Carta di credito revolving: pagamento, prelievo e prestito personale, TAEG e rimborso

La carta revolving permette di avere una somma liquida per acquistare beni e servizi, prelevare la somma di cui si ha bisogno e richiedere un piccolo prestito in base a un tetto massimo stabilito dalla stessa carta. Ma quanto costa esattamente e che cosa si deve assolutamente sapere?

La carta di credito revolving è una particolare forma di pagamento a saldo o a rate che permette di ottenere una somma liquida per l'acquisto di beni e servizi o di richiedere un vero e proprio prestito personale. Questa forma di carta di credito è collegata direttamente al conto corrente postale o bancario del soggetto titolare della carta, nella quale sono addebitate le cifre da corrispondere. La modalità di pagamento degli importi può essere decisa al momento della transazione o in sede contrattuale, in modo che per ogni acquisto, l'operazione di pagamento sia trattata sempre nello stesso modo e con la medesima scadenza.

La carta di credito revolving, infatti, consente, diversamente dalle altre forme di carta di credito, di disporre anche di somme che non si ha la possibilità di avere mensilmente: gli importi sono restituiti con rate a cadenza mensile, in base alla tipologia di contratto sottoscritto, proprio come un tradizionale prestito personale. Vediamo insieme i dettagli di questa tipologia di carta di credito, le condizioni di utilizzo, le modalità di rimborso della somma fruita e i costi di mantenimento e delle commissioni per transazione, prelievo, prestito.

Carta di credito revolving: COS'E'?

La carta di credito revolving, nata nel 1951 con il nome di change card rotativa, è stata ideata quale strumento di pagamento dalla Franklin National Bank, diffondendosi con grande successo fin da pochi anni in seguito alla sua emissione nel 1958 su tutto lo Stato della California. In Italia, dove il pubblico era più incline alla conservazione e al consumo di beni e servizi in base alle proprie reali possibilità economiche, la carta di credito revolving si diffuse con successo solo cinquant'anni dopo, conoscendo un alto impiego nel 2003 con l'emissione della speciale carta revolving Bpm CartaSì business rateale con circuito di pagamento Mastercard.

La carta di credito revolving permette di effettuare acquisti senza utilizzare il contante, tramite transazione diretta con il POS del negozio o anche attraverso un prelievo. Il maggiore vantaggio di ha all'estero quando è possibile non cambiare valuta e non avere con sé delle somme elevate di denaro. Questa tipologia di carta di credito permette anche di ottenere una seconda carta, o di utilizzare la stessa per gli acquisti sicuri sul web, grazie all'inserimento delle 16 cifre, del codice di sicurezza CVV" e alla transazione sicura e immediata. Ogni carta di credito revolving ha, infatti, un costo di mantenimento con canone annuo variabile in base all'Istituto che la emette ma anche delle polizze assicurative a tutela del furto, smarrimento, danneggiamento e uso illecito della carta.

Carta Sì Gold, revolving con circuito Mastercard

(Esempio di una carta di credito revolving di Bpm CartaSì del circuito Master Card - da zkb.it)

Carta di credito revolving: REQUISITI

Per ottenere l'attivazione di una carta revolving è necessario presentarsi presso la filiale alla quale si intende fare la richiesta o richiederla on-line, seguendo le indicazioni del sito in oggetto. Questo particolare forma di carta di credito non richiede dei requisiti personali o di reddito particolari (basta avere un reddito certificabile) e alcune forme di carta revolving sono attivabili anche a soggetti che non hanno una busta paga (un reddito che non può essere certificato, un contratto atipico).

Solitamente per la sottoscrizione di questa tipologia di carta di credito revolving senza busta paga sono richieste ulteriori garanzie quale un garante, un immobile da sottoporre a ipoteca o altre forme di garanzia in base all'importo richiesto. Si consideri inoltre che questa forma di carta di credito permette di ottenere le stesse somme di denaro con tetto massimo di spesa, le transazioni per beni e servizi e il prelievo di contanti presso gli sportelli atm.

Carta di credito revolving: il VIDEO INFORMATIVO

Per comprendere meglio e ricapitolare, si propone qui di seguito un video informativo su la carta revolving, che cos'è, come funziona, le condizioni di acquisto e il rimborso con l'applicazione di un tasso di interesse che può arrivare fino al 20%. Da tutte le interviste effettuate per la strada, si comprende bene come ci siano tante persone che utilizzano questo strumento di credito al consumo ma come tanti non sappiano esattamente che cosa sia questo" plastic money", che permette di uscire senza contanti per pagare i propri beni. In particolare si ascolti l'ultima intervista, dove l'ultimo intervistato non sopporta proprio che la lingua italiana si svalorizzata con i termini in inglese come "carta revolving".

Carta di credito revolving: TIPOLOGIE

Sul mercato finanziario esistono differenti tipologie di carta di credito revolving che si distinguono in base all'istituto bancario che le emette e le finalità per le quali sono utilizzate, come riportato nello schema sottostante:

TIPOLOGIA CARTA DI CREDITO REVOLVINGFINALITA' E CONDIZIONI DI UTILIZZO
CONCESSIONE DI UN CREDITO RINNOVABILE SULLA CARTA
  • TRANSAZIONI;
  • BONIFICI;
  • ASSEGNI.
CARTA RILASCIATA DALLE MAGGIORI CATENE COMMERCIALI PRESTITO PERSONALE
CARTA RILASCIATA DA UN ISTITUTO BANCARIO
  • CONGIUNTA A UN CONTO CORRENTE;
  • TRANSAZIONE;
  • PRELIEVO.
CARTA DI UN ISTITUTO DI CREDITO
  • CONGIUNTA AL CONTO CORRENTE;
  • TRANSAZIONI;
  • PAGAMENTI;
  • PRESTITO PERSONALE.

Carta di credito revolving: COME FUNZIONA?

La carta revolving consente di ottenere una somma liquida per l'acquisto di un bene e/o servizio, che può essere restituita con modalità  a saldo, in un'unica soluzione con detrazione dal proprio conto corrente in una data stabilita in fase contrattuale, o con modalità di rateizzazione mensile. Con questa tipologia di carta non sono utilizzati i contanti ma al momento dell'acquisto si utilizza questa forma di pagamento (similmente a un bancomat) dalla quale è detratta la somma da pagare e rilasciando un importo ancora spendibile in base ai massimali della carta stessa: per esempio un tetto di spesa massima di 2.500 euro.

Codici di sicurezza e cvv2 di una carta revolving

(Come utilizzare una carta di credito revolving: inserimento del PIN e del codice CVV2 di sicurezza - da il-prestito-personale.com)

La carta di credito revolving: I COSTI

Una carta di credito revolving prevede dei costi di mantenimento, un canone annuo e gli interessi passivi che sono applicati alle rate mensili che si richiedono per restituite la somma di cui si è fruito. Questa tipologia di carta di credito ha un tasso di interesse più elevato rispetto alle altre forme di carta di credito che prevedono solo la funzione di transazione e prelievo, aggirandosi tra il 10-15%, ma che può arrivare fino al 20%. L'attivazione della carta è solitamente gratuita per il I anno, andando ad avere un canone variabile in base alla propria condizione reddituale e la polizza assicurativa che si desidera sottoscrivere, in base alla tabella riportata qui sotto:

CARTA DI CREDITO REVOLVINGCOSTO ATTIVAZIONE E CANONECOSTO RIMBORSO
CANONE E COMMISSIONI I ANNO GRATUITO TAEG DAL 15-20%
II ANNO VARIABILE

La carta di credito revolving: SIMULAZIONE di RIMBORSO

La carta revolving è ricaricata dall'Istituto bancario che la emette di una somma concordata preventivamente con il cliente, una sorta di tetto massimo di spesa, come per esempio 1.500 euro. Con gli acquisti, l'importo si riduce per riavere la stessa somma una volta si avvia il rimborso, con modalità a saldo o con rate mensili. Per comprendere meglio il funzionamento della carta di credito revolving e le condizioni di utilizzo e rimborso delle somme spese, si propone qui di seguito una simulazione di transazione con acquisto di un bene di costo pari a 1.000 euro, con una carta di credito con tetto massimo di spesa di 1.500 euro: il credito residuo della carta è di 500 euro:

CARTA DI CREDITO REVOLVINGIMPORTO RICARICACREDITO RESIDUO DA SPENDERE
SALDO 1.500 EURO 500 EURO
ACQUISTO 1.000 EURO TRANSAZIONE
RATA MENSILE 100 EURO IN DIECI MESI + INTERESSI E COMMISSIONI

Carta di credito revolving: la NORMATIVA

La carta di credito revolving è uno strumento di pagamento che permette di ottenere con una sola carta di credito tre delle funzioni fondamentali della vita economica di un qualsiasi soggetto lavoratore: avere una somma liquida per poter acquistare beni e servizi e pagarli nel momento in cui si ha una maggiore disponibilità, prelevare contanti con la propria carta; ottenere un piccolo prestito personale, richiedendo una somma che non è presente nel nostro conto corrente bancario. La modalità di rimborso della somma, come abbiamo detto precedentemente è a saldo o rateale, in aggiunta al tasso di interesse che, per alcune carte di credito, può arrivare fino al 20%. Per questo motivo, la carta di credito revolving è soggetta a differenti normative in materia di credito al consumo, applicazione del tasso di interesse e legge anti usura, come riportato nella tabella sottostante:

NORMATIVE PER TUTELA CARTA DI CREDITO REVOLVINGLINK
T.U. materia di disciplina e criteri di definizione del tasso annuo globale per la concessione di credito al consumo D.Lgs.  385/1993 e Decreto del ministero del Tesoro dell'8 luglio 1992
Decreto in materia di transazioni elettroniche D.Lgs 196/2003
Legge anti-usura a tutela dell'applicazione dei tassi di interesse LEGGE 7 MARZO 1996 n. 108

Carta di credito revolving: l'INCHIESTA

Per comprendere meglio che cosa sia  una carta revolving e quali siano le condizioni di acquisto e rimborso di beni e servizi, si propone un video-inchiesta sulle carte di credito e gli acquisti a rate, utilizzate anche per pagare la spesa di tutti i giorni: ecco che cosa accade con le carte di credito revolving rilasciate dalle grandi catene commerciali con TAEG dal 10 al 39%. Il video informativo seguente spiega in maniera chiara e dettagliata la caratteristica principale della carta di credito revolving e le differenze tra questa tipologia di strumento di credito con un tasso di interesse elevato e una carta di credito tradizionale con saldo.

Articolo letto 3.919 volte

Maria Francesca Massa
Confronta gratis i migliori Prestiti online
Clicca su "RICHIEDI ORA", inserisci i tuoi dati e segui le istruzioni. Richiede solo pochi minuti del tuo tempo, riceverei un preventivo gratuito con l'offerta migliore confrontata tra le maggiori banche e finanziarie

Non rinunciare ad un desiderio, affronta ogni spesa con serenità. Scopri le soluzioni personalizzate di prestito

RICHIEDI
PREVENTIVO

Prestito Personale fino a 60.000€ in soli 2 minuti ideale per dipendenti e pensionati

RICHIEDI
PREVENTIVO

Prestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI

RICHIEDI
PREVENTIVO

Come non pagare Debiti con Banche e Finanziarie e risparmiare fino al 70%

RICHIEDI
PREVENTIVO