Il mutuo regionale in Emilia Romagna: come fare domanda, le agevolazioni sul tasso di interesse e piano di rimborso

La regione Emilia Romagna concede dei fondi per incentivare la ricostruzione in seguito al sisma del maggio 2012, proponendo un programma di affitto ridotto e di cumulo di denaro per la richiesta successiva di un mutuo a tasso agevolato di acquisto della prima casa. Vediamo i dettagli.

Ogni regione italiana propone la sua offerta di mutuo prima casa, ovvero di incentivo o contributo regionale tramite mutuo agevolato che permette di utilizzare il finanziamento erogato per acquistare un immobile residenziale con l'applicazione di un tasso di interesse inferiore rispetto alle forme di mutuo presenti sul mercato e proposte da altri Istituti bancari. Come detto fin dal principio, ogni regione offre la propria tipologia di mutuo agevolato, con delle proprie politiche di accesso al credito e le proprie condizioni di erogazione e rimborso del capitale: vediamo insieme il Mutuo regionale dell'Emilia Romagna destinato alle giovani coppie e ai nuclei famigliari con almeno tre figli a carico.

Il mutuo regionale dell'Emilia Romagna: COS'E'?

Il mutuo regionale dell'Emilia Romagna si inserisce nel programma "Una casa alle giovani coppie ed altri nuclei familiari" e costituisce una sorta di contributo e incentivo regionale per l'erogazione di un finanziamento tramite mutuo per l'acquisto della prima casa, permettendo ai soggetti che altrimenti resterebbero esclusi dall'accesso al credito di avere la possibilità di ottenere un capitale per l'acquisto di un immobile residenziale. La particolare forma di mutuo regionale è dedicata alle giovani coppie e ai nuclei famigliari con almeno tre figli a carico - considerati nuclei famigliari numerosi.

Il mutuo regionale agevolato offerto dalla Regione Emilia Romagna permette di ottenere dunque un capitale variabile in base alla spesa richiesta per l'abitazione, che deve comunque possedere determinate caratteristiche - garantendo al soggetto beneficiario del mutuo di ottenere una forma di contributo a fondo perduto. E proprio grazie a questa somma di denaro che non deve essere restituita, i soggetti che in linea tradizionale, per la tipologia del proprio contratto di lavoro o per la mancanza di garanzie, non potrebbero accedere alla concessione del mutuo casa, possono acquistare la prima casa.

Il mutuo regionale dell'Emilia Romagna: REQUISITI

Per ottenere il mutuo regionale dell'Emilia Romagna tramite la concessione di incentivi e contributi per un parte a fondo perduto, è necessario al momento della presentazione della domanda avere determinati requisiti, come di sotto esposto:

  • giovani coppie fino ai 35 anni;
  • nucleo famigliare con almeno tre figli a carico;
  • residenza sul territorio dell'Emilia Romagna,
  • contratto di lavoro anche da precario.

NOTA BENE: nella richiesta di un contributo a fondo perduto per l'acquisto della prima casa, il soggetto richiedente non ha la necessità di avere delle garanzie o di un garante, in quanto è la stessa regione che si pone come garante nella restituzione regolare del capitale erogato.

Il mutuo regionale dell'Emilia Romagna: PATTO DI FUTURA VENDITA

Con il programma di erogazione di incentivi e contributi regionali nell'ambito del progetto "Una casa alle giovani coppie ed altri nuclei familiari", la Regione Emilia Romagna si propone di sostenere economicamente i nuclei familiari e le giovani coppie nell'acquisto della prima casa attraverso un patto di futura vendita: in seguito a un periodo di pagamento del canone di locazione dell'immobile o di assegnazione in godimento di un periodo massimo di 4 anni, il soggetto beneficiario può fare richiesta di acquisto dell'immobile tramite l'erogazione di un mutuo a tasso agevolato.

Il contributo concesso è di circa 20.000 euro per alloggio, variabile in base alla zona di residenza, con la priorità verso i territori colpiti dal sisma del maggio 2012. Il programma di agevolazione per l'acquisto della prima casa si propone infatti di agevolare realmente l'acquisizione di una nuova proprietà di un immobile abitativo permettendo di avere un canone di affitto ridotto, come previsto dalla Legge 431/1998, e un prezzo di vendita dell'immobile più basso rispetto ai costi di mercato, a una convenzione tra i comuni e gli operatori immobiliari.

Il mutuo regionale dell'Emilia Romagna: TABELLA RICAPITOLATIVA

Per comprendere meglio, osserva anche la tabella sottostante che riassume le caratteristiche fondamentali di questa tipologia di incentivo o contributo regionale per l'acquisto della prima casa e le differenti fasi di richiesta, accettazione, erogazione e modalità di rimborso del capitale in base alle esigenze e desideri del soggetto beneficiario della locazione o assegnazione dell'immobile: il patto di futura vendita.

MUTUO REGIONALE EMIGLIA ROMAGNA: FASI INCENTIVI E CONTRIBUTI REGIONALI PER ACQUISTO PRIMA CASA DESTINATARI MODALITA' DI EROGAZIONE DEL CAPITALE
RICHIESTA CONTRIBUTO CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER PRIMA CASA DI CIRCA 20.000 EURO PER ALLOGGIO
GIOVANI COPPIE FINO A 35 ANNI PATTO DI FUTURA VENDITA
ACCETTAZIONE CONTRIBUTO CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO + SOMMA DA RESTITUIRE CON TASSO DI INTERESSE AGEVOLATO NUCLEI FAMIGLIARI CON ALMENO 3 FIGLI A CARICO
PERIODO DI FRUIZIONE PAGAMENTO DI CANONE DI LOCAZIONE FINO A 4 ANNI
PERIODO DI RICHIESTA MUTUO DOPO I 4 ANNI = RICHIESTA DI CONCESSIONE MUTUO

Il mutuo regionale dell'Emilia Romagna: LA RIDUZIONE DEL PREZZO DI ACQUISTO

La soluzione di acquisto prima casa agevolato proposto dalla Regione Emilia Romagna, consente alle giovani coppie e ai nuclei famigliari numerosi, che non hanno la possibilità di acquistare al momento un immobile abitativo, di avere una riduzione del prezzo di acquisto. Per comprendere meglio e fare un esempio che può chiarire i vantaggi di questa proposta di agevolazione, si può dire che con un affitto di 12.000 euro all'anno per 4 anni, ponendo come affitto mensile la quota di 500 euro, fruendo dell'incentivo o contributo regionale di 15.000 euro per esempio, tra 4 anni potrà acquistare l'immobile a un prezzo decurtato di 63.000 euro - somma complessiva di 4 anni dei costi di affitto e il contributo regionale.

In seguito alla decurtazione del costo di 63.000 euro, che per una parte è stata pagata con il canone di affitto di 4 anni e una parte corrisponde al contributo o incentivo rgionale offerto, si ha la somma residua da pagare per ottenere la proprietà dell'immobile abitativo. Questa rimanente somma può essere saldata attraverso la concessione di un mutuo agevolato, molto più semplice da accendere in quanto la somma capitale richiesta è molto più bassa rispetto a un costo iniziale di un'abitazione. Inoltre è anche possibile richiedere un mutuo 100, ovvero con copertura totale dei costi senza richiesta dell'anticipo del 20%, grazie alla convenzione stipulata tra Banca Popolare dell'Emilia Romagna e la regione.

Il mutuo regionale dell'Emilia Romagna: TABELLA RIASSUNTIVA

Qui di seguito si propone una tabella che riassume e simula una richiesta di contributo e incentivo regionale per l'acquisto della prima casa tramite il patto di futura vendita e il pagamento per 4 anni del canone di locazione. Al termine del periodo di 4 anni, si mettono in evidenza i costi e le spese residue per l'accensione del mutuo, che come abbiamo detto precedentemente, permette una maggiore facilità di concessione, vista la cifra minore di capitale da richiedere, pari a 37.000 euro:

MUTUO REGIONALE EMILIA ROMAGNA: MODALITA' FRUIZIONE COSTI CANONE DI LOCAZIONE CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO COSTO IMMOBILE SOMMA RESIDUA DA PAGARE CON IL MUTUO
QUOTA ANNUALE DI AFFITTO 500 EURO MENSILI = 12.000 EURO ALL'ANNO 15.000 EURO 100.000 EURO 37.000 EURO
PERIODO DI 4 ANNI DI LOCAZIONE 48.000 EURO 15.000 + 48.000 = 63.000 EURO SALDO CON CONCESSIONE MUTUO 100%

Il mutuo regionale dell'Emilia Romagna: CAPITALE EROGABILE

Gli incentivi e i contributi regionali erogati dall'Emilia Romagna per la concessione del mutuo regionale a tasso agevolato hanno l'obbiettivo di aiutare le giovani coppie ed altri nuclei familiari con la disposizione di un contributo di 20.000 euro per alloggio, somma elevata a 30.000 euro per i soggetti residenti nei comuni delle province di Bologna, Ferrara, Reggio Emilia e Modena, con l'obiettivo di sostenere i  territori  interessati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, come stabilito nella Legge 134/2012. Per comprendere meglio e ricapitolare il capitale erogabile per ogni territorio dell'Emilia Romagna, si consiglia anche di visionare la tabella seguente:

CONTRIBUTI REGIONALI PER ACQUISTO CASA TERRITORI EMILIA ROMAGNA
FINO A 20.000 EURO PER ALLOGGIO COMUNI E PROVINCE
FINO A 30.00 EURO PER ALLOGGIO
  • BOLOGNA;
  • FERRARA;
  • MODENA;
  • REGGIO EMILIA.

Il mutuo regionale dell'Emilia Romagna: ELENCO DEGLI IMMOBILI DISPONIBILI

Il bando per la concessione di agevolazioni e incentivi regionali per l'acquisto della prima casa in base alle modalità sopra descritte prevede un elenco di abitazioni messo a disposizione da imprese e operatori immobiliari, (visionabile e scaricabile alla destra della pagina) consentendo di avere un prezzo ridotto sia nel canone di locazione che nel prezzo finale di acquisto, attraverso la concessione del mutuo agevolato convenzionato con la Banca Popolare dell'Emilia Romagna

I contributi regionali a fondo perduto concessi, come abbiamo detto precedentemente, hanno un limite massimo di 15.000 euro, possono essere aumentati di 3.000 euro nel caso in cui l'alloggio scelto sia realizzato con tecniche costruttive che garantiscono elevate prestazioni energetiche o l'installazione di impianti per lo sfruttamento delle risorse rinnovabili, in base al Decreto Legge n. 156/2008.

NOTA BENE: il contributo regionale per l'acquisto della prima casa può essere maggiorato di 2.000 euro per i nuclei familiari nei quali sia presente almeno un figlio.

Il mutuo regionale dell'Emilia Romagna: COME RICHIEDERLO PER TEMPO!

Le giovani coppie e i nuclei familiari che intendono beneficiare dei contributi e incentivi regionali e accedere al mutuo agevolato, devo scegliere un alloggio e sottoscrivere un pre-contratto con l'operatore economico proprietario dell'immobile. In seguito devono presentare domanda di contributo on-line, andando nella sezione "richiesta di contributo", quando il bando è aperto, in base al territorio di residenza e in base alle esigenze di capitale, consultando la guida alla compilazione della richiesta di contributo per il finanziamento regionale agevolato tramite mutuo per la prima casa.

Articolo letto 3.342 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO