Codici di sicurezza e carte di credito e debito: il PIN, codice identificativo, CVV2, 3D code e come si utilizzano

Il PIN, il codice identificativo, CVV2, 3D code sono tutti codici segreti e codici di sicurezza richiesti durante le operazioni di pagamento con Pos, prelievo su ATM e sul web con carta di credito/debito e carte ricaricabili. Vediamo insieme quando è necessario digitarli e quando no.

Se si è titolari di una carta di credito o di una carta di debito o di una semplice carta prepagata ricaricabile per operare nei pagamento, nel prelievo di denaro contante e in altre operazioni legate all'utilizzo del vostro strumento di pagamento elettronico, è necessario avere dei codici di sicurezza da digitare al momento della conferma della transazione. Per codice di sicurezza non si intende, però, solo una serie di numeri segreti ma anche gli altri codici necessari a dare conferma dell'esecuzione delle operazioni di addebito della somma richiesta.

I numeri di sicurezza utili per l'utilizzo della carta non sono solo il PIN ma anche il codice di 16 cifre della vostra carta (presente nel fronte) e il CVV2 (presente nel retro della carta. Vediamo insieme i dettagli di tutti i tipi di codici di sicurezza necessari e da digitare per avviare le operazioni di pagamento con pos o presso siti convenzionai con il circuito di pagamento della carta, le operazioni di prelievo o pagamento di bollettini, ricariche telefoniche, etc. Si ricorda, inoltre, che i codici di sicurezza sono differenti per ogni operazione richiesta.

Codici di sicurezza e carta di credito: QUALI SONO?

Come accennato nella premessa, i codici di sicurezza sono una serie di cifre che permettono di confermare l'operazione sulla vostra carta. In una carta di credito, di debito o una carta prepagata ricaricabile, i codici di sicurezza richiesti, e che devono essere digitati su Pos, sportello Atm o sito web, sono differenti in base all'operazione richiesta. Tutti i codici della carta che si utilizza molto per le operazioni di pagamento, prelievo contante e soprattutto per acquisti on-line, permettono di garantire la sicurezza delle transazioni, riducendo i rischi di clonazione e di addebito di somme non fruite. Proprio per ridurre tale rischio, gli enti emittenti di carte di pagamento prevedono i seguenti codice segreti e di sicurezza da digitare per la conferma di ogni operazione:

  • il PIN;
  • il codice identificativo della carta di 16 cifre;
  • il CVV2;
  • il 3D secure code.

Codici di sicurezza e carta di credito: il PIN

Il primo codice segreto di una carta di credito, carta di debito o semplicemente una carta prepagata ricaricabile è il PIN. Il PIN è una serie di 5 numeri che viene consegnato direttamente presso il proprio domicilio in seguito al ricevimento della carta. Il codice segreto non deve essere ceduto a terze persone per evitare un uso illecito della propria carta. Il PIN è, infatti, indispensabile per la conferma delle operazioni di pagamento con Pos presso gli esercenti convenzionati con il circuito di pagamento della carta e per le operazioni di prelievo contante presso gli sportelli ATM.

La consegna della carta di credito/debito o prepagata e la ricezione del codice segreto e personale PIN avvengono in momenti differenti, per evitare che i due strumenti finiscano nelle mani di terzi. Per questo motivo è anche importante verificare che la busta e il contenuto siano integri e che provengano dall'Istituto bancario con il quale si è sottoscritto il contratto di rilascio e attivazione della carta. Alla stessa verifica e controllo deve essere sottoposta la busta contenente il codice PIN, che non deve mai essere rivelato a terzi e non deve essere conservato, per sicurezza, insieme alla carta.

QUANDO NON è RICHIESTO: la digitazione del codice PIN non è richiesta per i pagamenti on-line, per i quali è richiesto il codice identificativo della carta composto da 16 cifre e il CVV2, composto da 3 cifre.

Codici di sicurezza e carta di credito: il CVV2

Il secondo codice di sicurezza è il CVV2. Composto da 3 cifre, il codice si trova sul retro della stessa carta di credito, di debito o qualsiasi tipologia di carta ricaricabile prepagata. Il CVV2 è richiesto esclusivamente per confermare i pagamenti on-line nei siti convenzionati con il circuito di pagamento della carta. Questo particolare codice di sicurezza è sempre richiesto in concomitanza con l'inserimento del codice identificativo della carta composto da 16 cifre. Durante la transazione sul web sono, infatti, richiesti i due codici di sicurezza a conferma dell'operazione di pagamento.

QUANDO NON è RICHIESTO : la digitazione del codice CVV2 non è richiesta per il pagamento di beni e servizi tramite Pos e per l'esecuzione dell'operazione di prelievo di contante presso gli sportelli ATM convenzionati con il circuito di pagamento della carta.

CVV2 di una carta di credito o debito

(Esempio di CVV2 sul retro di una carta di credito. Il codice di sicurezza, composto da 3 cifre, è richiesto al momento della transazione on-line di un bene o servizio, in seguito alla digitazione del codice identificativo della carta, composto da 16 cifre)

Codici di sicurezza e carta di credito: CODICE IDENTIFICATIVO (16 CIFRE)

Il terzo codice di sicurezza, ne abbiamo parlato sopra in occasione del CVV2, è il codice identificativo di una carta di credito, carta di debito o carta ricaricabile prepagata, associando tale numero anche ai dati del titolare dello stesso strumento elettronico. Similmente al codice CVV2, il codice identificativo è richiesto al momento della conferma di un'operazione di pagamento on-line di un bene o servizio e in nessuna altra occasione. Il codice identificativo della carta è composto da 16 cifre e si trova sul fronte della carta e costituisce il numero stesso della carta.

QUANDO NON è RICHIESTO : la digitazione del codice identificativo della carta non è richiesto per le operazioni di pagamento tramite Pos o per il prelievo di denaro contante presso gli sportelli ATM.

Codice identificativo di 16 cifre di una carta di credito o debito

(Esempio di codice identificativo di 16 cifre, presente sul fronte della carta di credito/debito o prepagata.Il codice identificativo è impresso a rilievo sulla carta a gruppi di 4 cifre - da demarcasazza.com)

Codici di sicurezza e carta di credito: COME si FORMA il CODICE IDENTIFICATIVO

Il codice identificativo di 16 cifre è presente in ogni carta di credito/debito o carta ricaricabile. Il codice è assegnato dall'ente emittente della carta in base a un processo di identificazione della stessa carta e dello stesso titolare, legato a una modalità standard chiamata ANSI X4.13-1983. La prima cifra della carta di credito indica il circuito di pagamento a cui appartiene la carta; le cifre seguenti indicano l'Istituto bancario e il conto corrente di riferimento; l'ultima cifra, è invece, elaborata in base a particolari algoritmi di Luhn, riducendo le possibilità di clonazione della carta. Per comprendere meglio, si osservi anche la breve tabella elaborata sotto, in cui riassume come è costituito il codice identificativo  di una carta di credito:

CODICE IDENTIFICATIVO CARTA DI CREDITO I CIFRA = CIRCUITO di  PAGAMENTO
II CIFRA ULTIMA CIFRA
AMERICAN EXPRESS E DINERS CLUB 3 ISTITUTO BANCARIO NUMERO DI VERIFICA
VISA 4 CONTO CORRENTE ALGORITMO DI LUHN
MASTERCARD 5

Codici di sicurezza e carta di credito: il 3D SECURE CODE

Un quarto codice di sicurezza è il 3D Secure, un sistema di sicurezza per le transazioni on-line non disponibile per tutte le carte di credito o debito e per cui non utilizzabile su tutti i siti on-line. Questo particole codice di sicurezza è molto simile al PIN e permette al titolare della carta di associare una password, da digitare per ogni transazione. La password, che rappresenta il 3D secure code è necessaria per autenticare ogni tipologia pagamento sul web. Il 3D secure presenta differenti terminologie in base alla carta di credito che lo dispone: è il caso di Poste Italiane che propone il Verified by Visa.

Il 3DSecure non è previsto per tutti enti emittenti di carta di credito e in alcuni casi, se si desidera associare questo secondo codice di sicurezza, è necessario prima verificare se la banca dispone di questa procedura di sicurezza per i pagamenti on-line. E' anche importante considerare che non in tutti i siti on-line è possibile utilizzare questo secondo sistema di sicurezza, per cui inutilizzabile in un sito non convenzionato. Con il 3D Secure, la banca ottiene una conferma di transazione che passa dall'emittente bancario al sito di pagamento in tempo reale. Il 3D Secure permette, dunque, di autenticare una transazione on-line e di far sapere all'Istituto bancario che la transazione sta avvenendo con quella carta di credito/debito o ricaricabile utilizzata dall'effettivo titolare

Logo 3D Secure con circuito Mastercard

(Esempio di loghi di 3D Secure csu carte di credito, debito e prepagate ricaricabili con circuito di pagamento MasterCard e Verified by Visa)

Codici di sicurezza e carta di credito: perché sono importanti?

Utilizzare sempre la propria carta di credito, carta di debito o carta prepagata ricaricabile con tutti i codici di sicurezza a disposizione e non permettere a nessuno di conoscere i propri dati, è importante per limitare i casi di clonazione del proprio strumento di pagamento, sopratutto durante le transazioni on-line, che ancora risultano i momenti peggiori per la copiatura dei dati. Non a caso, l'attivare del 3D Secure, che corrisponde a un secondo codice segreto alla pari del PIN, potrebbe essere una delle ulteriori opzioni da considerare per ottenere una maggiore protezione anti-frode della propria carta di credito.

L'unico svantaggio di questo ulteriore sistema di codice segreto è il fatto che non tutti i punti esercenti e i siti web ne permettono l'utilizzo, oltre al fatto che non tutte le carte di credito/debito permettono la registrazione per l'ottenimento di questa tipologia di codice di sicurezza o codice segreto, che viene scelto direttamente dal titolare della carta. Nel caso in cui nel sito in cui si intende effettuare la transazione non sia presente uno dei loghi sopra indicati nell'immagine, non è possibile eseguire nessun acquisto inserendo il codice 3D Secure, anche se è possibile, comunque, effettuare qualsiasi tipologia di acquisto con la modalità convenzionale di pagamento, digitando esclusivamente il codice identificativo della carta e il CVV2, come spiegato sopra.

Schermata web con 3D Secure di una carta di credito

(Esempio di schermata di inserimento dei codici di sicurezza di una carta di credito/debito durante una transazione via web)

Articolo letto 29.547 volte

Maria Francesca Massa
Richiedi subito un PRESTITO personalizzato
Clicca su "RICHIEDI PREVENTIVO" e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI. Ideale per Dipendenti e Pensionati. Preventivo in soli 5 minuti!

RICHIEDI
PREVENTIVO