I tre principali tipi di prestito a fondo perduto per studenti: scegliere tra convenzioni con l'Università, agevolazioni con le Banche o aiuti Onlus

Il prestito per studenti a fondo perduto prevede l'ottenimento di una somma di denaro per sostenere le spese per la formazione da "restituire solo per metà": ma come funziona esattamente? E' davvero a fondo perduto? E quali sono le soluzioni più convenienti? Vediamole insieme.

I prestiti a fondo perduto per studenti costituiscono una valida soluzione per i ragazzi che necessitano di un finanziamento per sostenere le spese della propria carriera universitaria o anche post-laurea, ma non hanno la totale possibilità di restituire il capitale – dal momento che non si ha un contratto lavorativo regolare, o magari anche solo un part-time.

I prestiti a fondo perduto per studenti offrono tassi di interesse e condizioni maggiormente vantaggiose nel piano di ammortamento del capitale proprio perché stipulati tramite accordi e convenzioni tra banche e atenei o da particolari iniziative sociali che prevedono la disponibilità di fondi per l'avvio di attività lavorative e per favorire la formazione universitaria o post-laurea. Inoltre questa tipologia di prestito a fondo perduto prevede anche il finanziamento erogabile per frequentare un programma Erasmus, ma anche l'acquisto di uno strumento/mezzo indispensabile per lo studio come i libri di testo, un pc ma anche sostenere le spese di alloggio se si è uno studente fuori sede – similmente alla situazione in cui si scelgono dei corsi di studio all'estero o anche troppo distanti dalla propria sede di residenza.

I prestiti a fondo perduto per studenti: COME FUNZIONANO?

I prestiti a fondo perduto per studenti permettono di ottenere un capitale variabile in base al costo di iscrizione del corso universitario, corso di specializzazione scelto o master ma vi sono anche delle differenti possibilità che consentono di coprire completamente i costi del corso di studio e il vitto, come per esempio anche le borse di studio. In questo caso il prestito a fondo perduto implica un capitale variabile in base alle spese in itinere dello studente che procederà nella restituzione del finanziamento al termine del corso di studi.

Con i prestiti a fondo perduto, lo studente ottiene una somma liquida sul proprio conto corrente bancario o, se non titolare di un conto, anche attraverso assegno circolare a suo nome: le modalità di restituzione della rata e del piano di ammortamento sono agevolati proprio perché pensati per questa tipologia di soggetti senza garanzia ma anche senza busta paga. A tal proposito si ricorda che con il termine "senza busta paga" si intende lo studente che ha una piccola retribuzione - anche se non certificata da una busta paga, per l'appunto - con la quale poter restituire in maniera agevolata il capitale finanziato.

Con l'erogazione del prestito a fondo perduto per studenti, il capitale finanziato prevede una parte a fondo perduto, ovvero, in sintesi, che non deve essere restituita dallo studente in base a determinate politiche e criteri stabiliti in sede contrattuale. Vediamo insieme quali sono le tipologie di prestiti a fondo perduto per studenti e quali sono le caratteristiche di ogni finanziamento, i requisiti richiesti, la documentazione, il tasso di interesse e, soprattutto, l'importo della rata e la modalità di restituzione del capitale finanziato.

I prestiti a fondo perduto per studenti: COME CERCARLI E TROVARLI?

Il modo migliore per ricercare un prestito a fondo perduto per studenti non è solo quello di ricerche sul web le svariate soluzioni di finanziamento per studenti, che molto spesso possono essere dispersive nella spiegazione delle politiche di ottenimento o non sono presenti in tutte le loro tipologie. Il metodo migliore è quello di recarsi alla Segreteria della propria Università e richiedere quali sono le soluzioni migliore per effettuare il corso di studi, il master o sostenere le spese di alloggio in base alle proposte, le convenzioni e gli accordi dell'Ateneo con le banche.

Una volta individuato il bando che meglio corrisponde alle proprie esigenze, per partecipare è necessario leggere attentamente tutta la procedura da eseguire - solitamente vi è una parte on-line con sito dedicato e una parte cartacea da inviare all'ente erogatore del finanziamento - valutare il possesso dei requisiti richiesti e della documentazione da esibire o procurarsela. In linea generale si può affermare che i bandi con finanziamenti a fondo perduto sono suddivisi per settore e destinatari e possono essere ricercati tra i bandi regionali o per aree depresse o i bandi per lo sviluppo e per incentivare la formazione.

Il FONDO PERDUTO per studenti: ANDIAMO PIU' NEL DETTAGLIO

La tipologia di finanziamento a FONDO PERDUTO per studenti si inserisce nella categoria di prestito personale atto a sostenere le spese di acquisto dei costi di iscrizione a un corso di studi o di beni materiali necessari per la formazione e l'aggiornamento: i finanziamenti a fondo perduto prevedono, nel dettaglio, l'erogazione di un contributo in conto capitale che non deve essere rimborsato con rate maggiorate da un interesse.

ANCORA PIU' NEL DETTAGLIO: un prestito a fondo perduto per studenti prevede l'erogazione di un capitale CON RESTITUZIONE per il 50% a fondo perduto e il restante 50% rimborsabile con rate a tasso di interesse agevolato.

Proprio per il fine ultimo e nobile di questa tipologia di finanziamento a fondo perduto, gli studenti che possono richiedere questa forma di finanziamento NON hanno la necessità di avere determinati requisiti o presentare delle garanzie per accedere al credito. I maggiori destinatari della tipologia di finanziamento a fondo perduto sono gli studenti inoccupati o disoccupati ma anche la categoria degli studenti lavoratori.

Il prestito a fondo perduto per studenti: E' DAVVERO A FONDO PERDUTO?

Il fondo perduto: è davvero A FONDO PERDUTO? Come funziona realmente la restituzione del capitale finanziato con un prestito a fondo perduto? Questa tipologia di prestito personale per studenti (esiste anche la foma di finanziamento a fondo perduto per avvio di un'attività) prevede l'erogazione di un capitale variabile in base alla spesa che si deve effettuare, ovvero l'iscrizione al corso di studi e il mantenimento durante la durata del piano di formazione. La somma liquida è erogata da enti pubblici-banche in accordo con gli Atenei universitari per praticare la formula di "fondo perduto al 50%" e il restante 50% rimborsabile con tasso agevolato.

I prestiti a fondo perduto per studenti prevedono dunque dei contributi in conto capitale che non devono essere rimborsati all'Istituto finanziario erogatore per intero, ovvero nella sua somma complessiva, ma secondo un piano di rimborso che prevede la restituzione del solo 50% del capitale ottenuto - pari alla metà del finanziamento - con l'applicazione di un tasso di interesse agevolato, in base alla tabella sottostante:

PRESTITO A FONDO PERDUTO PER STUDENTI
REQUISITI CAPITALE MASSIMO EROGABILE SOMMA DA RESTITUIRE
FONDO PERDUTO AL 50%
STUDENTI DISOCCUPATI E INOCCUPATI;
VARIABILE IN BASE ALLA SPESA DEL CORSO DI STUDI O DI MANTENIMENTO DURANTE LA DURATA DELLA FORMAZIONE
50% DEL CAPITALE EROGATO CON APPLICAZIONE DI UN TASSO DI INTERESSE AGEVOLATO

Il prestito a fondo perduto per studenti: L'ESEMPIO DELL'UNIVERSITA' DELLA CALABRIA

Per comprendere il funzionamento di un bando per la partecipazione all'ottenimento di un prestito a fondo perduto per studenti erogato dall'Università in accordo con degli Istituti bancari che erogano materialmente la somma liquida, si propone qui di seguito il breve bando indetto dall'UNICAL, l'Università degli Studi di Calabria per l'iscrizione a un corso di specializzazione usufruendo di un prestito a fondo perduto inserito nella categoria dei prestiti d'onore: CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

  • Art. 1 (contributi per prestiti d'onore)

Il Centro Residenziale, allo scopo di agevolare l'accesso ai prestiti d'onore da parte degli studenti meritevoli e di condizioni economicamente disagiate, assegna n.10 contributi a fondo perduto  pari al 15% dell'importo finanziato secondo i criteri stabiliti negli articoli che seguono.

  • Art. 2 (ripartizione dei contributi)

Nella tabella seguente sono riportate le aree di destinazione dei capitali disponibili per l'erogazione del prestito a fondo perduto per studenti che desiderano frequentare dei corsi post-laurea ma che in realtà, in questo caso, in base ai requisiti riportati nel bando, sono già iscritti a un corso: come è possibile notare, il numero dei prestiti non è disponibile per tutti gli studenti ma per un numero stabilito in base alle aree di studio.

AREA STUDENTI DESTINATARI DEL PRESTITO A FONDO PERDUTO NUMERO DESTINATARI DEL PRESTITO A FONDO PERDUTO

Area scientifica:

  • Facoltà di Scienze Matematiche;
  • Facoltà di Scienze Fisiche e Naturali;
  • Facoltà di Farmacia.
3
Facoltà di Ingegneria 2

Area umanistica:

  • Facoltà di Lettere e filosofia
2

Area economica:

  • Facoltà di Economia;
  • Facoltà di Scienze Politiche
3
  • Art. 3 (requisiti richiesti e assegnazione)

Per ottenere l'assegnazione del contributo gli studenti debbono essere iscritti ai corsi del nuovo ordinamento didattico ed essere risultati idonei per l'assegnazione delle borse di studio e dei servizi del Centro Residenziale per l'a.a. 2004-05 di cui al Decreto del Presidente del Centro Residenziale n. 137 del 18 giugno 2004.
[...]
Il contributo sarà assegnato agli studenti aventi i requisiti di cui ai commi che precedono seguendo l'ordine cronologico dell'assegnazione dei prestiti d'onore da parte dell'Università fino all'esaurimento dei contributi disponibili per ogni area.

  • Art. 4 (erogazione del contributo)

Il contributo assegnato agli studenti aventi diritto sarà erogato in un'unica soluzione, a fine prestito. Il contributo spettante a ciascuno studente sarà versato direttamente sul conto corrente bancario dello studente con la finalità vincolata di agevolare l'estinzione anticipata del debito o di ridurne l'importo per mitigare il piano di ammortamento.

Il prestito a fondo perduto per studenti: L'ESEMPIO DELLA COMPAGNIA DI SAN PAOLO

Un secondo esempio di prestito a fondo perduto per studenti che necessitano di sostenere le spese di iscrizione a un corso di formazione o le spese di mantenimento durante la durata del corso di formazione è quello offerto dai singoli Istituti bancari, spesso come detto precedentemente anche in accordo o con la stipula di convenzioni con gli Atenei universitari. In questo caso si propone come esempio la soluzione di prestito a fondo perduto per studenti in difficoltà economica e che necessitano di pagare le tasse universitarie, acquistare dei beni indispensabili per la formazione o anche per l'iscrizione a un corso post laurea: il prestito dell'Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo.

Il prestito a fondo perduto dell'Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo mette a disposizione annualmente dei fondi - nel 2013 ne ha messo a disposizione 140 - per aiutare i figli dei nuclei familiari coinvolti dalla crisi economica che desiderano continuare o intraprendere il loro corso di formazione o anche solo acquistare i materiali scolastici, comprendendo il pc, i libri, il pagamento delle tasse di iscrizione. In base al bando disposto dall'Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo, l'unico requisito richiesto per l'ottenimento del finanziamento è che il nucleo familiare deve impegnarsi nel risparmio di una somma mensile tra le 5 e le 50 euro su una carta prepagata ricaricabile.

Il capitale finanziabile è erogato dall'Ufficio Pio al momento del sostenimento delle spese attraverso un contributo a fondo perduto di importo pari al doppio o a quattro volte i risparmi accumulati fino a quel momento: con questo meccanismo è possibile sostenere le spese di formazione, il pagamento delle tasse di corsi di studi o acquisto di beni per l'istruzione senza intaccare la somma risparmiata, che potrà essere prelevata alla fine del periodo di accumulo del denaro.  L'importo massimo del prestito a fondo perduto può arrivare fino a 9.000 euro. Per comprendere meglio il meccanismo adottato dall'Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo, osserva anche la tabella seguente in cui sono spiegate le fasi di erogazione del prestito:

PRESTITO A FONDO PERDUTO PER STUDENTI DELL'UFFICIO PIO DELLA COMPAGNIA SAN PAOLO RICHIESTA CAPITALE RESTITUZIONE CAPITALE
PRIMA FASE RISPARMIO DI UNA SOMMA MENSILE DALLE 5 ALLE 50 EURO NON DOVUTA
SECONDA FASE EROGAZIONE DEL CAPITALE IN BASE ALLE SPESE DA SOSTENERE NON DOVUTA
TERZA FASE CUMULO DI DENARO SUL CONTO CORRENTE NON DOVUTA
QUARTA FASE PAGAMENTO DELLE SPESE CON IL PRESTITO A FONDO PERDUTO NON DOVUTA
QUINTA FASE IL CUMULO DEL CAPITALE E' PRONTO RESTITUZIONE DEL PRESTITO A FONDO PERDUTO CON LA SOMMA RISPARMIATA MENSILMENTE

Il prestito per STUDENTI MERITEVOLI: FONDO PERDUTO e PRESTITO D'ONORE

Il terzo esempio di prestito a fondo perduto per studenti è quello che mette in luce il video seguente, un'intervista a Andrea Manfredi di Super Money, il quale spiega le differenti forme di questa particolare tipologia di finanziamento con particolare riguardo al prestito d'onore legato al merito, destinato agli studenti meritevoli, in quanto quelli con maggiore possibilità di trovare lavoro alla fine del corso di formazione, specializzazione o master e di poter restituire il capitale erogato al termine del percorso di studi e con tasso agevolato.

Nel video - si consiglia di partire dal minuto 3:00 fino al minuto 7:35 - si mettono in luce anche le altre possibilità di finanziamento a fondo perduto erogate dallo Stato, i fondi di garanzia per il diritto allo studio, che prevedono l'erogazione di una somma fino al 70% del capitale richiesto e fino a 25.000 euro. L'intero importo del capitale è erogato da banche convenzionate che applicano un tasso di interesse agevolato alle rate di rimborso, in base ai requisiti e gli accordi stabili preventivamente con le banche - solitamente con piano di ammortamento fino a 15 anni.

Articolo letto 17.409 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO