Carta di credito: tutte le informazioni per capire cosa sono, le condizioni di utilizzo e tutti i costi

La carta di credito permette di avere una liquidità sempre disponibile e di restituire la somma quando si ha maggiore disponibilità economica. Sul mercato esistono differenti tipologie di carte di credito in base alle condizioni di utilizzo e rimborso del denaro: ecco quali sono.

La carta di credito è uno strumento di pagamento che consente di ottenere la liquidità necessaria per acquistare beni e servizi pagandoli nel momento in cui si ha maggiore disponibilità economica. La data di pagamento è stabilita dal contratto o dalle condizioni di utilizzo della stessa carta. Utilizzare questa forma di pagamento significa non utilizzare denaro in contante, anche se nel momento in cui si esegue la transazione non si ha disponibilità nel proprio conto corrente bancario o postale. Vediamo insieme tutti i dettagli di questa tipologia di strumento di pagamento, le tipologie, le condizioni di utilizzo e di rimborso della somma fruita.

Carta di credito: COS'E'?

La carta di credito permette di effettuare il pagamento diretto di beni e servizi tramite una transazione che preleva il denaro direttamente dalla carta, in base alla disponibilità limite stabilita dalla carta stessa ma è anche possibile prelevare la somma liquida di cui si ha bisogno, direttamente dagli sportelli ATM, sfruttando le condizioni stesse dell'utilizzo della carta di credito quale mezzo di pagamento. La carta di credito può essere dunque anche considerata come uno strumento di pagamento rateizzato, una sorta di prestito personale a breve scadenza.

Carta di credito Mastercard

(Esempio di carta di credito del circuito di pagamento Master Card - da finanzaeconomia.it)

Carta di credito: REQUISITI

Per richiedere una delle tipologie di carta di credito sopra descritte, è necessario, alla presentazione della domanda, avere i seguenti requisiti:

  • maggiore età;
  • un conto corrente (dove richiesto).

Carta di credito: DOCUMENTAZIONE

Per ottenere una carta di credito di qualsiasi tipologia, è necessari produrre e esibire la seguente documentazione all'ente di credito al quale si desidera fare richiesta della carta:

  • documento d'identità in corso di validità;
  • codice fiscale;
  • documentazione reddituale.

Carta di credito: TIPOLOGIE

Sul mercato finanziario esistono differenti tipologie di carte di credito che possono essere utilizzate sia in Italia che all'estero con condizioni di utilizzo, requisiti per la sottoscrizione, canone di mantenimento annuale e costi prelievo e transazioni differenti in base alla forma di carta, la finalità, e dall'Istituto bancario che le emette. In linea generale possiamo riassumere le differenti carte di credito in 5 tipologie:

  • carta di credito a saldo;
  • carta d credito ricaricabile;
  • carta di credito prepagata;
  • carta di credito rateale;
  • carta di credito revolving.

Carta di credito: la TIPOLOGIA più diffusa

La carta di credito più diffusa è quella a saldo, che consente di acquistare beni e servizi tramite transazione e corrispondere la somma in un'unica soluzione nella data stabilita da contratto (per esempio un paio di giorno dopo l'accredito del vostro stipendio) con l'aggiunta della somma dovuta come oneri del prestito: il tasso di interesse. L'Istituto di credito che emette questa tipologia di carta guadagna, infatti, sua sul canone di mantenimento della stessa carta sia sulle commissioni applicate per le transazioni e prelievi, differenti per ogni tipologia di carta di credito e ente emittente.

Carta di credito: COME UTILIZZARLA?

La carta di credito è personale, è sottoscritta con nome e cognome dell'intestatario e per essere utilizzata, sia nell'operazione di transazione e di prelievo, deve essere digitato un PIN, un codice che permette all'accesso alla liquidità e fornito dall'ente emittente della carta. Se la carta di credito è utilizzata sui siti web per il pagamento di beni e servizi, sarà richiesto il numero a 16 cifre della vostra carta che si trova nel fronte e il codice CVV2, che si trova nel retro della carta e corrisponde alle ultime tre cifre (chiamato anche codice di sicurezza. I due codici sono indispensabili per ridurre le operazioni di clonazione della carta e di uso illecito da parte di terzi in caso di furto o smarrimento.

Codici di sicurezza delle carte di credito/debito

(Le immagini spiegano e indicano i codici richiesti per transazioni e prelievi dal web e non - da modashop24.it)

Carta di credito: CIRCUITI DI PAGAMENTO

Tutte le tipologie di carte di credito esposte sopra fanno capo a uno specifico circuito di pagamento, compagnie che si occupano della gestione delle spese tra gli Istituti che emettono questa forma di strumento di pagamento e i punti vendita convenzionati. Per comprendere meglio quali sono i circuiti presenti sul mercato e le operazioni disponibili, si osservi anche la tabella sottostante:

CIRCUITI DI PAGAMENTO DELLE CARTE DI CREDITO CONDIZIONI DIFFUSIONE
CIRRUS/MAESTRO TRANSAZIONE PROPRIETA' MASTER CARD
PRELIEVO TUTTO IL MONDO
VISA
  • TRANSAZIONE E PRELIEVO;
  • CONVENZIONE VISA.
TUTTO IL MONDO
DINERS SOLO PUNTI VENDITA CONVENZIONATI TUTTO IL MONDO
AMERICAN EXPRESS TUTTO IL MONDO
BANCOMAT PRELIEVO CONTANTI TUTTO IL MONDO
PAGOBANCOMAT
  • TRANSAZIONE;
  • POS
TUTTO IL MONDO

Carta di credito: la MODALITA' DI RIMBORSO

Le carte di credito si differenziano per i costi di mantenimento e le spese di commissione applicate nelle operazioni di transazione e prelievo ma anche nella modalità di pagamento e rimborso della somma fruita. In base alla modalità di rimborso della liquidità richiesta con transazione per il pagamento di un bene o servizio o della somma prelevata da uno sportello Atm, le carte di credito offerte dal mercato finanziario assumono differenti denominazioni. Per comprendere meglio, si osservi la seguente tabella che racchiude le differenti tipologie di carta di credito in base alla modalità di restituzione della somma fruita e le caratteristiche di ogni carta:

  • carte a saldo;
  • carta rateale;
  • carta revolving.

Carta di credito A SALDO: pagamento in un'UNICA SOLUZIONE

La carta di credito a saldo è spesso una soluzione di pagamento offerta con l'apertura del proprio conto corrente bancario e legata a questo. Questa tipologia di carta di credito prevede il pagamento della somma fruita tramite un'operazione di addebito in un'unica soluzione il mese successivo a quello della transazione o prelievo effettuato. La somma addebitata sul proprio conto corrente corrisponde all'importo fruito in aggiunta alle spese di commissione e al tasso di interesse.

La carta di credito a saldo può essere richiesta solo dai soggetti che hanno un conto corrente bancario a cui fare appoggio per corrispondere le somme dovute. Solitamente il primo anno di attivazione della carta non prevede un canone, che viene applicato a partire dal secondo anno di utilizzo (anche se la carta non viene mai utilizzata).

Carta di credito RATEALE: pagamento A RATE

La carta di credito rateale prevede le stesse condizioni di pagamento-rimborso della somma della carta a saldo, con la sola differenza che la somma di cui si è fruito non è addebitata in un'unica soluzione sul proprio conto corrente ma è rateizzata in base alle condizioni sottoscritte da contratto. In questo caso la carta di credito rateale diventa un vero e proprio strumento di prestito personale.

Carta di credito REVOLVING: anche per PRESTITI

La carta revolving è uno strumento di credito completo che prevede tre funzioni fondamentali: il pagamento tramite transazione, il prelievo di una somma liquida, la possibilità di richiedere un piccolo prestito in base ai massimali stabiliti dalla stessa carta di credito. Ciò significa che con questa particolare tipologia di carta di credito è possibile spendere anche una somma superiore rispetto a quella presente nelle proprie disponibilità mensili, scegliendo modalità e tempistica di rimborso.

PER RICAPITOLARE: il VIDEO INFORMATIVO

Per comprendere meglio le caratteristiche e le condizioni di utilizzo delle tre tipologie di carta di credito, i costi di mantenimento e delle commissioni applicate per i prelievi, le transazioni e i piccoli prestiti, si visioni anche il video seguente che in pochi minuti permette di riassumere i punti fondamentali delle carte di credito che si distinguono per la modalità di pagamento e rimborso della somma fruita:

Carta di credito PREPAGATA: NESSUN CONTO CORRENTE

Un'altra tipologia di carta di credito è la carta prepagata, uno strumento di pagamento che non necessita di un conto corrente postale di appoggio per il rimborso della somma fruita. La carta di credito prepagata, tramite una transazione, preleva il denaro di cui si ha bisogno, caricato in precedenza con l'applicazione di una somma di ricarica. Con questa forma di carta di credito non è previsto nessun credito, prestito o addebito ma le somme sono prelevate dalla carta prepagata in tempo reale.

Carta prepagata Postepay e codice CVV2

(Esempio di una delle carte di credito prepagate più conosciute e diffuse: la soluzione è offerta da Poste Italiane - da .robertoiacono.it)

Carta di credito: TABELLA COSTI

Ogni tipologia di carta di credito prevede dei costi, che costituiscono le spese di mantenimento e utilizzo di questo strumento di pagamento, in base alla tabella sottostante:

COSTI CARTA DI CREDITO IMPORTO
COSTO ATTIVAZIONE NON SEMPRE DOVUTI
CANONE ANNUO
  • I ANNO GRATUITO
  • II ANNO VARIABILE
IMPOSTA DI BOLLO VARIABILE
COSTO TRANSAZIONE/PRELIEVO
  • COSTO FISSO;
  • VARIABILE PER ITALIA E ESTERO.
COSTO INTERESSI PASSIVI PER RIMBORSO RATEALE
COSTI RICARICA SOLO PER LE CARTE DI CREDITO PREPAGATE
INVIO ESTRATTO CONTO VARIABILE E NON SEMPRE DOVUTO

Carta di credito: RECEDERE DAL CONTRATTO

La carta di credito prevede la sottoscrizione di un contratto e della scelta delle condizioni di utilizzo, del pagamento, delle caratteristiche della transazione e prelievo e delle modalità di rimborso delle somme fruite. E' anche possibile recedere dal contratto nel caso in cui non si voglia più utilizzare questo strumento di pagamento, che viene automaticamente slegato dal conto. Per richiedere il recesso dal contratto è importante sapere che:

Per recedere dal contratto di una carta di credito è necessario verificare le condizioni espresse nella sezione dedicata e ricercare il modulo di richiesta da compilare per richiedere l'operazione. Il soggetto titolare della carta di credito deve dare un preavviso di almeno 2 mesi dalla richiesta di disdetta del contratto e inviare la carta di credito con lettera raccomandata a.r.

Articolo letto 3.642 volte

Maria Francesca Massa
Confronta gratis i migliori Prestiti online
Clicca su "RICHIEDI ORA", inserisci i tuoi dati e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Non rinunciare ad un desiderio, affronta ogni spesa con serenità. Scopri le soluzioni personalizzate di prestito

RICHIEDI
PREVENTIVO

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI

RICHIEDI
PREVENTIVO

Come non pagare Debiti con Banche e Finanziarie e risparmiare fino al 70%

RICHIEDI
PREVENTIVO