I finanziamenti agevolati Caritas: TIPOLOGIE di aiuti economici a tasso zero e PRESTITI per l'avvio di attività imprenditoriali

I finanziamenti agevolati Caritas non devono essere pensati come semplici aiuti economici per evitare il pignoramento in caso di debiti elevati ma come sostegni atti alla realizzazione della persona all'interno della società: ne sono un esempio i prestiti per l'avvio di un'attività.

Non è semplice da definire e tanto meno è facile inserire in questa categoria tutte le tipologie di prestito o sostegno economico proposte da Istituti bancari o associazioni. Il finanziamento agevolato, proprio per la radice del termine, è considerato come un aiuto economico verso i soggetti che si ritrovano in difficoltà finanziaria. Questa è da considerare la definizione generale e l'obiettivo primo dell'erogazione del finanziamento: risolvere una situazione economica difficile evitando maggiorazioni nelle rate di un prestito personale dovuto, il pignoramento di un bene, o di incorrere in sanzioni. Insomma, le situazioni di difficoltà finanziaria sono plurime.

Il finanziamento agevolato: CHE COSA SI INTENDE PER "AGEVOLATO"?

Il finanziamento agevolato può essere dunque inteso come l'erogazione di un capitale sufficiente a risolvere le svariate situazioni di difficoltà economica e ciò lo avvicina al prestito o al finanziamento tradizionale. L'elemento che lo contraddistingue è la modalità di restituzione della somma finanziata che come sostiene la parola stessa è "agevolata". Ma cosa si intende esattamente per "agevolato"?

L'agevolazione di questa tipologia di finanziamento comprende differenti tipologie di "agevolazione":

  • riduzione del tasso di interesse;
  • tasso di interesse zero;
  • piano di ammortamento personalizzato;
  • piano di rimborso con periodo di pre-ammortamento in cui si comincia a pagare dopo un certo periodo.

E' da considerare il fatto che con il finanziamento agevolato non si intende solo l'erogazione di un capitale per saldare le rate mensili che non si riescono a sostenere ma vi è l'obiettivo primo di aiutare i soggetti in difficoltà economica a ricreare la loro posizione. E' infatti molto semplice dare loro i soldi per saldare la propria situazione in maniera temporanea, situazione di difficoltà che andrà a ricrearsi non avendo i mezzi necessari per colmarla.

Il PRESTITO DELLA SPERANZA della CARITAS: RICREARE la propria posizione sociale

I finanziamenti agevolati sono la forma di sostegno economico che maggiormente si avvicina alla risoluzione della più grande piaga dei territori in forte depressione: dare il denaro per risolvere una situazione temporanea ma non offrire i mezzi e il sostegno per crearsi una propria identità non è la soluzione e questo la Caritas lo sa bene. Ecco perché i finanziamenti agevolati Caritas sono quelli che più rispettano e seguono questi obiettivi offrendo a tutti la possibilità di uscire dall'emarginazione e inserirsi con profitto nella società.

Uno tra i finanziamenti maggiormente conosciuti è il Prestito della Speranza che consiste nell'erogazione di un sostegno finanziario ai soggetti e famiglie che si trovano in difficoltà economica, sociale o a rischio di emarginazione. Questa tipologia di piccolo prestito personale permette prioritariamente di saldare i debiti eventualmente contratti e ricrearsi una situazione familiare e economica stabile. Promosso dalla Cei, la Conferenza Episcopale Italiana, con la collaborazione dell'ABI, l'Associazione Bancaria italiana, il Prestito della Speranza si avvale del Fondo Nazionale Straordinario di Garanzia per l'erogazione delle somme necessarie alle famiglie in difficoltà economica o in stato di disoccupazione a lungo termine tramite Istituti bancari aderenti all'iniziativa.

Il finanziamento agevolato della CARITAS: CREDITO SOCIALE e PRESTITO PER UNA PICCOLA ATTIVITA' IMPRENDITORIALE

Con l'intento di dare la possibilità ai soggetti in difficoltà economica, con uno stato di disoccupazione a lungo termine o con un lavoro precario e famiglia a carico, il Prestito della Speranza, grazie al Fondo Nazionale Straordinario di Garanzia, permette di erogare due differenti tipologie di finanziamento agevolato per soddisfare le esigenze di ogni tipologia di difficoltà economica, anche solo temporanea, o i soggetti che desiderano creare la loro posizione lavorativa ma restano esclusi dalle altre forme di prestito.

Le due forme di finanziamento agevolato proposte dalla Caritas prevedono una prima scrematura dei nominativi che ne fanno richiesta in base alle reali condizioni di disagio e emarginazione sociale e alle esigenze da soddisfare che possono essere la sola necessità di saldare debiti contratti o sostenere delle spese impreviste o il desiderio di intraprendere una piccola attività imprenditoriale, quasi sempre a carattere artigianale. Per soddisfare queste esigenze, i finanziamenti agevolati della Caritas sono suddivisi in: Credito sociale con capitale massimo erogabile fino a 6.000 euro e Prestito per l'avvio di un'attività lavorativa artigianale, commerciale e imprenditoriale con capitale massimo erogabile di 25.000 euro.

PER COMPRENDERE MEGLIO: il Microcredito, il prestito chirografario e i finanziamenti agevolati della CARITAS CON RIMBORSO in 5 anni

I finanziamenti agevolati prevedono la costruzione di una situazione sociale e economica che permetta ai soggetti in difficoltà, rischio di emarginazione e coloro che rimangono esclusi da altre soluzioni di credito al consumo, di ottenere un piccolo prestito e avviare la propria attività lavorativa per sostenersi economicamente in modo individuale, senza richiedere altri sostegni dallo Stato. Lo scopo del finanziamento agevolato della Caritas, che prevede un tasso di interesse pari al 4%, è quello di rieducare alla spesa e aumentare la possibilità di accesso al credito anche dei soggetti considerati non bancabili.

I finanziamenti agevolati previsti dalla Caritas prevedono l'erogazione di capitali specifici con un piano di rimborso personalizzato in base alle disponibilità economche e situazione finanziaria del soggetto beneficario e si suddividono nelle tipologia di prestiti chirografari con i quali è possibile ottenere una liquidità con la sola garanzia di restituzione di una firma e nella tipologia di prestiti che fanno capo al Microcredito, soluzione di prestito dedicata ai soggetti che intendono avviare una propria attività imprenditoriale. Tutti i soggetti beneficiari e bancabili per la richiesta e ottenimento del finanziamento agevolati sono nominati dalla Caritas che ha il compito di rilevare le situazione di maggiore disagio economico e sociale.

Il video seguente mette in luce gli obiettivi dei finanziamenti agevolati della Caritas che si avvale della Banca Carime per l'erogazione dei capitali necessari alla risoluzione delle difficoltà finanziarie o all'avvio di un'attività autonoma, oltre alla creazione di un fondo antiusura per aiutare coloro che sono caduti in questa trappola e necessitano di saldare il proprio debito. Nel video sono spiegati nel dettaglio i requisiti di accesso al finanziamento, mettendo in evidenza come i sostegni siano dei veri e propri prestiti che devono essere rimborsati in un periodo di 5 anni con l' obiettivo di rieducazione alla spesa:

Il finanziamento agevolato della CARITAS: DOCUMENTAZIONE

Per ottenere il finanziamento agevolato della Caritas, nonostante i soggetti che hanno diritto all'accesso al credito siano segnalati e valutati nel loro status economico dalla stessa società, è necessario esibire una particolare documentazione che permetta di stipulare il contratto di finanziamento. Si ricorda infatti che il capitale erogato con la forma di finanziamento agevolato della Caritas prevede un capitale massimo in base alla tipologia di esigenza da soddisfare e un piano di restituzione di durata massima di 5 anni, con tasso di interesse del 4%, che si comincia a corrispondere dopo 12 mesi dal ricevimento del capitale.

Questa tipologia di finanziamento prevede infatti un periodo di pre-ammortamento in cui il soggetto riceve il finanziamento, salda i propri debiti o avvia la propria attività, guadagna, e con il profitto può restituire la somma finanziata senza incorrere in nuove difficoltà economiche. Per la richiesta di Microcredito, la documentazione da presentare prevede:

  • un'istanza di finanziamento con le informazioni sul suo nucleo familiare e sull'attività lavorativa;
  • documento di identità;
  • codice fiscale del soggetto richiedente e del proprio coniuge;
  • copia del preventivo di spesa o fatture dei debiti da saldare;
  • garante.

Il PRESTITO DELLA SPERANZA della CARITAS: il capitale erogato SI RIMBORSA o NO?

Il finanziamento agevolato del Prestito della Speranza prevede una differente tipologia di erogazione del capitale ma anche di restituzione. Nel Credito sociale la somma necessaria per saldare i debiti contratti o risolvere le difficoltà economiche del soggetto è erogata in rate mensili di 500 euro per la durata di un anno per un totale di 6.000 euro.

La dilazione della somma è la soluzione alla "mal organizzazione del denaro": le rate mensili permettono di aiutare il soggetto a ricreare una propria posizione economica grazie all'apprendimento dell'utilizzo corretto del denaro; sostenere delle spese più caute; saldare le finanziarie contratte. Dopo 12 mesi dal ricevimento del capitale, spazio di tempo in cui la situazione economica è sicuramente migliorata, si inizia a corrispondere la somma finanziata con un piano di ammortamento fino a 5 anni.

Nel caso di finanziamento agevolato per l'avvio di un'attività imprenditoriale, la situazione è differente, in quanto coloro che decidono di ricreare la propria posizione lavorativa hanno la reale intenzione e le capacità di farlo ma non ha la liquidità per realizzare l'obiettivo: il capitale erogato permette loro di avere un piccolo fondo con un piano di rimborso sostenibile, non eccessivamente dilatato nel tempo. La durata del piano di ammortamento è infatti di un periodo massimo di 60 mesi. Per comprendere meglio le tipologie di finanziamento agevolato della caritas, osserva anche la seguente tabella in cui sono riassunte le forme di prestito e i soggetti ai quali sono dedicati con rispettivo capitale e piano di rimborso:

FINANZIAMENTI AGEVOLATI CARITAS DESTINATARI E ESIGENZE
CAPITALE E PIANO DI RIMBORSO
CREDITO SOCIALE SOGGETTI IN DIFFICOLTA' ECONOMICA FINO A 6.000 EURO E RIMBORSO DOPO 12 MESI (CAPITALE DILAZIONATO IN RATE MENSILI)
PRESTITO PER ATTIVITA' (RI)CREARE LA PROPRIA POSIZIONE LAVORATIVA FINO A 25.000 EURO E RIMBORSO DOPO 12 MESI
MICROCREDITO AVVIO DI ATTIVITA' O SALVARE UNA PREESISTENTE PERSONALIZZATO
PRESTITO CHIROGRAFARIO PRESTITO PERSONALE CAPITALE IN BASE ALLE ESIGENZE RILEVATE NEL DISAGIO ECONOMICO
FONDO ANTIUSURA SALDARE I DEBITI CONTRATTI CAPITALE IN PROPORZIONE AL CREDITO DA SALDARE

Il PRESTITO DELLA SPERANZA della CARITAS: CHE COSA C'E' DA SAPERE.... 

ATTENZIONE ALLE FALSE PROMOSSE: il Fondo Nazionale Straordinario di Garanzia permette ai soggetti che si trovano in condizioni di oggettivo svantaggio economico e sociale, come famiglie con almeno 3 figli in età scolare con componenti in stato di disabilità, soggetti con stato di disoccupazione a lungo termine o famiglie con unico membro del nucleo familiare in grado di portare il sostentamento economico in stato disoccupazione o lavoro precario, di ottenere un capitale per ricreare e riorganizzare la propria situazione economica.

Queste sono le sole tipologie di soggetti che possono accedere al Prestito della Speranza per migliorare la propria condizione di reale difficoltà. Non si tratta infatti di "aiuto a pagare le rate di un prestito personale" ma di sostenere delle difficoltà sociali non controllabili dalla natura umana, come la disabilità dell'unico membro capace di sostenere economicamente la famiglia. Per ricapitolare e comprendere meglio quali sono i requisiti di accesso alla tipologia di finanziamento agevolato della Caritas, si osservi anche la tabella in cui sono riassunte le informazioni principali su requisiti e obiettivi del prestito:

PRESTITO DELLA SPERANZA REQUISITI 
CAPITALE
PIANO DI RIMBORSO
FINANZIAMENTO AGEVOLATO DELLA CARITAS
  • DISOCCUPAZIONE A LUNGO TERMINE O LAVORO PRECARIO;
  • FAMIGLIE CON ALMENO 3 FIGLI IN ETA' SCOLARE;
  • FAMIGLIE CON COMPONENTI CON DISABILITA'.
TASSO DI INTERESSE AGEVOLATO DEL 4% PERSONALIZZATO
CREDITO SOCIALE

FINO A 6.000 EURO CON EROGAZIONE  DI 500 EURO MENSILI

  • DOPO 12 MESI DALL'EROGAZIONE DEL CAPITALE;
  • 5 ANNI.
PRESTITO PER AVVIO ATTIVITA'
FINO A 25.000 EURO CON RIMBORSO
FINO A 60 MESI

Il video informativo: l'esempio di CAGLIARI con il PRESTITO DELLA CARITAS

Il video intervista al Direttore della Caritas della diocesi di Cagliari, Marco Lai, spiega la situazione economica in Sardegna: l'immigrazione e la sempre crescente difficoltà economica dovuta al precariato e all'emarginazione, può essere risolta con i finanziamenti agevolati che permettono di uscire da una situazione di dissesto economico, favorendo l'avvio di nuove attività imprenditoriali e/o di aiutare quelle preesistenti che si trovano vicine al crollo. Il Direttore della Diocesi di Cagliari spiega nel dettaglio il livello di immigrazione in Sardegna e le azioni avviate dalla Caritas per ridurre povertà e aumentare l'inclusione sociale come il Microcredito sociale per i "non bancabili":

Articolo letto 14.205 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO