Mercato dei mutui, quale situazione oltreoceano?

Un interessante confronto della situazione oltreoceano sui mutui, con uno sguardo anche alla situazione italiana.

Oltreoceano si sta delineando un quadro sui mercati dei mutui molto differente dal contesto italiano, con una sempre più crescente difficoltà sulle richieste dei mutui dei cittadini Americani. Gli ultimi dati infatti del settore mostrano un notevole calo della domanda non solo nella richiesta di mutui da parte delle famiglie Americane, ma anche una difficile ripartenza sui mutui trentennali e sui rifinanziamenti. E in Italia invece, che aria si respira?

Gli ultimi dati negativi registrati sui mutui dalle Famiglie americane

Una analisi dell'attuale contesto oltreoceano sui mutui, è stata attuata dalla Mortgage Banker association, al fine di osservare la risposta Americana verso mutui e finanziamenti. Tuttavia da un primo riscontro dei suddetti dati, è emersa una situazione non positiva nell'America, con un calo della domanda sui mutui da parte delle famiglie americane del 7,3% nella scorsa settimana, contro un calo nei primi di dicembre del 4,3%. Anche i rifinanziamenti registrano un notevole calo percentuale del 13,4%, con l'ultimo valore registrato di 1341,1 punti.

Tabella sulla domanda dei mutui americana

 

risultati registrati

valori percentuali

domanda sui mutui calata nell'ultima settimana
-7,3%
rifinanziamenti nuovi cali registrati
-13,4%

Rispetto invece ai tassi sui mutui trentennali, il mercato americano registra un calo del 4,15 della precedente settimana ( contro  il valore precedente del 4,08%). Unica nota positiva per il settore americano è presente sui nuovi mutui per gli acquisti di immobili, che registrano un aumento percentuale del 2,5%, con l'ultimo valore di 175,5 punti.

Tabella sugli ultimi risultati americani sui mutui

 

elementi considerati

percentuali registrate

risultati negativi tassi mutui trentennali
calo del 4,45%
risultati positivi nuovi mutui acquisti immobili
aumento del 2,5%

La situazione italiana sui mutui è in netto miglioramento

E' interessante osservare la contropartita italiana sui mutui, che al contrario registrano in questo periodo di dicembre una ripresa del settore. Basti pensare che l'agenzia internazionale del rating Fitch, ha valutato positivamente il settore dei mutui, grazie alle ultime politiche applicate. Sembrerebbe infatti che la presenza nel paese di bassi tassi di interesse e di pratiche prudenziali dei mutui, abbia reso più forte il paese nonostante la recessione economica di sette anni fa. Tassi di morosità e di default in particolare sono in particolare stabili per l'agenzia Fitch, con valori  dell'1,6% e dell'1,3% e ciò sicuramente è un buon risultato per il contesto italiano. A ciò aggiungono infine anche ottimi dati diffusi dall' Abi sul settore dei mutui italiani, con una crescita registrata nel 2014 dei mutui a tasso variabile da una percentuale del 70% ad una nuova del 79% e un flusso erogato dei mutui salito a percentuali del 30,5%

Tabella: situazione italiana sui mutui in ripresa (dati Fitch e Abi)

 

COSTO

SPESA ANNUA [2]

mese di dicembre 2014 ripresa mutui italiani
dati Fitch
anno 2014 crescita mutui tassi variabili
 dati Abi

Articolo letto 328 volte

Dott.ssa Iolanda Piccirillo
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO