Come accedere ai prestiti Inps (ex Inpdap)? Una guida utile per conoscere le modalità di richiesta di finanziamento

Quali sono le modalità di richiesta dei prestiti Inps? Per ogni tipologia di prestiti Inps (piccolo prestito, prestito pluriennale diretto e prestito pluriennale garantito) viene spiegata la procedura da seguire per inoltrare la richiesta di finanziamento.

Da gennaio 2012, il Decreto Salva Italia del Governo Monti ha definito la soppressione dell'Inpdap in favore dell'Inps.

Oggigiorno, si sente parlare molto spesso dei prestiti Inps (ex Inpdap), in pratica dei finanziamenti agevolati che vengono dedicati ai lavoratori dipendenti, ai pensionati e alle loro famiglie, purché iscritti all'istituto o ad un altro ente, aderente alla convenzione.

I prestiti Inps vengono erogati mediante due procedure, a seconda dell'ente che se ne occupa; si dice che un prestiti Inps è diretto, quando viene concesso direttamente dall'istituto stesso, mentre si dice che un prestito è indiretto quando questo viene elargito da banche o da una società finanziarie che hanno aderito alla convenzione con l'Inps.

Nel primo caso, i prestiti Inps vengono erogati attraverso il Fondo credito, la Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

In questa sede si desidera focalizzare l'attenzione sulle procedure da adottare per richiedere e ottenere un prestito Inps.

CHI SONO I DESTINATARI DEI PRESTITI INPS?

I prestiti Inps si rivolgono a diverse tipologie di destinatari, quali i lavoratori dipendenti, gli statali, i pensionati della pubblica amministrazione iscritti o aderenti al Fondo Credito. Tali finanziamenti sono anche estesi alle famiglie delle figure fin qui elencate.

CHE COSA È IL FONDO DI CREDITO?

Il Fondo di credito è stato costituito nel 1996 con la finalità di finanziare le attività sociali, lontane dall´ambito strettamente previdenziale. Le prestazioni garantite da questo Fondo sono in parte finanziate dagli stessi lavoratori, i quali partecipano con una contribuzione mensile, pari allo 0,35% della retribuzione lorda (la trattenuta che nel cedolino viene chiamata Ritenuta fondo credito).

Coloro che sono iscritti all'Inps partecipano economicamente ad impinguire il Fondo di credito, mentre gli altri possono decidere facoltativamente di aderirvi o meno.

Per avere accesso ai prestiti Inps è necessario compilare i moduli appositi che si trovano all'interno del sito internet dell'istituto; una volta terminata la procedura di compilazione dei moduli, essi devono essere inviati all'ente e consegnati all'ufficio competente territoriale o provinciale Inps.

I prestiti Inps sono concessi entro i limiti della disponibilità finanziaria previste annualmente nel bilancio dell'Istituto per l'attività creditizia.

L'inps prevede diverse tipologie di finanziamento, in base alle finalità del prestito e della somma richiesta.

QUALI SONO I PRESTITI INPS?

In base alla finalità del prestito e a seconda della somma richiesta, l'Inps prevede l'erogazione di diverse tipologie di finanziamento, ovvero le seguenti:

  • i piccoli prestiti Inps sono finanziamenti di breve durata che va da uno a quattro anni e vengono concessi per rispondere alle necessità urgenti del richiedente; non è richiesta alcuna motivazione specifica o una documentazione di spesa;
  • i prestiti Inps pluriennali vengono erogati per far fronte alle necessità del richiedente, tra quelle previste all'interno del Regolamento, quali ad esempio le calamità naturali, rapina, furto e incendio, trasloco, acquisto della casa, ristrutturazioni e installazioni di impianti per l'energia rinnovabile, acquisto dell'auto, matrimonio e nascita dei figli, cure mediche e dentistiche, studi e per ognuna di queste necessità è previsto un importo massimo erogabile; in questo caso è fondamentale fornire una documentazione attestante la necessità di finanziamento, unitamente con la documentazione di spesa;
  • i prestiti Inps pluriennali garantiti sono finanziamenti che coloro i quali sono iscritti alla Gestione unitaria per le prestazioni creditizie e sociali possono richiedere a banche e finanziarie convenzionate per far fronte alle eventualità quali ad esempio decesso dell'iscritto prima di aver ultimato il rimborso, cessazione del servizio senza diritto a pensione, riduzione dello stipendio; la durata di questa tipologie di prestiti può andare da cinque a dieci anni.

Inoltre, l'Inps eroga ai propri iscritti anche i mutui ipotecari finalizzati all'acquisto della prima casa.

COME SI ACCEDE AI PRESTITI INPS?

Un requisito fondamentale

Per accedere ad un prestito Inps, innanzitutto, è indispensabile che il richiedente sia iscritto all'Inps o quantomeno aderisca ad Fondo di credito.

Per far ciò è necessario versare una quota pari allo 0,35% per i dipendenti pubblici e per quelli assunti da enti in convenzione con l'Inps; mentre per i pensionati la percentuale si abbassa allo 0,15%, calcolata sulla pensione lorda, tuttavia, nel caso in cui l'importo della pensione fosse inferiore ai 600€ lordi, al pensionato non verrà richiesto alcun contributo per accedere alle prestazioni offerte.

Modalità di richiesta

Per accedere ai piccoli prestiti Inps, gli iscritti in attività di servizio, aderenti alla convenzione con l'Inps, possono inoltrare la domanda di finanziamento tramite l'Amministrazione di appartenenza, mentre i pensionati devono presentare i moduli via telematica tramite il sito Inps.

I piccoli prestiti Inpdap possono essere esclusivamente di tipo diretto, ossia erogati da fondo di credito della Gestione Dipendenti pubblici, mentre i prestiti pluriennali possono avere una duplice natura, ovvero essere diretti e garantiti.

I prestiti pluriennali diretti vengono erogati a quei soggetti iscritti da almeno quattro anni alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, va da sè che è comunque necessario dimostrare le documentate necessità finanziarie dell'iscritto rientranti nelle casistiche previste dal Regolamento Prestiti Inps. La presentazione delle richieste di credito avviene mediante l'amministrazione di appartenenza, mentre i pensionati possono inoltrarle solo tramite il portale ufficiale dell'Inps.

Oltre alla documentazione attestante l'effettivo stato di bisogno del richiedente, alla domanda di finanziamento deve essere allegato anche un certificato medico di sana costituzione fisica e un eventuale preventivo di spesa.

Per ottenere un prestito pluriennale garantito è necessario presentare all'Amministrazione di appartenenza una domanda di finanziamento in quadruplice copia, allegando un certificato medico di sana costituzione fisica.

I moduli di richiesta dei prestiti sono disponibili nella sezione Modulistica del sito internet Inps, seguendo il seguente percorso: Home – Modulistica – Gestione Dipendenti Pubblici – Richiesta Prestazioni – Prestazioni Creditizie e Sociali.

Articolo letto 970 volte

Dott.ssa Sara Tomasello
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO