Il consolidamento debiti con convenzione INPDAP: come ottenere un TASSO DI INTERESSE RIDOTTO

Il consolidamento debiti con convenzione INPDAP permette di ottenere un tasso di interesse inferiore nel calcolo dell'unica rata che racchiude la somma complessiva di tutti i finanziamenti in corso. Come fare per ottenerlo e sopratutto chi può richiederlo? Vediamo insieme i dettagli.

Il consolidamento debiti è una soluzione di prestito che permette di riunire in un unico finanziamento tutti i finanziamenti in corso contratti anche con differenti Istituti bancari, ricalcolando l'importo della rata da corrispondere e riorganizzando la propria situazione economica. Grazie a questa tipologia di prestito è possibile saldare tutti i precedenti finanziamenti in corso, per i quali ci si trova in difficoltà economica e non si riesce a pagare le rate in maniera regolare, con l'erogazione di un nuovo capitale.

Il consolidamento debiti comprende dunque la risoluzione di tutti i finanziamenti contratti in corso con il pagamento in un'unica soluzione dell'importo complessivo di tutti i prestiti grazie all'erogazione della somma di liquidità. Una volta che tutte le finanziarie sono state saldate, il soggetto richiedente il consolidamento debiti può cominciare a pagare il nuovo finanziamento che stavolta comprende un'unica rata e con una sola scadenza.

Il consolidamento debiti e il TASSO DI INTERESSE: AGEVOLAZIONI

Con la sottoscrizione del consolidamento debiti si stipula dunque un nuovo finanziamento con un importo di rata mensile inferiore rispetto all'importo complessivo da corrispondere precedentemente – altrimenti non si avrebbe avuto certo bisogno di modificare i finanziamenti precedenti – allungando il piano di ammortamento. Proprio per la stipula del nuovo finanziamento è importante conoscere le nuove modalità e condizioni del prestito e soprattutto il tasso di interesse applicato che solitamente è inferiore e piuttosto vantaggioso rispetto a tutte le altre soluzioni di prestito personale tradizionale.

Se si desidera avere delle maggiori agevolazioni con la scelta di questa tipologia di finanziamento, è possibile scegliere il consolidamento debiti convenzionato INPDAP pensato per coloro che desiderano estinguere tutti i debiti precedenti contratti con finanziarie, cessioni del quinto o altre tipologie di rate con prestiti personali con un tasso di interesse agevolato. E' inoltre possibile richiedere una somma di liquidità oltre al capitale stabilito e calcolato in base all'importo complessivo da corrispondere a tutte le finanziarie in corso.

Il consolidamento debiti CONVENZIONATO INPDAP: TASSO DI INTERESSE RIDOTTO

La soluzione di consolidamento prestito convenzionato INPDAP consente di avere un'applicazione del tasso di interesse sulle rate inferiore rispetto a un tradizionale prestito personale oltre alla possibilità di richiedere una somma liquida aggiuntiva per sostenere delle ulteriori spese. Questa soluzione di nuovo finanziamento prevede una somma capitale massima erogabile che si aggira intorno alle 60-65.000 euro considerando le agevolazioni sugli interessi da corrispondere in un piano di rimborso personalizzato e di durata superiore rispetto a quello dei finanziamenti precedentemente in corso.

E' proprio grazie alla possibilità di avere un'agevolazione nella somma di interessi da corrispondere nelle rate mensili che la somma massima erogabile è superiore: l'importo complessivo da rimborsare è inferiore per cui in proporzione alla rata sostenibile e al piano di ammortamento vi è maggiore possibilità di pagamento regolare. Una minore quota di interessi corrisponde alla maggiore possibilità del soggetto richiedente il consolidamento debiti di pagare un importo inferiore in sur plus in favore della restituzione della somma di cui realmente necessita (e non di restituire, per esempio come nei mutui per la casa, il doppio del capitale richiesto).

Consolidamento debiti convenzionato INPDAP: E' DAVVERO UN PRESTITO AGEVOLATO?

Un esempio spicciolo potrebbe essere quello in cui si hanno tre finanziamenti in corso che ammontano complessivamente a 500 euro mensili; l'ultima finanziaria da corrispondere ha una piano di ammortamento di 8 anni e l'importo residuo ancora da pagare è di 12.000 euro. Con la soluzione di consolidamento debiti devo richiedere la somma di 12.000 euro per saldare il debito di tutti i finanziamenti in corso.

Nel caso in cui si abbia la necessità di avere anche una somma liquida per sostenere delle altre spese  - non i soli 12.000 euro per saldare il capitale residuo - pari a un importo di 8.000 euro per un totale di 20.000 euro, è necessario tener conto anche della quota di interessi da corrispondere sull'intero capitale richiesto. Nella soluzione di prestito di consolidamento debiti convenzionato con INPDAP la quota di interesse da corrispondere è inferiore rispetto a un prestito personale per cui la somma che non deve obbligatoriamente essere corrisposta nella rata mensile può essere richiesta in sur plus nella quota capitale.

IN ALTRE PAROLE: se con prestito personale tradizionale avrei dovuto restituire la somma di 25.000 euro (è solo un esempio) con un consolidamento debito agevolato INPDAP restituirò 23.000 euro (altro esempio generale per comprendere) consentendomi di allargare la somma capitale da richiedere.

Il consolidamento debiti CONVENZIONATO INPDAP: CHI PUO' RICHIEDERLO

Il prestito di consolidamento convenzionato INPDAP è la soluzione di finanziamento pensata per tutti i pensionati e i dipendenti pubblici che desiderano riorganizzare la propria situazione economica agevolando la sottoscrizione di un nuovo contratto di finanziamento che racchiuda le rate di tutti i precedenti con un'agevolazione sul tasso di interesse concordato e stabilito direttamente dall'Istituto Previdenziale INPDAP.

Il prestito di consolidamento convenzionato INPDAP può essere richiesto da ogni tipologia di pensionato o dipendente pubblico e privato anche di piccole-medie aziende con il vantaggio di poter risolvere tutte le rate di più finanziamenti contratti anche da differenti Istituti finanziari con l'applicazione, sulle rate mensili, di un tasso di interesse ridotto che consente di richiedere anche una maggiore somma di denaro, ammortizzando la quota che non dovrà essere corrisposta con gli interessi – come detto anche precedentemente.

Consolidamento e convenzioni INPDAP: COSA C'E' DA SAPERE SU AGEVOLAZIONI, FONDO CREDITO, CONTRIBUZIONE

L' INPDAP, l'Istituto Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Dipendenti dell'Amministrazione Pubblica, è un ente pubblico non economico istituito a seguito della Legge 537/1993, con D.Lgs n. 479/1994. L'ente INPDAP offre numerosi prodotti finanziari dedicati ai soggetti lavoratori e pensionati presso lo stesso Istituto pensionistico con il vantaggio di un tasso di interesse agevolato, erogando il capitale direttamente o attraverso altri enti finanziari o istituti bancari sulla base di Convenzioni o accordi stipulati direttamente con l'Istituto.

L'INPDAP dispone di un Fondo Credito creato dalla contribuzione obbligatoria dei suoi stessi iscritti ma anche dalla contribuzione volontaria di soggetti pensionati presso lo stesso ente, lavoratori iscritti ai fini previdenziali o altre tipologie di enti o istituti finanziari che aderiscono al Fondo di credito in base al D.M. n. 45/2007. Per chi volesse avere maggiori informazioni, consulti anche la sezione del sito INPDAP dedicata all'iscrizione al Fondo Credito.

Il consolidamento debiti CONVENZIONATO INPDAP: AGEVOLAZIONI CON ISCRIZIONE AL FONDO CREDITO

L'iscrizione al Fondo credito da parte dei soggetti lavoratori e pensionati INPDAP, iscritti Inpdap e ai lavoratori e pensionati pubblici di altre amministrazioni consente di godere di numerose agevolazioni che prevedono l'accesso a:

  • prestazioni creditizie sia dirette che in convenzione;
  • piccolo prestito, al prestito pluriennale diretto e alla sottoscrizione di mutuo ipotecario forniti e erogati direttamente dall'INPDAP.

Il consolidamento debiti CONVENZIONATO INPDAP: TABELLA AGEVOLAZIONI

Per comprendere meglio e ricapitolare, osserva anche la tabella seguente in cui sono riportare le agevolazioni sull'accesso al credito al consumo per ogni categoria di lavoratore o pensionato INPDAP con iscrizione al Fondo credito:

ISCRIZIONE FONDO CREDITO INPDAP
ISCRITTI INPDAP, LAVORATORI E PENSIONATI DI ALTRE AMMINISTRAZIONI PENSIONATI INPDAP
AGEVOLAZIONI PRESTAZIONI CREDITIZIE DIRETTE E IN CONVENZIONE INPDAP

Il consolidamento debiti CONVENZIONATO INPDAP: LA CONTRIBUZIONE SULLA RETRIBUZIONE

Tutti i dipendenti in servizio assicurati con INPDAP sono iscritti, con contribuzione dello 0,35% sulla retribuzione, alla Gestione autonoma delle prestazioni creditizie e sociali in base al seguente schema:

  • i dipendenti pubblici iscritti in gestioni previdenziali diverse dall'INPDAP hanno una ritenuta dello 0,35% sulla retribuzione;
  • i pensionati ex dipendenti pubblici con trattamento di quiescenza erogato da enti previdenziali diversi dall'INPDAP hanno una ritenuta dello 0,15% sulla pensione;
  • i pensionati INPDAP hanno una ritenuta dello 0,15% sulla pensione.

Il consolidamento debiti CONVENZIONATO INPDAP: TABELLA CONTRIBUZIONE

Qui di seguito si propone una tabella che ricapitola le caratteristiche, le condizioni, i soggetti iscritti e la relativa contribuzione dei pensionati e lavoratori INPDAP al Fondo Credito che prevede numerose agevolazioni anche nell'accesso al credito al consumo:

FONDO CREDITO INPDAP SOGGETTI ISCRITTI CONTRIBUZIONE
DIPENDENTI IN SERVIZIO ASSICURATI CON INPDAP DIPENDENTI PUBBLICI ISCRITTI IN GESTIONI PREVIDENZIALI DIVERSE DALL'INPDAP 0,35 SULLA RETRIBUZIONE
CONTRIBUZIONE DELLO 0,35 SULLA RETRIBUZIONE PENSIONATI EX DIPENDENTI PUBBLICI CON TRATTAMENTO EROGATO DA ENTI PREVIDENZIALI DIVERSI DALL'INPDAP 0,15 SULLA PENSIONE
GESTIONE AUTONOMA DELLE PRESTAZIONI CREDITIZIE E SOCIALI PENSIONATI INPDAP 0,15 SULLA PENSIONE

Articolo letto 9.624 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO