JP Morgan di nuovo nella bufera e sotto inchiesta

Ancora una volta Jp Morgan, uno dei principali implicati nello scandalo dei mutui subprime che ha affossato l'economia mondiale, si trova alle prese con guai giudiziari, stavolta legati all'inchiesta sul foreign exchange che potrebbe costare molto cara alla maggiore banca americana.

Nuovi guai giudiziari per JP Morgan, finita ancora una volta nella morsa del Dipartimento della Giustizia Usa.  La principale banca americana, ormai tristemente nota alle cronache finanziarie per gli scandali relativi ai derivati e ai mutui, è finita nel mirino del governo federale a causa della manipolazione degli scambi valutari e per l'inadeguatezza dei suoi sistemi di controllo interni.  L'indagine in corso è stata del resto ammessa dalla stessa banca nei documenti presentati alla Sec, in cui è esplicitamente ammesso l'aumento da 1,3 miliardi di dollari, a 5,9 miliardi riguardante la stima dei potenziali costi legali che vanno quindi nettamente oltre le riserve fino ad oggi stanziate. Riserve che potrebbero peraltro rivelarsi insufficienti, se si pensa che già un anno fa era stata ventilata l'ipotesi di ben 7 miliardi di dollari di sforamento sulle riserve legali a causa dei costi derivanti dai guai giudiziari in corso.
Le indagini riguardanti il foreign exchange sono in corso ormai da tempo, sia da parte di autorità americane che europee e stanno stringendo sempre di più la morsa su una serie di istituti bancari sospettati di una lunga serie di manovre irregolari. Secondo quanto rivelato dal Wall Street Journal, potrebbero essere raggiunti accordi extragiudiziali in base ai quali le banche coinvolte potrebbero sanare le irregolarità pagando multe che varierebbero da mezzo miliardo ad un miliardo di dollari cadauna. La stessa JP Morgan ha da parte sua avvertito nei documenti presentati alla Sec come non sia però sicuro che le discussioni in corso con le autorità possano poi sfociare in intese.  

Jp Morgan è di nuovo nei guai

(Per JP Morgan i guai giudiziari sembrano non finire mai)

Il caso di Jp Morgan è forse il più clamoroso, ma non certo l'unico che veda istituti bancari alle prese con guai giudiziari. Già Citigroup, infatti, aveva indicato nei documenti presentati alla Sec come la divisione antitrust e indagini penali del Dipartimento della Giustizia abbia provveduto a mettere sotto la sua lente di ingrandimento le attività della banca sui mercati delle valute, in concorso con la Cftc e la Fca britannica. L'istituto ha anche stanziato altri 600 milioni a riserva legale, in vista di eventuali procedimenti. Mentre Ubs ha reso noto da parte sua di avere intrapreso trattative con le stesse divisioni del ministero americano. Anche Hsbc ha a sua volta ammesso di aver destinato 1,7 miliardi di dollari a riserva legale, tra cui i 378 milioni destinati al pagamento di una multa inflitta dal Fca londinese. Infine Barclays, che ha recentemente deciso di destinare ulteriori ottocento milioni di dollari a quanto precedentemente accantonato al fine di coprire i guai giudiziari che sembrano non mancare mai per gli istituti bancari.
L'ipotesi di un accordo complessivo tra banche e autorithy che stanno indagando, in grado di soffocare lo scandalo, vede un largo fronte contrario, che fa leva soprattutto sulla voglia del Dipartimento della Giustizia americano, l'ente che si sta rivelando il più aggressivo nel perseguire oggi le banche, il quale non fa mistero di voler perseguire i responsabili delle distorsioni al mercato. Un intento che potrebbe comportare mesi di indagini, ma sul quale il governo federale non sembra voler derogare. I guai per le banche potrebbero insomma essere soltanto all'inizio.

Articolo letto 279 volte

Dott. Dario Marchetti
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO