Le due soluzioni di consolidamento debiti per pensionati: cessione del quinto o prestito vitalizio ipotecario?

Se si hanno più finanziamenti in corso e non si riesce più a corrispondere la rata in modo regolare, la soluzione ideale è il consolidamento debiti. Ma se si è pensionati come si ottiene? Vediamo insieme le due soluzioni di cessione del quinto della pensione e prestito vitalizio.

Nei tempi del consumismo in cui ottenere qualsiasi cosa, anche senza avere il denaro necessario per acquistarlo, è diventato "facile", gli Istituti bancari non hanno che proporre le loro soluzioni di finanziamento cercando continuamente di adattare condizioni, politiche di rischio, rate e piani di ammortamento alle esigenze dei possibili clienti e alla sostenibilità della retribuzione percepita.

Una situazione di facile finanziamento implica l'aumento della richiesta di prestiti personali ma non solo, anche l'aumento di soggetti che presentano più di un finanziamento che mensilmente grava sul regime familiare. Stipulare un contratto di finanziamento appare molto semplice: i finanziamenti a tasso zero, i prestiti con un periodo di ammortamento iniziale in cui si paga solo dopo un paio di mesi o anni o i semplici finanziamenti con le conosciute "rate piccole piccole" nell'importo complessivo costituiscono molto spesso il fattore maggiore causa delle difficoltà economiche del nucleo familiare.

La sottoscrizione di più finanziamenti comporta automaticamente più rate da corrispondere con scadenze differenti e che molto spesso non corrispondono alle quote  possedute alla fine del mese perché impegnate nel pagamento di altri prestiti personali o semplicemente nell'acquisto di beni primari come il cibo o anche il semplice affitto. Fino ad alcuni anni fa, con il boom del finanziamento facile anche senza contratto di lavoro a tempo indeterminato, erano le giovani coppie in maggioranza a trovarsi nella situazione di avere più finanziamenti in corso mentre ora anche un soggetto pensionato si trova sempre più spesso in questa situazione.

Come riuscire a pagare le rate di più finanziamenti CON LA SOLA PENSIONE?

Capita sempre più spesso che il soggetto pensionato, che costituisce con la sua pensione una garanzia per l'ente erogatore del prestito, stipuli un contratto di finanziamento per un proprio caro, per un proprio figlio: ecco la creazione di una situazione finanziaria con più prestiti in corso, più di due rate da corrispondere, diverse scadenze e differenti piani di ammortamento.  Se non si ha più la possibilità di pagare in modo regolare tutti i finanziamenti la soluzione ideale è la ricerca di un solo finanziamento che li racchiuda tutti in modo da corrispondere una sola rata, con una sola scadenza e un unico piano di ammortamento che permetta di terminare di pagare tutti i finanziamenti nello stesso giorno.

La soluzione di finanziamento più adatta in questa situazione è il consolidamento debiti per pensionati che si inserisce nella categoria di prestiti non finalizzati per i quali non è necessario produrre una documentazione per giustificare il motivo per cui si richiede il finanziamento. Nel caso di scelta del consolidamento debiti per pensionati, il soggetto richiedente stipula un nuovo finanziamento con tassi di interesse migliori racchiudendo l'importo complessivo dei finanziamenti precedentemente in corso in un'unica rata e con una sola scadenza.

Consolidamento debiti per pensionati: DOCUMENTAZIONE

Per ottenere il prestito di consolidamento debiti con cessione del quinto della pensione, il soggetto richiedente deve presentarsi presso l'Istituto bancario al quale desidera fare richiesta di finanziamento e esibire la seguente documentazione:

  • cedolino della pensione;
  • quota cedibile della pensione;
  • documento d'Identità in corso di validità.

Il consolidamento debiti per pensionati: PERCHE' SCEGLIERLO?

Il vantaggio del consolidamento debiti per pensionati è che la rata mensile ha un importo inferiore rispetto a quella precedentemente da corrispondere (altrimenti la situazione finanziaria non potrebbe variare e migliorare) e un piano di ammortamento più lungo in modo. La rata mensile e il piano di rimborso vengono completamente ricalcolati in base alle esigenze del pensionato che non riesce più a corrispondere l'importo mensile in modo tale che la rata mensile sia sostenibile.

Il consolidamento debiti permette al soggetto pensionato di non dimenticare di corrispondere dei pagamenti – considerate le differenti rate e scadenze di ognuno – e permette di ottenere anche una somma di liquidità per sostenere delle altre spese sopraggiunte nell'arco di stipula dei contratti di finanziamento. Per sottoscrivere la soluzione di finanziamento di consolidamento debiti con la pensione è possibile scegliere tra due soluzione: la cessione del quinto della pensione e il prestito vitalizio ipotecario in base alle condizioni del soggetto richiedente e alla quota percepita nella pensione. Vediamo insieme le due soluzioni.

PRIMA SOLUZIONE di consolidamento debiti: LA CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE

Per sottoscrivere un consolidamento debiti per pensionati è necessario stipulare un contratto di prestito di cessione del quinto della pensione per un importo capitale superiore alla somma residua dei finanziamenti in corso.  Il nuovo finanziamento avuto con il consolidamento debiti permette di estinguere in una sola soluzione tutti i finanziamenti in corso per aprirne uno nuovo con condizioni differenti, un'unica rata e scadenza.

Nella soluzione di consolidamenti debiti per pensionati, la cessione del quinto della pensione prevede la detrazione automatica della somma stabilita direttamente dalla pensione a opera dell'istituto pensionistico. Un ulteriore vantaggio è che il pensionato non dovrà più occuparsi di corrispondere la somma di denaro dovuta ma potrà fruire di un modo comodo per saldare i finanziamenti.

LA CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE: chi NON può ottenerla?

Il consolidamenti debiti per pensionati con cessione del quinto della pensione consente di cedere una quota massima mensile fino a 1/5 della pensione e di stipulare un piano di ammortamento fino a 10 anni. Questa particolare tipologia di consolidamento debiti per pensionati si presenta come una forma di finanziamento ideale per non incorrere in sanzioni o segnalazioni Crif in caso di pagamento irregolare ma non tutti possono ottenerla proprio a causa dei limiti stabiliti dalla normativa in materia di prestiti: la rata mensile non può superare il 20% della retribuzione, in questo caso della pensione.

Un altro limite nella pensione – non è applicabile alla cessione del quinto dello stipendio – è la soglia di reddito entro la quale deve essere la pensione per poter accedere al finanziamento di consolidamento debiti con cessione del quinto: 481 euro deve essere la pensione percepita dal pensionato, costituendo la soglia minima di auto sussistenza. Si deve considerare inoltre che la somma di 481 euro è la pensione al netto per cui se si fa un rapido calcolo della somma cedibile nella rata mensile che non può superare 1/5 della retribuzione, in realtà il pensionato, per ottenere questa tipologia di prestito di consolidamento deve percepire almeno una pensione al netto di 550 euro.

LA CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE: SIMULAZIONE

Per comprendere meglio i casi in cui è possibile ottenere o non ottenere la cessione del quinto della pensione, si osservi anche la tabella seguente in cui è simulato un calcolo di cessione con soglia minima richiesta al netto:

CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE SOGLIA MINIMA SOGLIA MINIMA CO DETRAZIONE RATA MENSILE
RATA DI 1/5 DELLO STIPENDIO 481 EURO = 96 EURO CIRCA 550 EURO = 110 EURO
ESEMPIO CESSIONE RATA MASSIMA CEDIBILE

481- 96 = 385 EURO AL DI SOTTO DELLA SOGLIA MINIMA

550 -110 = 440 EURO

E se ho bisogno di una certa somma di liquidità oltre a quella necessaria per colmare le rate dei finanziamenti?

Con la soluzione di prestito di consolidamento debiti con cessione del quinto è possibile richiedere un importo superiore a quello sufficiente per saldare il debito residuo costituito dalla somma di tutti i finanziamenti ancora da corrispondere e saldare gli ulteriori debiti contratti. Con questa forma di finanziamento, ottenere una certa somma di liquidità è semplice in quanto il capitale da finanziare viene ricalcolato per poi essere dilazionato in rate mensile con importo inferiore rispetto a quello che veniva pagato precedentemente, aumentando semplicemente la durata del piano di rimborso.

Se la somma complessiva dei finanziamenti supera il capitale massimo erogabile?

Può capitare che la somma complessiva residua dei finanziamenti in corso superi la quota massima erogabile con la cessione del quinto della pensione, ma cosa significa esattamente?

Partiamo dalla norma primaria della cessione del quinto della pensione che prevede una rata massima mensile fino a 1/5 della retribuzione al netto: 1.200 euro mensile sono pari a una rata mensile massima di 240 euro. Con un piano di ammortamento di 10 anni, la somma erogabile massima è di circa 18.000 euro, proponendo un calcolo forfettario dal momento che devono essere conteggiati anche gli interessi del finanziamento.

In questa situazione il capitale massimo erogabile con il prestito di consolidamento debiti con cessione del quinto della pensione non può superare i 18.000 euro e se il vostro debito ammonta a un totale superiore a questa somma, questa tipologia di prestito e di soluzione di consolidamento non è applicabile.

Come fare per consolidare i debiti se non ottengo la cessione del quinto?

Se non si riesce a ottenere il prestito di consolidamento debiti con la cessione del quinto della pensione, il pensionato può optare per la soluzione del prestito vitalizio ipotecario il quale prevede le stesse condizioni e caratteristiche del finanziamento in oggetto ma garanzie differenti.

Il prestito vitalizio ipotecario è una forma di finanziamento riservato ai soggetti pensionati oltre i 65 anni, titolari di un immobile di proprietà che diventa la garanzia per l'istituto bancario nella concessione della somma capitale necessaria per estinguere tutti i finanziamenti in corso e riunirli in un'unica rata – di importo inferire alla precedente – sottoscrivendo un altro prestito personale con condizioni differenti.

SECONDA SOLUZIONE di consolidamento debiti: IL PRESTITO VITALIZIO IPOTECARIO

Il prestito vitalizio ipotecario può essere considerata come la soluzione ideale per estinguere tutti i debiti creati con la sottoscrizione di più finanziamenti, ideale se si è un soggetto pensionato con età superiore ai 65 anni e si è titolare di un bene immobile che costituisce una garanzia di restituzione del capitale erogato e la somma con la quale si stabilisce l'importo capitale massimo erogabile.

Come abbiamo visto precedentemente con la cessione del quinto vi sono delle soglie massime da rispettare nell'erogazione della somma del finanziamento per cui è necessario valutare la soluzione che meglio si adatta alle nostre esigenze di liquidità. Il prestito vitalizio permette di ottenere una somma di denaro liquida con un'agevolazione nella restituzione del capitale e può essere richiesta da tutti i soggetti pensionati con:

  • almeno 65 anni di età;
  • un immobile in cui il soggetto richiedente ha la residenza;
  • un immobile con valore di almeno 100.000 euro.

IL PRESTITO VITALIZIO IPOTECARIO: il rimborso del capitale a fine contratto

Il prestito vitalizio ipotecario consente di non avere nessuna rata mensile da pagare ma ha il solo obbligo di restituire il capitale erogato al termine del contratto, ponendo come garanzia di restituzione un immobile di proprietà che in caso di mancato pagamento diventa automaticamente di proprietà dell'Istituto bancario erogatore del prestito. Il prestito vitalizio ipotecario prevede un piano di ammortamento fino ai 30 anni con tacito rinnovo fino all'estinzione del pagamento del capitale.

Il vantaggio della tipologia di prestito vitalizio è che il finanziamento prevede un'estinzione naturale del contratto al decesso del soggetto richiedente: l'Istituto bancario acquisisce - come detto sopra - la proprietà dell'immobile del soggetto beneficiario del finanziamento lasciando agli eredi la possibilità di riscattarlo dietro pagamento della somma residua dovuta entro 10 mesi dal termine del contratto.

Per comprendere meglio, osserva la tabella seguente in cui sono riassunte le caratteristiche e i requisiti necessari di accesso alla tipologia di prestito con consolidamento debiti per pensionati sia nella soluzione di cessione del quinto della pensione che con il prestito vitalizio ipotecario:

CONSOLIDAMENTO DEBITI PER PENSIONATIREQUISITI E GARANZIE RATE E PIANO DI RIMBORSO
LIMITI

CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE:

  • NESSUNA SOSPENSIONE DELLA RATA MENSILE.
  • PENSIONATO;
  • PENSIONE DI ALMENO 481 EURO.
  • RATA DETRATTA DIRETTAMENTE DALLA PENSIONE;
  • PIANO DI RIMBORSO FINO A 10 ANNI.
  • PENSIONE MINIMA DI 550 EURO PER DETRAZIONE RATA DI 1/5;
  • PENSIONE MINIMA DI 481 EURO.

PRESTITO VITALIZIO IPOTECARIO:

  • PERDITA DELL'IMMOBILE IN CASO DI MANCATO PAGAMENTO;
  • RISCATTO DELL'IMMOBILE DA PARTE DEGLI EREDI DIETRO PAGAMENTO DELL'IMPORTO RESIDUO.
  • DAI 65 ANNI;
  • POSSESSO DI UN IMMOBILE SU CUI SI HA LA RESIDENZA;
  • IMMOBILE DI VALORE PARI O SUPERIORE AI 100.000 EURO.
  • UNICA RATA AL TERMINE DEL CONTRATTO CON INTERESSI A TASSO FISSO;
  • TERMINE DEL CONTRATTO CON DECESSO DEL SOGGETTO RICHIEDENTE;
  • DURATA DEL CONTRATTO DI 30 ANNI CON TACITO RINNOVO.
  • L'IMMOBILE DEVE AVERE UN VALORE DI ALMENO 100.000 EURO;
  • IL SOGGETTO RICHIEDENTE DEVE AVERE LA RESIDENZA NELL'IMMOBILE;
  • CAPITALE MASSIMO EROGABILE 400.000 EURO

Articolo letto 4.802 volte

Maria Francesca Massa
Confronta gratis i migliori Prestiti online
Clicca su "RICHIEDI ORA", inserisci i tuoi dati e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Realizza subito i tuoi grandi progetti
Scopri il Prestito INPS e INPDAP ideale per lavoratori dipendenti e pensionati

RICHIEDI
PREVENTIVO

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI con busta paga

RICHIEDI
PREVENTIVO

Hai DEBITI? Ti DIFENDIAMO noi! Chiudi i debiti con Banche e Finanziarie con un risparmio dal 40 al 70%

RICHIEDI
PREVENTIVO