I prestiti senza busta paga per casalinghe: cosa sono, come ottenerli, garanzie richieste

I prestiti senza busta paga per le casalinghe sono un prodotto finanziario sempre più richiesto sul mercato. Utili per soddisfare le esigenze personali di questa tipologia di lavoratori ma anche per sopperire a spese famigliari impreviste scopriamo insieme questo tipo di finanziamento.

Il prestito senza busta paga per casalinghe è una nuova tipologia di prestito che si fa sempre più spazio sul mercato creditizio, grazie al progressivo aumento delle donne che, pur rimanendo a casa, desiderano svolgere una piccola attività all'esterno per guadagnare una piccola somma per le proprie esigenze o per sopperire alle spese famigliari. Proprio in questo ambito si attesta anche la necessità di richiedere un finanziamento per soddisfare piccole spese impreviste o acquistare dei beni e servizi di ogni tipologia: il prestito senza busta paga per le casalinghe è la risposta a tutte le evenienze sopra descritte.

I prestiti senza busta paga per le casalinghe possono essere richiesti da tutti i soggetti che si trovano in questa condizione, ovvero non possiedono una forma di reddito dimostrabile o una busta paga ma che comunque hanno una propria remunerazione, un'entrata fissa, una piccola retribuzione dovuta a un'attività al di fuori del lavoro di casalinga. Questa categoria di prestito viene considerata atipica e soddisfa pienamente le esigenze economiche di un mercato lavorativo che dell'atipicità ne ha fatto la sua caratteristica principale.

E' infatti impossibile, lo diciamo fin da ora, che un soggetto che non possiede nessun tipo di entrata possa accedere ad un finanziamento o un prodotto di credito al consumo in quanto non avrebbe nessuna garanzia da apportare all'Istituto creditizio per la risoluzione regolare del prestito. E' bene sempre sottolineare che con il termine di "senza busta paga" si intende che il soggetto è un lavoratore con una retribuzione, un'entrata, un reddito che non è certificabile o dimostrabile ma comunque esiste, e con il quale è possibile pagare delle rate mensili.

Requisiti e garanzie per avere un prestito senza busta paga per casalinghe

I prestiti per le casalinghe senza busta paga sono diventati una categoria di finanziamenti sempre più richiesti e proprio per questo motivo gli Istituti di credito offrono giornalmente delle nuove soluzioni per soddisfare ogni tipologia di esigenza economica e di situazione famigliare, sempre più diversificata dalla dilagante crisi e l'atipicità dei contratti lavorativi. Una casalinga che intende richiedere un prestito senza busta paga deve necessariamente presentare una documentazione che verrà valutata dall'Istituto creditizio in tempi variabili che vanno dai 3 ai 10 giorni:

  • documento d'identità in corso di validità;
  • certificazione di un'entrata fissa (piccolo lavoro part-time);
  • un accredito mensile sul conto corrente;
  • un contratto di locazione come una casa in affitto;
  • un immobile di proprietà sul quale apporre un'ipoteca;
  • un garante.

Cosa c'è da sapere sul prestito per le casalinghe: ATTENZIONE

Anche se questa tipologia di prestito senza busta paga è pensata e studiata per le casalinghe ciò non significa che sia possibile per un soggetto non lavoratore ottenere una somma di denaro: niente di più sbagliato. Una casalinga senza nessuna entrata e senza una retribuzione non può accedere a nessun credito al consumo in quanto non possiede un'entrata ecnomica che può salvaguardare la restituzione regolare del capitale erogato. Per questo motivo è necessario che la casalinga che richiede un prestito di questa tipologia abbia:

  • una piccola attività part-time (a tempo determinato o saltuario);
  • un garante.

La necessità di un GARANTE nel prestito per casalinghe

Per ottenere un prestito senza busta paga, solitamente gli Istituti creditizi richiedono alla casalinga che desidera avere un finanziamento di avere un garante che diventa diretto responsabile della corretta risoluzione del finanziamento, meglio se con contratto coobbligato, in base al quale l'Istituto creditizio, in caso di insolvenza, si può rifare su entrambi i soggetti, richiedente e garante. La scelta del garante è diversa in base alle necessità che hanno portato alla richiesta del prestito:

  • PRESTITO PER ESIGENZE PERSONALI DELLA CASALINGA: in questo caso il garante può essere la persona più vicina al soggetto richiedente stesso, come il marito, qualora questo non abbia a suo nome altri finanziamenti in corso e il suo stipendio non sia già impegnato per oltre il 50%;
  • PRESTITO PER ESIGENZE FAMILIARI: in questo caso il prestito è richiesto dalla casalinga in quanto non è possibile che nessun altro soggetto della famiglia possa richiedere lo stesso finanziamento. Il garante non può essere il marito per cui è necessaria la ricerca di un terzo o di ulteriori garanzie, quali quelle esposte sopra.

QUANTO si può richiedere con un prestito per casalinghe?

Un prestito senza busta paga per le casalinghe appartiene alla categoria del microcredito. Gli importi erogati partono dalle 200 euro alle 2.000 euro e l'intero capitale viene erogato in tempi brevi. Similmente anche il tempo di recupero del capitale è dilazionato in un numero ridotto di rate mensili e secondo un piano di ammortamento che non supera i 24 mesi:

In base alle garanzie offerte, gli Istituti creditizi si preservano la discrezione di offrire delle somme differenti che possono arrivare fino ai 5.000 euro. Uno dei maggiori fattori di aumento del capitale erogato è la posizione economica e il contratto lavorativo del garante, se dipendente pubblico o statale o il possesso di beni immobili ipotecabili di alto valore o buoni del tesoro immediatamente spendibili dalla banca in caso di insolvenza.

A CHI richiedere il prestito senza busta paga per casalinghe

Sul mercato creditizio sono presenti numerose agenzie che propongono svariate soluzioni di prodotti finanziari senza busta paga per casalinghe, variabili per il capitale erogato, requisiti e garanzie richieste e per la tempistica di erogazione. Tra le maggiori si segnalano:

  • Findomestic: il prestito senza busta paga viene erogato attraverso una prima richiesta on-line in cui viene valutato il progetto, come l'acquisto di un elettrodomestico, e il piano di ammortamento che si desidera realizzare; è necessario effettuare una richiesta sul web in quanto sul sito non è possibile visualizzare l'offerta dedicata. Il finanziamento erogato parte dai 1.000 fino ai 5.000 euro da restituire in rate mensili scelte precedentemente dal soggetto richiedente;
  • Prestiti per casalinghe: il capitale erogato arriva fino ai 5.000 euro; la richiesta viene inoltrata direttamente sul web alla quale segue la risposta alla richiesta di finanziamento.
  • Agos DUCATO: l'Istituto creditizio offre il prestito senza busta paga flessibile anche alla categoria delle casalinghe che svolgono una piccola attività lavorativa al fuori dell'ambito domestico: Elastys può essere richiesto tramite un preventivo on-line.

Il prestito senza busta paga per casalinghe SENZA GARANTE: la carta revolving

Se non si ha la possibilità di avere un garante ma si necessità di un prestito, è possibile fruire di altre opportunità di prestito senza busta paga, facilmente accessibile alla categoria delle casalinghe: la carta revolving ricaricabile che permette di avere un finanziamento fino ai 1.500 euro.

Questa tipologia di finanziamento senza busta paga è la soluzione ideale per la casalinga che desidera avere un finanziamento in modo indipendente senza la necessità di richiedere un garante - seppur fosse suo marito - con la possibilità di restituire il capitale erogato con un comodo piano di ammortamento in piccole rate mensili. Sul mercato esistono numerose soluzioni di carta di credito pensate per le casalinghe o per coloro che non hanno un reddito dimostrabile, tra le quali si segnalano due tipologie:

  • King Prestiti, un carta prepagata revolving pensata per le casalinghe e per chi non possiede una busta paga, ideale per fare acquisti e sostenere delle piccole spese fino ai 5.000 euro. Il rimborso avviene in rate mensili o in un'unica soluzione.
  • Agos DUCATO propone una carta di credito revolving, prepagata, in varie soluzioni che possono essere scelte in base alla proprie esigenze e piano di ammortamento.

ATTENZIONE: prima di scegliere questa soluzione di prestito senza busta paga è necessario verificare bene le svariate possibilità presenti sul web e sopratutto controllare il tasso di interesse, il TAN e il TAEG, di gran lunga differente di proposta in proposta. In questo modo sarà possibile scegliere il prodotto finanziario che meglio si adatta alle proprie esigenze di restituzione del credito e che non abbia dei costi elevati difficili da restituire con regolari rate mensili.

Articolo letto 21.425 volte

Maria Francesca Massa
Confronta gratis i migliori Prestiti online
Clicca su "RICHIEDI ORA", inserisci i tuoi dati e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Realizza subito i tuoi grandi progetti
Scopri il Prestito INPS e INPDAP ideale per lavoratori dipendenti e pensionati

RICHIEDI
PREVENTIVO

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI con busta paga

RICHIEDI
PREVENTIVO

Hai DEBITI? Ti DIFENDIAMO noi! Chiudi i debiti con Banche e Finanziarie con un risparmio dal 40 al 70%

RICHIEDI
PREVENTIVO