Quali sono i requisiti che i dipendenti e i pensionati devono possedere per richiedere un prestito Inps?

Quali sono i requisiti per poter richiedere un prestiti Inps? Tutte le clausole e le novità in merito ai piccoli prestiti e ai prestiti pluriennali diretti e garantiti dell'Inps. Quali sono i fattori che i pensionati e i dipendenti iscritti all'Inps o aderenti alla convenzione devono tenere presenti prima di richiedere un prestito all'istituto?

Oggigiorno, molte sono le figure di dipendenti e pensionati che fanno richiesta di un prestiti all'Inps. Altrettanto numerose sono le proposte e le agevolazioni che vengono dall'istituto per le figure iscritte ed è opportuno conoscere a fondo i requisiti necessari per potervi accedere.

PRIMA DI INIZIARE: QUALI SONO I PRESTITI INPS? A CHI SI RIVOLGONO?

Prima di iniziare a trattare i vari requisiti necessari per richiedere e ottenere un prestito Inps, è opportuno precisare quali sono le tipologie di finanziamento offerte e a quali figure esse s rivolgono.

I prestiti Inps sono destinati ai lavoratori dipendenti e iscritti all'Inps ma anche a coloro i quali sono impiegati presso un ente che aderisce alla convenzione con l'Inps; allo stesso modo, anche i pensionati Inps possono beneficiare dei prestiti in questione.

A seconda delle finalità e della somma richiesta si distinguono le seguenti tipologie di prestito Inps:

  • piccoli prestiti;
  • prestiti pluriennali diretti;
  • prestiti pluriennali garantiti.

Inoltre, l'Inps propone agli iscritti anche i mutui ipotecari per l'acquisto della prima casa.

Per i piccoli prestiti non è necessario fornire alcuna motivazione specifica o una documentazione di spesa, in quanto essi vengono concessi per rispondere alle necessità urgenti dei richiedenti. I piccoli prestiti pluriennali vengono erogati per precise necessità espresse dal richiedente e comprese all'interno del Regolamento: per ognuna di esse è necessario presentare una documentazione che attesti la necessità del finanziamento, insieme alla documentazione di spesa. In ultimo, i prestiti Inps pluriennali garantiti vengono concessi per rispondere a precise eventualità solo a coloro i quali sono iscritti alla Gestione unitaria per le prestazioni creditizie e sociali: essi possono richiedere tali finanziamenti a banche e finanziarie convenzionate, da restituire in un periodo di tempo che va da cinque a dieci anni.

PRIMO REQUISITO, IL FONDO DI CREDITO: QUALI SONO I VANTAGGI DERIVANTI DALL'ADESIONE?

Uno dei requisiti fondamentali per accedere ai prestiti Inps è quello di dover aderire al Fondo di credito; per iscriversi o semplicemente versarvi volontariamente una somma, ogni figura destinataria del prestito deve seguire una determinata prassi:

  • i pensionati Inps devono compilare il modulo di adesione per poi presentarlo o spedirlo alla sede dell'istituto;
  • i dipendenti di enti e amministrazioni non iscritti all´Inps devono compilare ed inviare il modulo di adesione alla sede dell'Inps e farne una copia da destinare all´ente o amministrazione di appartenenza;
  • i pensionati di enti o amministrazioni non iscritte all´Inps devono compilare e inviare il modulo di adesione ad una sede dell'Inps e farne una copia da destinare all´ente previdenziale che eroga l´assegno di pensione.

I dipendenti pubblici in servizio e iscritti all'Inps ai fini pensionistici sono iscritti per legge al Fondo di credito.

L'adesione al Fondo di credito consente agli iscritti l'accesso alle prestazioni di tipo creditizio e sociale, ovvero le seguenti:

  • il fatto di beneficiare di piccoli prestiti rimborsabili entro un massimo di 48 mesi;
  • il fatto di beneficiare di prestiti pluriennali con cessione del quinto erogati direttamente o garantiti dall´Inpdap;
  • il fatto di beneficiare di mutui ipotecari edilizi per la prima casa a fino a 30 anni;
  • prestazioni sono dedicate ai giovani, tra i quali convitti e vacanze studio in Italia e all´estero, borse di studio, master e dottorati di ricerca;
  • prestazioni per i pensionati.

L'iscrizione al Fondo di credito prevede una quota da pagare, pari allo 0,35% per i dipendenti Inps o per coloro i quali sono ingaggiati da un ente convenzionato con l'istituto, mentre per i pensionati, tale percentuale si abbassa allo 0,15% sulla base della pensione dichiarata; nel caso in cui quest'ultima fosse inferiore a 600€ lordi, il pensionato non dovrà corrispondere di alcuna somma per accedere alle prestazioni offerte.

QUALI SONO I REQUISITI PER ACCEDERE A PRESTITI INPS PLURIENNALI DIRETTI E GARANTITI?

Per accedere i prestiti Inps pluriennali è necessario che il lavoratore abbia maturato almeno quattro anni di anzianità di servizio, mentre i pensionati abbiano almeno quattro anni di versamenti contributivi. Anche i dipendenti a tempo indeterminato possono accedere a questa tipologia di prestito ma è indispensabile che il contratto previsto abbia una durata di almeno tre anni.

In generale, è necessario che la durata del prestito non superi quella del contratto, ma nel caso in cui ciò accadesse, il trattamento di fine rapporto dovrà essere dato a garanzia del prestito Inps.

I prestiti pluriennali possono avere una durata che va da cinque a dieci anni e la loro estinzione può avvenire in sessanta o in centoventi rate mensili consecutive; inoltre, ciascuno importo non deve essere superiore al quinto della busta paga o della pensione netta.

Per richiedere i prestiti Inps garantiti l'iscritto deve presentare la domanda in quattro esemplari all'Amministrazione di appartenenza, compilando gli appositi modelli forniti dall'Istituto: in questo caso non è necessario presentare alcuna documentazione o resoconto di spesa, ma è sufficiente allegare un certificato medico di sana costituzione fisica.

La compilazione della domanda, completata dall'Amministrazione di appartenenza con la dichiarazione dimostrativa dello stipendio, deve essere trasmessa all'istituto di credito, il quale la restituirà all'Amministrazione a seguito della redazione della proposta di contratto. Spetterà all'Amministrazione inviare la documentazione alla sede Inps territoriale, la quale dopo un'attenta valutazione della richiesta deciderà se concedere la garanzia.

OLTRE AI REQUISITI, ANCHE I DIRITTI E LE PREROGATIVE PER COLORO CHE ACCEDONO AI PRESTITI INPS: LE NEWS

Coloro che accedono ai prestiti Inps potranno beneficiare di un'offerta finanziaria con tassi vantaggiosi, inoltre, gli iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici e i pensionati pubblici di altre amministrazioni hanno la facoltà di fruire di tutte le prestazioni creditizie.

A partire dal 2011 sono entrati in vigore i nuovi regolamenti e l'erogazione dei mutui e dei prestiti a coloro i quali risultano iscritti al Fondo di credito garantiscono una gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, in particolarità, le novità nel campo sono le seguenti:

  • l'introduzione del piccolo prestito quadriennale;
  • l'estensione della possibilità di chiedere il prestito per l'acquisto della casa di abitazione dei figli.
  • le semplificazioni nella tipologia di documenti da presentare a corredo delle domande.

Articolo letto 1.516 volte

Dott.ssa Sara Tomasello
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO