Finanziamenti Regione Liguria per lavoro, scuola, pensioni e contro l'emarginazione

Le risorse complessivamente a disposizione sono pari a ben 354 milioni di euro. Sono tutti fondi che, dal 2015 e fino all'anno 2020, andranno a finanziare le misure e le azioni che rientrano nel programma operativo della Regione Liguria legato all'FSE, il Fondo sociale europeo .

Per la Regione Liguria sono in arrivo finanziamenti Ue, per complessivi 177 milioni di euro, che sono finalizzati al contrasto all'emarginazione ed alla dispersione scolastica, e per combattere la piaga della disoccupazione giovanile. A darne notizia è stata l'Amministrazione regionale, ed in particolare l'assessore al bilancio ed alla formazione Pippo Rossetti, nel precisare in particolare che i finanziamenti europei si andranno ad unire agli stanziamenti statali e regionali, in co-finanziamento, portando complessivamente le risorse a disposizione a 354 milioni di euro. Sono tutte risorse che, dal 2015 e fino all'anno 2020, andranno a finanziare le misure e le azioni che rientrano nel programma operativo della Regione Liguria legato all'FSE, il Fondo sociale europeo.

Già a partire dai primi mesi del 2015 saranno attivate misure per contrastare sul territorio della Regione Liguria la disoccupazione giovanile che è al 42%, e la dispersione scolastica che si attesta attualmente al 15%. Inoltre, ha altresì fatto presente l'assessore Rossetti, saranno stanziate anche risorse a favore di una maggiore partecipazione delle donne al mondo del lavoro, e per permettere a chi è in difficoltà di acquisire le necessarie competenze per rientrare nel circuito dell'occupazione

E con l'arrivo del nuovo anno, sempre in materia di occupazione, ci sono importanti novità anche a favore di coloro che hanno perso il posto di lavoro ed a cui mancano meno di due anni per maturare i requisiti di accesso alla pensione. Enrico Vesco, assessore al lavoro della Regione Liguria, ha infatti reso noto che sono stati stanziati 465.000 euro per aiutare un centinaio di persone, aventi un'età compresa tra i 55 ed i 64 anni, cui mancano meno di due anni per andare in pensione ma si ritrovano disoccupati. Le risorse sono state così ripartite:

  • Per la Provincia di Genova quasi 200 mila euro.
  • Per la Provincia di Savona 100 mila euro.
  • Per la Provincia della Spezia 108 mila euro.
  • Per la Provincia di Imperia 57.400 euro.

Saranno i Comuni, ampliando tra l'altro le risorse con stanziamenti propri al fine di coprire i costi della previdenza, ad utilizzare i finanziamenti regionali attraverso l'attivazione a partire dall'1 gennaio del 2015 di cantieri scuola-lavoro che, a favore dei beneficiari, avranno una durata pari a 12 mesi. Spetteranno ai beneficiari 50 euro al giorno per un massimo di 1.000 euro mensili e di 20 giorni lavorativi.

Per accedere alla misura, attraverso i Bandi predisposti dai Comuni, gli interessati dovranno farsi rilasciare dall'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps) il documento che attesta il periodo mancante per maturare i requisiti di accesso alla pensione. La Regione Liguria, sempre in accordo con quanto affermato dall'assessore Vesco, si impegnerà a fare in modo che i cantieri scuola-lavoro possano essere rinnovati anche per l'anno 2016 considerando che, per esempio, solo su Genova e Provincia ci sono oltre 7 mila disoccupati di età compresa tra i 55 ed i 64 anni.

Articolo letto 541 volte

Filadelfo Scamporrino
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO