Il credito su pegno senza busta paga: cos'è e come ottenerlo

Se vi serve liquidità immediata per sostenere delle spese urgenti e siete proprietari di un bene mobile o immobile di valore, potete scegliere la soluzione di credito su pegno, un prestito ideale anche per chi non ha busta paga e non ha la possibilità di esibire delle garanzie.

Non è esattamente una forma di prestito ma una garanzia alla risoluzione corretta del finanziamento erogato: il credito sul pegno si inserisce nella categoria di prestito senza busta paga sempre più in voga in questi ultimi tempi a causa delle ristrettezze economiche e la necessità di ottenere liquidità per sostenere spese urgenti e impreviste.

Il meccanismo è lo stesso dell'antico banco dei pegni e sempre più Istituti bancari propongono o meglio accettano questa tipologia di prestito. Il credito su pegno si avvale della stipula di un contratto con il quale il soggetto richiedente il finanziamento cede un bene mobile o immobile in cambio di un capitale in denaro. In questo modo è possibile ricevere un finanziamento del valore uguale o leggermente superiore al valore del bene offerto in pegno: il credito costituisce la liquidità del denaro erogato dalla banca.

Il credito su pegno: caratteristiche

Il soggetto richiedente liquidità cede il proprio bene mobile e immobile (gioielli, diamanti, orologi, per esempio) dello stesso valore del capitale che si richiede come come prestito/finanziamento: l'Istituto bancario stima il bene in base al valore commerciale del momento ed eroga il denaro in modo immediato. Il pegno, ovvero il bene, costituisce la garanzia dell'Istituto bancario della regolarità del pagamento delle rate mensili, oltre a potersi rifare sul bene nel caso di insolvenza con l'immediata vendita all'asta. Il credito su pegno ha:

  • durata dai 6 mesi a 3 anni;
  • prevede il rilascio di una polizza al portatore;
  • vendita all'asta dei beni in garanzia in caso di mancata restituzione del capitale dovuto.

Nella polizza al portatore, in base all'art.10 della L. 745/1938, sono contenute le caratteristiche principali dell'oggetto posto come pegno -garanzia -:

  • stima del suo valore;
  • data di concessione e scadenza del prestito;
  • denominazione del Monte.

Requisiti per accedere al credito su pegno

Per la tipologia che caratterizza questa forma di prestito, il credito su pegno non necessita di una busta paga o di un reddito dimostrabile, nessuna garanzia o garante ma si avvale solo del possesso e cessione di un bene di valore, mobile o immobile. Per questo motivo essere proprietario di questa tipologia di beni costituisce l'unico requisito e garanzia necessaria per accedere al credito su pegno esibendo:

  • la documentazione che attesta la provenienza del bene;
  • la documentazione che attesta il proprietario del bene.

Il credito su pegno: cosa c'è da sapere

Accedere al credito su pegno comporta conoscere alcuni dettami della stipula e condizioni del contratto sia nella prima fase che nella fase finale di risoluzione:

  • comporta spese accessorie che sono sempre a carico del soggetto richiedente;
  • il tasso di interesse è sempre fisso;
  • possibilità di riscatto anticipato.

Il soggetto beneficiario del credito di pegno può in qualsiasi momento estinguere il debito presentando la richiesta di riscatto anticipato. Con questo meccanismo il debitore deve presentare l'intero importo del capitale più gli interessi dovuti alla data del termine presunto del contratto.

Quanto costa il credito su pegno: spese accessorie

Il credito su pegno è la soluzione ideale per il soggetto proprietario di un bene mobile o immobile che necessita di liquidità immediata ma non può ricorrere a nessun altra forma di prestito o finanziamento trovandosi nella condizione di soggetto lavoratore senza busta paga, protestato o nella categoria di cattivo pagatore.

Questa tipologia di prestito è una sorta di scambio tra soggetto beneficiario di un capitale e un Istituto bancario in cui il debitore paga anticipatamente:

  • l'interesse, che parte solitamente dall'1% mensile;
  • le spese amministrative di circa lo 0,16% mensile;
  • i diritti di custodia per al 0,20 AL 2,00% mensile.

A CHI richiedere il credito su pegno: Istituti creditizi

Sul mercato esistono numerosi Istituti creditizi che propongono differenti soluzioni di credito su pegno, variabili per condizioni contrattuali iniziali e di risoluzione del contratto stesso, tra le quali segnaliamo le maggiori nella seguente tabella:

ISTITUTO CREDITIZIOCARATTERISTICHE CREDITO SU PEGNO
UNICREDIT
  • SOMMA COMMISURATA AL VALORE DELL'OGGETTO IN PEGNO;
  • PEGNO SU PICCOLI BENI COME DIAMANTI E OROLOGI;
  • RIMBORSO IMMEDIATO.
BIVERBANCA
  • DAI 6 MESI RINNOVABILI DUE VOLTE;
  • RIMBORSO IMMEDIATO.
ISTITUTO PRESTITI SU PEGNO
  • RINNOVO DI UNA SOLA VOLTA DOPO 6 MESI;
  • ANTICIPO DI 1/3 DEL VALORE COMMERCIALE.
BANCA CARIM
  • FINO A 6 MESI;
  • CAPITALE ILLIMITATO

Articolo letto 13.005 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO