Finanziamenti agevolati per imprese di cooperative sociali: i requisiti di accesso per le attività da avviare o già avviate

I finanziamenti agevolati per le cooperative sociali di tipo b, con il 30% di soggetti svantaggiati, permettono di avviare una nuova attività o anche di apportare dei miglioramenti alle imprese già avviate: vediamo insieme quali sono i requisiti di accesso e le spese finanziabili.

Costituiscono una importante opportunità per le cooperative sociali per sostenere le spese dell'avvio di una nuova attività e della creazione del proprio lavoro autonomo: i finanziamenti agevolati per questa categoria di soggetti sono disciplinati dal D.lgs. 185/00 che al Titolo I propone alle cooperative sociali di tipo B la possibilità di ottenere un capitale variabile per realizzare il proprio progetto di impresa.

I finanziamenti per le cooperative sociali: il D. lgs. 185/00

I finanziamenti agevolati per le imprese di cooperative sociali, come detto sopra, sono disciplinati dal D.lgs. 185/00 Titolo I, il quale si rivolge alle cooperative sociali di tipo B che si caratterizzano per la presenza all'interno del proprio interno di una quota del 30% di soggetti svantaggiati, invalidi fisici, psichici e sensoriali, soggetti tossicodipendenti, alcolisti, ex-condannati.

Con questa tipologia di finanziamento agevolato le cooperative sociali che desiderano costituire un'impresa o anche i soggetti già soci di una cooperativa sociale di tipo b possono sostenere le spese per le operazioni di avvio o di miglioramento, ammodernamento della struttura in cui la cooperativa svolge le proprie funzioni. Le spese finanziabili con questa tipologia di agevolazione finanziaria comprendono nel dettaglio:

  • acquisto di materie prime, beni materiali o immateriali;
  • prodotti finiti o semilavorati;
  • servizi ricevuti per sostenere la realizzazione del progetto aziendale;
  • pagamento del canone di leasing e/o locazione di locali o strutture/macchinari/impianti.

PER COMPRENDERE MEGLIO: IL VIDEO INCHIESTA SULLE COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B

Per comprendere meglio qual è il ruolo e l'obiettivo di una cooperativa sociale di tipo b, si propone il video-inchiesta sul lavoro delle cooperative sociali di tipo b, dove nascono, da dove traggono sostegno, come operano e con quali mezzi, quali sono i soggetti che vi operano dal punto di vista amministrativo e sopratutto materiale: "non molti sanno che, per esempio, il servizio di manutenzione del verde pubblico è svolto da soggetti svantaggiati che fanno parte di questa tipologia di cooperativa sociale".

I finanziamenti per le cooperative sociali: REQUISITI dei SOGGETTI NON SVANTAGGIATI

Nel caso il soggetto socio di una cooperativa sociale abbia l'idea di richiedere il finanziamento agevolato per la creazione di una nuova cooperativa sociale di tipo b, la struttura deve essere nata prima della presentazione della domanda di agevolazione. I soggetti non svantaggiati e soci della cooperativa che intendono fare domanda di finanziamento agevolato devono possedere determinati requisiti:

  • età anagrafica tra i 18-30 anni;
  • residenza nelle Aree Obiettivo 1 - Obiettivo 2 - Phasing out e in base all'art. 87.3c del Trattato UE;
  • la cooperativa deve avere sede legale in base al requisito espresso sopra.

I finanziamenti per le cooperative sociali: REQUISITI PER COOPERATIVA GIA' AVVIATA

Se invece i soggetti non svantaggiati e soci della cooperativa intendono fare domanda di finanziamento agevolato per una cooperativa di tipo b già avviata, questi devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere residenti nei territori di applicazione della legge alla data del 1 gennaio 1999;
  • la cooperativa deve avere sede legale in base al requisito espresso sopra.

I finanziamenti per le cooperative sociali: SPESE FINANZIABILI

I finanziamenti  agevolati per le cooperative sociali di tipo b già avviate permettono di sostenere i settori dell'artigianato, dell'agricoltura e dell'industria, comprendendo il settore della fornitura di servizi alle imprese. Tutte le spese per le quali si richiede il finanziamento devono essere ancora da sostenere: non sono infatti ammissibili nel preventivo di spesa del finanziamento agevolato i costi sostenuti prima della presentazione della domanda di finanziamento.

Il finanziamento agevolato per le cooperative sociali di tipo b, sia che questa siano da realizzare completamente o siano delle strutture già avviate e da ammodernare o ampliare, il capitale ottenuto è erogato tramite dei contributi a fondo perduto o dei mutui con tasso di interesse agevolato. Le spese finanziabili con questa tipologia di finanziamento agevolato comprendono anche il costo di:

  • acquisto del terreno in cui avrà sede il locale della cooperativa sociale;
  • costruzione delle opere edilizie;
  • allacci dei locali;
  • macchinari, beni materiali e immateriali ad utilità pluriennale.

I finanziamenti per le cooperative sociali: CAPITALE MASSIMO EROGABILE

Il capitale massimo erogabile per ciascuna impresa di cooperativa sociale di tipo b non può essere quantificato, in quanto soggetto alle normative di ciascun bando e fondo di agevolazioni a fondo perduto fissati dall'UE: è necessario verificare di volta in volta le disponibilità dei fondi legati a questa tipologia di finanziamento e agevolazione per le imprese, valutando la soluzione che meglio si adatta al proprio preventivo di spesa.

Con il finanziamento agevolato per le imprese di cooperative sociali è possibile sostenere le spese di avvio ma anche di miglioramento di una struttura già avviata, che si ricorda deve essere costituita per il 30% da soggetti classificati nella categoria svantaggiata, ottenendo un capitale massimo di circa 516.000.000 di euro destinati all'avvio di nuove cooperative sociali di tipo b e 256.000.000 di euro per le cooperative già avviate e consolidate.

I finanziamenti per le cooperative sociali: SPESE NON FINANZIABILI

Tra le spese NON finanziabili con il finanziamento agevolato per le imprese di cooperative sociali di tipo b, vi sono i servizi rivolti alle persone, alle amministrazioni pubbliche e al commercio, tutte le iniziative rivolte ai settori della formazione e dell'assistenza. Nel finanziamento agevolato per imprese di cooperative sociali di tipo b non sono finanziabili per le spese che non comprendono la diretta realizzazione del progetto aziendale, tra le quali:

  • oneri del mutuo agevolato (derivati da insolvenza o debiti);
  • tasse e oneri contributivi;
  • retribuzione dei dipendenti;
  • rimborsi ai soci prestatori d'opera;
  • costi di viaggi e spese di rappresentanza.

ATTENZIONE:  è anche possibile che la presentazione della prima domanda di finanziamento agevolato non sia stata accettata per cui in quell'arco di tempo siano stati acquistati beni materiali o immateriali e strutture per lo sviluppo dell'attività imprenditoriale della cooperativa. In questo caso, è possibile preventivare questa tipologia di spesa nella domanda di finanziamento – comprendendo il periodo tra la presentazione della prima e seconda domanda di finanziamento.

I finanziamenti per le cooperative sociali: DOCUMENTAZIONE

Per richiedere il finanziamento agevolato per le cooperative sociali di tipo b, il soggetto deve presentare la domanda allegata al bando in oggetto, al quale intende partecipare e allegare:

  • atto costitutivo e statuto della cooperativa;
  • certificazione di iscrizione alla Camera di Commercio;
  • certificazione di iscrizione nel registro della Prefettura;
  • certificazione della residenza della sede in base ai requisiti del bando;
  • bilancio degli ultimi due anni di attività - se la cooperativa è avviata;
  • il piano di impresa - se la cooperativa deve essere realizzata e avviata.

I finanziamenti per le cooperative sociali: PRESENTAZIONE DEL PIANO DI IMPRESA

Per richiedere e ottenere un finanziamento agevolato per un'impresa di cooperativa di tipo b, è necessario presentare un piano d'impresa che permetta di dimostrare la realizzazione delle proprie idee di sviluppo e creazione della propria posizione lavorativa e economica: gli obiettivi, lo studio del territorio in oggetto e da servire, la tempistica di realizzazione, i costi. La documentazione da presentare è differente per le due differenti tipologia di impresa, in base allo status di nuova creazione o cooperativa già avviata, come espresso nella seguente tabella:

FINANZIAMENTO AGEVOLATO PER COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE
NUOVE COOPERATIVE SOCIALI BUSINESS PLAN
COOPERATIVE SOCIALI GIA' AVVIATE
PROJECT PLAN

Il PIANO DI IMPRESA: il video sul BUSINESS PLAN

Qui di seguito si propone il video informativo sul Business Plan della Bocconi Business Plan, il quale spiega i caratteri fondamentali di questo particolare piano di impresa che ha il fine ultimo di organizzare e mettere a punto un progetto imprenditoriale di uno o più soggetti. Il video, suddiviso in tre parti (II parte e III parte) è utile per comprendere come realizzare, studiare il piano di impresa da presentare per la richiesta del finanziamento agevolato per le imprese di cooperative sociali.

Articolo letto 3.716 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Per consentire l'erogazione ed il monitoraggio delle campagne pubblicitarie erogate tramite text-link vengono utilizzati alcuni sistemi di tracciamento che consentono di rilevare i click effettuati sui text-link stessi e, eventualmente, la lead effettuata tramite compilazione della form presente nella pagina di destinazione. In relazione a queste operazioni scaturisce una contitolarità tra la società ClickADV s.r.l. con sede in Via dell'Unione Europea n. 6/A-6/B, 20097 San Donato Milanese (MI) - email: privacy@payclick.it e la società cliente società cliente Signor Prestito S.P.A. con sede in Viale Delle Nazioni, n. 9 - 37135 Verona (VR) - email: privacy@signorprestito.it. Puoi ottenere maggiori informazioni prendendo visione della specifica informativa privacy

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO