Prestito personale: attenzione al Taeg

Per valutare lì effettivo costo di un finanziamento bisogna guardare un parametro preciso: il Taeg.

La mancanza di liquidità per una spesa imprevista, il bisogno di sostenere un acquisto di una certa rilevanza sono le condizioni per le quali tante persone ricorrono alla richiesta di un prestito. Data l' importanza della questione,diventa quasi necessario sapersi muovere tra le innumerevoli offerte di prestiti che quotidianamente si vedono pubblicizzate online , su giornali e riviste. E' importante scegliere la soluzione più adatta alle nostre specifiche esigenze e, perché no, la soluzione più conveniente.

L' importanza di leggere il contratto

Come ben sappiamo, ottenere un prestito dipende da tanti fattori: il reddito personale, la situazione familiare e quella patrimoniale, la storia creditizia di un soggetto. Le finanziarie e le banche valutano attentamente le richieste di finanziamento dei clienti attribuendo ad ognuno una sorta di affidabilità o, in caso contrario, un rischio. Il sistema creditizio, quindi, mette in campo una vasta gamma di strategie per evitare rischi inutili, decidendo a chi e in quali modalità erogare credito.

Anche il richiedente deve fare però le proprie valutazioni nel momento in cui si trova a dover firmare un contratto finanziario. E' fondamentale leggere il contratto e le condizioni e valutare attentamente la convenienza di quanto ci viene sottoposto.

In primo luogo, un prestito può essere concesso solo da un istituto o una società di credito autorizzata: si tratta di mediatori creditizi regolarmente iscritti ad un'apposito albo. E' fondamentale tenere conto, nella scelta di un prestito, del capitale finanziato rispetto al TAN, cioè il tasso annuo nominale e il TAEG cioè il tasso annuo effettivo globale.

In genere si è portati a valutare la convenienza dalla rata, o del solo tan. Si tratta di una convinzione sbagliata, il vero parametro da tenere sott' occhio è sempre il Taeg.

taeg

(Il Taeg è il Tasso Effettivo Globale)

Cos' è il TAEG?

Partiamo dalle basi. Cos' è il Taeg? Il TAEG è l'indicatore del tasso di interesse e dei costi totali di un'operazione di finanziamento. E' espresso in percentuale ed indica il costo effettivo di un' operazione creditizia.

 Il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) è il parametro da tenere maggiormente in considerazione nel la scelta tra diversi prodotti finanziari. Il valore espresso con il T.A.E.G. è un valore che possiamo definire composto: si tratta del  tasso d'interesse a cui si aggiungono tutte le altre voci di spesa collegate al finanziamento.

 Le voci di spesa che concorrono alla formazione del  T.A.E.G. sono le seguenti:

  • le spese d'istruttoria,
  • le spese di revisione del finanziamento,
  • le spese di apertura e chiusura della pratica,
  • le spese di riscossione dei rimborsi e
  • le spese d'incasso delle rate,
  • le spese di assicurazione,
  • l'eventuale costo dell'attività di mediazione,
  • ogni altra spesa connessa con l'operazione di finanziamento, purché prevista nel contratto.

 Sono invece escluse dal  calcolo del TAEG le spese elencate di seguito:

  • le spese per polizze assicurative facoltative,
  • le imposte di bollo statali,
  • le tasse (ovvero tutte quelle spese che non sono previste dall' ente finanziatore).

 Il Taeg rappresenta così un valido strumento per permettere al cliente di conoscere l' effettivo costo di un finanziamento, poiché questo valore comprende ogni voce di costo che influisce sul costo effettivo del finanziamento. Il T.A.E.G.  rappresenta pertanto  lo strumento perfetto per chi deve scegliere tra più proposte e offerte e cerca un parametro affidabile per confrontare vari preventivi e soluzioni.

Attenzione alle polizze assicurative

Bisogna però fare attenzione. Spesso gli istituti finanziari  impongono una o più polizze assicurative non obbligatorie. Tali costi non vengono inclusi nel calcolo del Taeg ma vengono spalmati sulla rata per tutta la durata dell' operazione finanziaria. La rata avrà così  un lieve aumento.

Pertanto, nel pieno rispetto della legge, è possibile per le banche e le finanziarie  pubblicizzare un TAEG basso rispetto alla concorrenza nascondendo il costo di una polizza assicurativa non obbligatoria nella rata finale. 

Articolo letto 459 volte

Nunzia Grasso
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO