Come calcolare le provvigioni dovute all'intermediazione delle agenzie immobiliari nella compravendita

Quando ci si approssima all'acquisto di una casa tramite l'intermediazione di un'agenzia immobiliare, si dovranno a questa dei costi di commissione: vediamo come calcolare nel modo giusto l'entità di queste provvigioni.

A volte, nella ricerca di una casa in quanto possibile investimento per un acquisto importante, ci si può sentire maggiormente sicuri quando supportati da professionisti specializzati nella compravendita immobiliare quali gli operatori delle agenzie immobiliari.

In questo caso però, bisognerà tenere conto di un discorso inerente il costo del servizio fornito dagli stessi.

Gran parte degli agenti immobiliari guadagna infatti grazie alle provvigioni ottenute sia per i servizi inerenti immobili in affitto che in vendita, commissioni che possono essere a carico sia del venditore che dell'acquirente.

Le provvigioni delle agenzie immobiliari

Nell'ambito di una compravendita immobiliare, la provvigione complessiva viene divisa tra

  • l'agente immobiliare che ha lavorato per conto del venditore
  • l'agente immobiliare che ha rappresentato l'acquirente

L'importo della commissione può essere variabile in base all'andamento del mercato azionario. Generalmente questo valore è compreso

  • tra il 5% e il 7% del prezzo di vendita dell'immobile

per arrivare, in alcuni casi e se coinvolto un intermediario, anche al 10%.

Vediamo come calcolare l'entità di questi valori.

Come calcolare l'entità delle commissioni dovute alle agenzie immobiliari

Ai fini del corretto calcolo inerente le commissioni dell'agenzia immobiliare di riferimento, si dovrà operare

  • stabilendone l'importo
  • sottraendo questo dalla vendita antecedentemente ai proventi

Le provvigioni vengono infatti stabilite sul prezzo totale dell'immobile e non sull'importo finale seguente a un mutuo o altro vincolo di pagamento.

Per fare un esempio pratico, un immobile

  • venduto a 200.000 euro
  • con commissione del 5%

presenterà una provvigione di 10.000 euro da corrispondere all'agenzia di riferimento.

Per quanto riguarda invece il calcolo delle commissioni su immobili di terzi, si dovrà procedere allo stesso modo ma determinando l'importo totale del contratto di locazione.

Le commissioni in questo caso saranno comprese tra il 4% e il 6% del suddetto importo.

I valori non sono comunque fissi poichè, come precedentemente enunciato, le percentuali possono essere variabili in base all'andamento del mercato immobiliare.

Inoltre, diversi professionisti  sono comunque disposti a ridurre le provvigioni qualora un immobile

  • non venga venduto in un lasso di tempo ragionevole
  • sia presente all'interno di mercati considerati ristretti

Articolo letto 2.439 volte

Dott.ssa Elisabetta Berra