Prestito per l'auto usata: concessionaria o istituto bancario?

Quando si vuole acquistare un'auto usata conviene chiedere un prestito alla concessionaria o ad un'istituto bancario? Andiamo a vedere cosa ha concluso la rivista Quattroruote in una inchiesta promossa di recente e relativa proprio al mercato delle autovetture di seconda mano.

La crisi economica sembra riflettersi in maniera molto significativa anche sul settore delle auto. Sono sempre di più, infatti, le persone che decidono di rinunciare all'acquisto di un'autovettura nuova per indirizzarsi sul mercato dell'usato. Basta dare uno sguardo ai dati elaborati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, relativi al  2015, anno durante il quale sono stati registrati 4.589.823 trasferimenti di proprietà, con una crescita dell'8% rispetto al 2014. Per l'anno in corso, poi, il dato sembra ancora più lusinghiero, se si pensa che a gennaio la crescita è stata del 17,44%, con 155 mila vetture vendute, mentre a febbraio si è attestata su un più contenuto, ma comunque rilevante 14%. In totale, nel primo bimestre del 2016 la crescita del mercato delle auto usate in Italia si attesterebbe ad un 27,33% che pone il nostro Paese in cima alla graduatoria europea.

L'importanza della vendita online

Secondo gli addetti ai lavori, a dare linfa al fenomeno è stato in particolare il successo delle vendite online, che stimolerebbero non poco gli utenti, rappresentando in ultima analisi una sorta di vetrina per un lungo elenco di autovetture che chiunque può vendere e comprare stando comodamente seduti nel proprio ufficio. Anche lo snellimento burocratico che caratterizza i portali telematici riservati alla vendita di auto usate ha contribuito non poco al fenomeno, consentendo agli interlocutori di scambiarsi rapidamente la documentazione necessaria per poter di concludere in tempi più brevi la compravendita.

In Italia è boom nella vendita di auto usate

(In Italia è boom nella vendita di auto usate)

Anche se, in definitiva, anche in questo caso sarebbe sempre meglio non correre troppo, considerato che la reale disponibilità di offerte rende possibili affari in continuazione.

Crescono anche i prestiti per l'acquisto di auto usate 

In questo panorama, va anche considerato come la scarsità di risorse economiche disponibili spinga molti di coloro che si indirizzano verso il settore dell'usato a optare per la richiesta di un prestito. Anche in questo caso sono le statistiche disponibili a chiarire il quadro, con le erogazioni di prestiti per auto usate arrivate nei primi nove mesi del 2015 a toccare quota 1,86 miliardi di euro. Il dato in questione è stato fornito da Assofin, l'Associazione italiana del credito al consumo, dando una fotografia esauriente della situazione. 

L'inchiesta di Quattroruote

Ai dati ministeriali e di Assofin, vanno poi aggiunti quelli forniti da Quattroruote in una inchiesta con la quale la famosa rivista dedicata al mondo dei motori ha voluto andare a indagare in merito ai prestiti per auto usate al fine di mettere meglio a fuoco le condizioni a cui sono concessi i finanziamenti per l'acquisto di auto usate in Italia. Lo studio, in particolare, è andato ad analizzare tutte le possibili opzioni di finanziamento a disposizione degli automobilisti i quali intendano acquistare un'autovettura beneficiando di un prestito per auto usate per un ammontare pari a 5mila, 10mila o 15mila euro.

And the winner is...

I risultati dell'inchiesta di Quattroruote sembrano in effetti lasciare pochi dubbi, indicando come in otto casi su dodici le migliori condizioni di finanziamento siano offerte dagli istituti bancari che, rispetto alle case automobilistiche sono soliti proporre condizioni di finanziamento più vantaggiose a coloro che li richiedono. In particolare, la migliore proposta secondo gli analisti di Quattroruote sarebbe quella arrivata dall'istituto bancario Santander Consumer Bank, il quale su un prestito per auto usata con un ammontare pari a 5 mila o 10 mila euro rimborsabile nell'arco di 36 mesi, ha offerto un Taeg pari rispettivamente al 6,91% e al 6,75%.

Molti di coloro che acquistano auto usate, chiedono un prestito

(Molti di coloro che acquistano auto usate, chiedono un prestito)

La situazione muta ove invece il finanziamento sia per un importo pari a 15mila euro. In questo caso, infatti, le proposte migliori sarebbero quelle provenienti proprio dalle case automobilistiche, con una particolare menzione per nomi di spicco come BMW, Mercedes e Volvo.
In definitiva, dunque, possiamo concludere che nel caso in cui l'importo sia contenuto conviene effettuare richiesta di prestito all'istituto bancario, mentre il crescere della cifra richiesta consiglierebbe senz'altro di indirizzare la richiesta alle concessionarie, soprattutto ove la richiesta sia superiore ai 10mila euro.  

Cosa occorre esaminare per non correre rischi

Il fatto che cresca l'utenza dei prestiti per le auto usate, deve naturalmente spingere ad una certa prudenza, prima di optare per questo canale. In effetti sono sempre più coloro che prima di decidere per l'apposizione della propria firma sul contratto decidono di dare vita ad una propria indagine tesa a capire se sia veramente il caso di affidarsi ad un operatore invece che ad un altro. Anche perché con il passare del tempo aumentano i rischi derivanti da pratiche all'apparenza vantaggiose e che, invece, nella realtà tali non sono. Il riferimento è in particolare ai cosiddetti prestiti a tasso zero. Il tasso zero pubblicizzato, in effetti, si riferisce solitamente al Tan (Tasso Annuo Nominale), un parametro che però non comprende al suo interno i vari costi di gestione e di attivazione del prestito. Ne consegue che tutti i costi non compresi, saranno a carico di chi chiede il finanziamento. 
Proprio per questo motivo, il dato cui occorre guardare con estrema attenzione è il Taeg, ovvero il Tasso Annuo Effettivo Globale, il quale va invece a comprendere tutti i costi annui che il prestito comporta. Proprio il Taeg può essere effettivamente considerato il vero artefice dell'entità della rata da restituire mensilmente a chi ha provveduto a concedere il credito.

Articolo letto 590 volte

Dott. Dario Marchetti
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO