Prestiti per le vacanze

Prestiti personali o finalizzati all'acquisto del pacchetto viaggio presso l'agenzia di viaggi. A tasso fisso e rata costante, da rimborsare fino a 5 anni.

Tempo di vacanze. Sospirate, quasi arrivate per i vacanzieri agostani e ormai agli sgoccioli per quelli di luglio.

Secondo un'indagine Adoc  ad andare in vacanza quest'estate è il 68,7% degli italiani, contro il 31,3% di consumatori che rimarranno a casa, avendo a disposizione un budget medio pari 1.181 euro. Una cifra non alla portata di tutti i viaggiatori, con la crisi ancora all'orizzonte, il mutuo e le bollette da saldare e le spese per i libri scolastici che incombono a settembre. Ma se la maggioranza dichiara comunque di partire, c'è qualcuno che sceglie la vacanza a rate. Parti oggi e paghi per qualche anno, con un prestito personale.

Che può finanziare crociere, safari, last minute, soggiorni in resort, viaggi itinerante su più stati esteri, non essendo vincolato, può infatti soddisfare qualsiasi tipo di esigenza prevista dalla vacanza, oltre alle spese di viaggio e di soggiorno, anche le eventuali escursioni, gli spostamenti, i servizi, gli acquisti fatti sul posto e le spese accessorie, senza bisogno di giustificare nel dettaglio le finalità.

Finanziamenti al 100%

Si tratta di prestiti emessi da banche e finanziarie che coprono l'intero importo dei costi della vacanza con una cifra mediamente inferiore ai 10.000 euro, ma  che può arrivare fino a circa 30.000 euro. In alcuni casi le società finanziarie mettono anche a disposizione delle offerte che includono gratuitamente le spese di istruttoria e di incasso rata.
Per i prestiti vacanza, generalmente dunque di importo contenuto, le fasi di istruttoria e di erogazione sono abbastanza rapidi. 

Il prestito può avere una durata che va da 12 a 60 mesi, e prevede un rimborso a tasso fisso e rate costanti. Si può richiedere anche online.

Anche le stesse agenzie di viaggi offrono un pacchetto turistico all inclusive con un finanziamento che permette di diluire nel tempo il pagamento, grazie a convenzioni stipulate dal tour operator con finanziarie specializzate, quasi sempre in esclusiva. In tal caso è la stessa agenzia ad offrire dunque un prestito finalizzato. In tal modo, da un lato si può ottenere uno sconto sul viaggio in virtù della commissione percepita dall'agenzia sul finanziamento intermediato, dall'altro lato viene meno la possibilità di scegliere, tra le offerte di prestito disponibili, il finanziamento al tasso di interesse più conveniente

(partire senza il becco di un quattrino, la villeggiatura a rate) 

LE GARANZIE DEL PRESTITO VACANZA

Per poter ricevere un prestito per le vacanze  da una banca o da una finanziaria occorre garantire una buona affidabilità creditizia, dimostrando di possedere una fonte di reddito stabile, quale copia della busta paga o lo statino della pensione, che tuteli l'istituto di credito contro i rischi di insolvenza, e di non essere inserito nella lista dei cattivi pagatori o dei protestati, poiché in tali casi è molto più complicato accedere al mercato del credito. Per queste categorie di clienti, è possibile stipulare un contratto di finanziamento mediante la cessione del quinto, consentendo dunque la restituzione del prestito vacanze tramite trattenuta diretta della rata sulla busta paga o sulla pensione, riducendo al minimo il rischio di insolvenza. 

E chi non possiede sfortunatamente una fonte di reddito stabile, come i tanti lavoratori atipici, a tempo determinato, deve rinunciare a godersi un viaggio? Anche in tal caso è previsto l'accesso al prestito vacanza, purché si abbia un garante (fideiussore) che assolva con il proprio patrimonio al debito contratto, in caso di inadempienza del debitore principale.

CHI PUO' ACCEDERE AL PRESTITO VACANZA 

Il Prestito Vacanze può essere richiesto da qualsiasi persona di età compresa fra i diciotto ed i settantacinque  anni di età, che presenti, come già detto:

  • Un reddito continuativo (dimostrabile);
  • Una buona affidabilità creditizia derivante dal pagamento di altri finanziamenti;
  • La residenza nel territorio Italiano.

Secondo gli ultimi dati statistici che risalgono ad un anno fa, gli italiani per pagarsi viaggi e vacanze, si sono indebitati per circa 26 milioni di euro, secondo l'Osservatorio sul credito al consumo di Facile.it e Prestiti.it, continuando a pagare per circa quattro anni il gruzzolo investito nella vacanza goduta anni addietro, mediamente una cifra non superiore a 5000 €.

Da ricordare che chi volesse liberarsi delle rate estinguendo anticipatamente il prestito, oltre al rimborso del capitale residuo, potrebbe pagare una penale che non deve  superare, secondo la normativa, l'1% del capitale finanziato.

Articolo letto 312 volte

Dott.ssa Laura Candeloro
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO