Bando Innovacultura in Lombardia per finanziamenti a fondo perduto, tutte le info

Il Bando Innovacultura in Lombardia, con oltre 1,3 milioni di dotazione finanziaria, è stato indetto per promuovere l'innovazione delle imprese culturali con particolare attenzione a quelle condotte in prevalenza dai giovani.

Con il Bando Innovacultura vengono messi a disposizione contributi a fondo perduto per le imprese culturali. Succede in Lombardia nell'ambito di un progetto al quale, tra gli altri, partecipa anche la Camera di Commercio di Milano. Il Bando Innovacultura, con una dotazione finanziaria di oltre 1,35 milioni di euro, è attivo su tutto il territorio della Regione Lombardia con la domanda di accesso ai contributi da presentare entro e non oltre le ore 12 del 17 dicembre del 2014. Possono partecipare le istituzioni culturali ed i soggetti privati no profit che vogliono ottenere dei contributi a copertura della spesa sostenuta per l'acquisto di prodotti e/o servizi. Questi prodotti e/o servizi a loro volta devono essere offerti da piccole e medie imprese (Pmi) culturali e creative e/o da associazioni culturali che sono iscritte al REA. I 1.358.600,00 euro di contributi complessivamente messi a disposizione con il Bando Innovacultura provengono dai seguenti stanziamenti:

  • La Regione Lombardia che contribuisce con 1.019.500,00 euro.  
  • La Fondazione Cariplo che contribuisce con 150.000,00 euro.
  • La Camera di Commercio di Milano che contribuisce con 99.500,00 euro.
  • La Camera di Commercio di Monza e Brianza che contribuisce con 79.600,00 euro.
  • La Camera di Commercio di Lecco che contribuisce con uno stanziamento di 10.000,00 euro. 

Entro i termini previsti, salvo eventuali proroghe, la domanda, il cui modulo si può scaricare dal sito Internet 'Bandimpreselombarde', dovrà essere inviata a mezzo posta elettronica certificata (Pec) allegando quanto segue:

  • La descrizione del progetto con apposito modulo scaricabile sempre dal sito sopra indicato.
  • La dichiarazione de minimis, con apposito modulo scaricabile sempre da 'Bandimpreselombarde'.
  • Lo statuto delle istituzioni culturali che presentano la domanda.

In accordo con quanto si legge nel Bando Innovacultura, sul sito Internet 'Bandimpreselombarde' le graduatorie saranno approvate e pubblicate entro e non oltre la data del 15 marzo del 2015, mentre i progetti presentati per l'accesso ai contributi dovranno essere completati entro sei mesi dalla data di pubblicazione della graduatoria. Gli step successivi sono indicati nella seguente tabella

Invio delle rendicontazioni a mezzo Pec Entro 60 giorni dalla data di fine progetto.
Erogazione del contributo Entro 60 giorni dalla approvazione della rendicontazione.
Invio delle quietanze dei fornitori a mezzo Pec Entro 30 giorni dall'erogazione del contributo.

Il contributo concesso potrà coprire fino all'80% della spesa sostenuta e comunque nel rispetto dei seguenti massimali: massimo 40 mila euro di contributi per i progetti presentati da una singola istituzione culturale; massimo 60 mila euro di contributi per i progetti presentati da più istituzioni culturali, con un minimo di tre, che hanno presentato la domanda riuniti in rete

I fornitori devono essere Pmi o Associazioni culturali operanti nei seguenti settori: comunicazione e marketing, arti visive, cinema e videogiochi, prodotti e servizi digitali ad alto contenuto innovativo. Ed ancora negli ambiti di radio-televisione, ICT, architettura, patrimonio culturale, moda, musica, editoria, design.  

Per la determinazione della graduatoria si terrà conto, tra l'altro, della congruità economica del progetto proposto, ma anche della chiarezza espositiva e degli obiettivi fissati nella relazione progettuale. Tra i criteri di valutazione, ai fini dell'assegnazione del punteggio complessivo, ci sono anche la qualità, le caratteristiche innovative ed il grado di realizzabilità del progetto che è stato presentato. Sono previste inoltre delle premialità aggiuntive per quelle imprese culturali composte in prevalenza da giovani e/o costituite da meno di tre anni.

In caso di mancato esaurimento dei contributi a disposizione i soggetti promotori si riservano per il Bando Innovacultura di riaprirne i termini di scadenza. Così come è facoltà dei soggetti promotori del bando anche quella di rifinanziarlo attraverso ulteriori stanziamenti.

Articolo letto 1.175 volte

Filadelfo Scamporrino
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO