Ti sposi? Chiedi un prestito; offerte di alcune finanziarie nel 2016

Il grande giorno è fissato ed il budget lievita sempre più. Cosa offre il mercato finanziario per i promessi sposi con pochi soldi in tasca.

Si è arrivati al fatidico sì. Il grande passo è deciso, la data fissata, inizia il tour de force per organizzare l'evento più importante della vita, il wedding day.                                         Per gran parte delle coppie significa anche dover pensare a chiedere un prestito, considerando che l'acquisto degli abiti, delle fedi, del pranzo offerto agli invitati, dell'album fotografico, del viaggio di nozze, delle bomboniere, degli addobbi floreali, etc., può far lievitare notevolmente il budget necessario.

Due le opzioni che si presentano: il prestito finalizzato e il prestito personale.  

  • Il prestito finalizzato
  • Il prestito personale per il matrimonio

Il prestito finalizzato viene offerto direttamente dal rivenditore che ha stipulato un accordo di collaborazione con una Banca o con un Istituto di Credito, ed ha per scopo esclusivamente l'acquisto rateizzato di uno specifico prodotto (es. il viaggio di nozze, oppure le bomboniere). L'importo del prestito finalizzato viene versato direttamente al venditore, mentre l'utente deve pagare le rate del credito secondo quanto previsto dal piano di ammortamento. 

Il prestito personale per matrimonio

Chiedendo un prestito personale per il matrimonio invece si  ottiene liquidità da spendere per le varie spese in un unico debito, minimizzando i costi dell'istruttoria.     Però comporta un tasso solitamente maggiore rispetto al prestito finalizzato. La forma di garanzia più diffusa è la firma di un coobbligato o di un terzo fideiussore, che si faccia garante del buon esito dell'operazione. Si tratta di una richiesta piuttosto comune, in presenza di condizioni particolari (come ad esempio un richiedente con un'anzianità lavorativa recente oppure a fronte di un importo particolarmente elevato).

L'erogazione di tale prestito è subordinata ai seguenti criteri di valutazione:

  • Politiche di rischio: ogni Istituto applica una propria politica di rischio nella valutazione delle richieste, basandosi sui dati statistici (credit scoring). 
  • Livello di reddito: determinanti sono la valutazione del livello di reddito del richiedente e l'incidenza del reddito sull'eventuale rata di rimborso.
  • Affidabilità creditizia: per valutarla basta cercare nella Centrali Rischi, che riassume la storia creditizia del richiedente  (cattivo pagatore, ritardi nei rimborsi di precedenti finanziamenti, insoluti, ecc.). 

Da ricordare che nella scelta del finanziamento è bene valutare, non solo l'importo della rata mensile da rimborsare, ma anche durata, costi assicurativi e interessi.

Occhio dunque al:

  • TAN (Tasso Annuo Nominale) rappresenta il tasso di interesse, espresso in percentuale e su base annua, applicato al capitale finanziato (talvolta al lordo di eventuali costi assicurativi o spese di istruttoria). Viene utilizzato per calcolare, a partire dall'importo finanziato e dalla durata del prestito, la quota di interesse che andrà corrisposta all'Istituto finanziatore e che, sommata alla quota di capitale, andrà a determinare la rata di rimborso.
  • TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) indica il costo totale  del finanziamento ed include eventuali oneri accessori, quali spese di istruttoria e spese assicurative.

(Le formule offerte dagli Istituti per il grande eventto a tasso fisso e rata costante)

Dalle finanziarie alle Poste Italiane

Tante le proposte sul mercato finanziario per soddisfare le esigenze dei promessi sposi che decidano di chiedere una somma imn prestito per coprire l'ingente budget, tutte con la convenienza della rata costante.

Findomestic puropone Finanziamento Cerimonie, che va da un minimo di 1000 ad un massimo di 60.000€ per coprire le spese non solo del matrimonio, ma anche di anniversari di nozze, di altre cerimonie e di feste di laurea. E' a tasso fisso con rata costante. 

Prestito BancoPosta Famiglia, prestito per matrimonio e figli: riservato a chi abbia un conto BancoPosta di Poste Italiane e stia per sposarsi o si sia appena sposato, così come a chi abbia appena avuto un  figlio (anche in adozione). La somma elargita può variare da 15000 fino a 15mila€, con le rate addebitate direttamente sul conto BancoPosta ed una durata che va da 1 a 7 anni.  Non vi sono costi per l'istruttoria per il rilascio del prestito né per l'incasso delle rate, la gestione della pratica e l'invio delle informazioni cartacee relative al prestito stesso. Il tasso è fisso, con rate quindi costanti. Per verificare il tasso in vigore al momento in cui si intende chiedere il prestito è utile consultare il sito di Poste Italiane http://www.poste.it/bancoposta/prestiti/famiglia

Articolo letto 515 volte

Dott.ssa Laura Candeloro
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO