttamente presso la filiale, ma è sufficiente collegarsi al sito internet di ogni istituto e compilare l'apposito modulo.

In questo modo, il richiedente può analizzare con calma i vari preventivi direttamente online e compararli con le proprie capacità di solvenza: così facendo è possibile scegliere il finanziamento che meglio di tutti si addice alle proprie esigenze, soprattutto se si è disoccupati.

Oramai è chiaro, una persona che non ha un contratto di lavoro fisso, pur non potendo presentare una busta paga, può in ogni caso richiedere un finanziamento: basta solamente dimostrare di possedere una fonte di reddito, come ad esempio un affitto,oppure un patrimonio come ad esempio nel caso di un'ipoteca. È necessario che l'immobile non sia già stato ipotecato in precedenza: nel caso di insolvenza del credito, l'istituto bancario recupererà il debito direttamente vendendo l'immobile in questione.

Solitamente, un prestito ipotecario ha un tetto massimo di 50.000€ e le rate non superano mai i sessanta mesi. Tuttavia, l'importo erogabile può variare in base al valore dell'immobile ipotecato.

Inoltre, è possibile impegnare un oggetto di valore, il quale, nel caso di insolvenza, la stessa banca provvederà a vendere recuperando le rate da pagare.

Un altro modo per richiedere un prestito senza busta paga è quello di avvalersi della figura del garante;in pratica, un amico o un parente firmerà anch'egli il contratto di finanziamento, dunque in caso di insolvenza, sarà suo compito occuparsi del pagamento delle rate del rimborso.

QUALI SONO LE MIGLIORI OFFERTE PRESENTI SUL MERCATO AI GIORNI NOSTRI?

Sebbene in futuro, le prospettive siano più rosee, già il numero delle banche che concedono prestiti è molto alto. Inoltre, le proposte di finanziamenti senza busta paga sono molto allettanti.

Tra le migliori offerte, si trova sicuramente quella di Poste Italiane, ovvero  Special Cash Postepay; il prestito in questione può essere richiesto da tutti i titolari di carta PostePay e prevede la somministrazione di una somma compresa tra i 750€ e 1.500€, direttamente sulla carta, senza la necessità di presentare alcuna garanzia. La restituzione della somma avviene in quindici, in venti o in ventiquattro mesi a tassi molto vantaggiosi.

Un'altra proposta molto vantaggiosa è quella di Unicredit, cioè Creditexpress Giovani. Questo prestito, indirizzato ai giovani, consente di ottenere l'erogazione di una somma che va dai  600€ ai 5.000€, da rimborsare a tasso fisso. Il prestito viene erogato anche senza presentare garanzie; inoltre non sono previste spese di istruttoria e ha come finalità quella di permettere il pagamento delle spese scolastiche o accademiche.

Findomestic, oramai leader nei prestiti senza busta paga, si propone sul mercato con soluzioni molto vantaggiose, ideate in base alle singole esigenze della committenza; ad esempio, il finanziamento altri progetti prevede un importo pari a 14.000€ con TAN e TAEG fissi, pari rispettivamente al 7,58€ e 7,85%.

In generale, i tassi proposti da Findomestic sono molto convenienti.

Sul mercato sono presenti molte altre offerte ottimali di prestiti senza busta paga dedicati ai disoccupati e ai giovani; per riassumere, ma anche per approfondire tali proposte finanziarie, si fornisce la tabella qui di seguito.

ENTE EROGATORE

IMPORTO EROGABILE

TASSI DI INTERESSE

NOTE

Unicredit

Dai 600€ ai 5.000€

   

Poste Italiane

Tra i 750€ e 1.500€

   

Findomestic

14.000€

Tan Fisso del 9,90% e un Taeg 11,02%

Rate mensili di 167.15€.

Banco di Sardegna

10.230€

Tan fisso del 9,75% e Taeg dell'11,09%

Rate mensili da 168,51€

Credito Valtellinese

10.100€ 

Tan Fisso del 10,50% e un Taeg dell'11,68%

Rate mensili da 170,29€

FACCIAMO UN ESEMPIO

Al fine di fornire un'informazione dettagliata in merito ai prestiti senza busta paga per i disoccupati, si desidera illustrare un finanziamento di questa tipologia, ricorrendo ad una simulazione tramite il portale di confronto SuperMoney. In questo modo, è molto semplice individuare le migliori offerte del momento per coloro i quali, seppur disoccupati, sono alla ricerca di un prestito da 15.000€.

PROFILO DEL CLIENTE: consumatore non protestato di trentatré anni, con residenza a Milano, in cerca di un prestito da 15.000€ da rimborsare entro quattro anni.

RISULTATO DELLA SIMULAZIONE: il risultato della simulazione ha rivelato che molte sono le proposte convenienti, tra le quali quelle di Credem, Banca Popolare di Vicenza e Banca Popolare di Sondrio.

Per descrivere ogni prestito nel dettaglio, si fa riferimento alla seguente tabella.

NOME ISTITUTO DI CREDITO

NOME PRESTITO

TASSI DI INTERESSE

NOTE

Credem 

Prestito Personale Avvera

  • Taeg al 13,18%
  • TAN all'11,90%
Rate da 394,3€ e importo totale dovuto pari a 19.114€.
Banca Popolare di Vicenza

Prestito Facile Large 

Taeg 13,37%

TAN 11,99%

Rate mensili da 394,9€: 'importo dovuto ammonta complessivamente a 19.189€.

Banca Popolare di Sondrio

 

Taeg al 13,54%

TAN all'11,04% 

Rata mensile pari a 388€, con e importo complessivo dovuto pari a 19.242€.

Articolo letto 2.932 volte

Dott.ssa Sara Tomasello
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO